Crea sito

 


L’INCORAGGIAMENTO DIVINO ATTRAVERSO LA PAROLA PROFETICA
Esdra 1:
1 Nell'anno primo del regno di Ciro,
re di Persia,
perché si adempisse la parola che il Signore aveva detto per bocca di Geremia,
il Signore destò lo spirito di Ciro re di Persia,
il quale fece passare quest'ordine in tutto il suo regno,
anche con lettera:
Esdra 1:
2 «Così dice Ciro re di Persia:
Il Signore,
Dio del cielo,
mi ha concesso tutti i regni della terra;
egli mi ha incaricato di costruirgli un tempio in Gerusalemme,
che è in Giudea.
Esdra 1:
3 Chi di voi proviene dal popolo di lui?
Il suo Dio sia con lui;
torni a Gerusalemme,
che è in Giudea,
e ricostruisca il tempio del Signore Dio d'Israele:
egli è il Dio che dimora a Gerusalemme.
Esdra 1:
4 Ogni superstite in qualsiasi luogo sia immigrato,
riceverà dalla gente di quel luogo argento e oro,
beni e bestiame con offerte generose per il tempio di Dio che è in Gerusalemme».
Esdra 1:
5 Allora si misero in cammino i capifamiglia di Giuda e di Beniamino e i sacerdoti e i leviti,
quanti Dio aveva animato a tornare per ricostruire il tempio del Signore in Gerusalemme.
Esdra 1:
6 Tutti i loro vicini li aiutarono validamente con oggetti d'argento e d'oro,
con beni e bestiame e con oggetti preziosi,
e inoltre quello che ciascuno offrì volontariamente.
Esdra 1:
7 Anche il re Ciro fece trarre fuori gli arredi del tempio,
che Nabucodònosor aveva asportato da Gerusalemme e aveva deposto nel tempio del suo dio.
Esdra 1:
8 Ciro,
re di Persia,
li fece trarre fuori per mano di Mitridate il tesoriere,
che li consegnò a Sesbassar,
principe di Giuda.
UNA GRANDE CAROVANA COLMA DI TESORI,
SI MOSSE PER ORDINE DI UN RE PAGANO Esdra 2:
64 Tutta la comunità così radunata era di quarantaduemilatrecentosessanta persone;
Esdra 2:
65 inoltre vi erano i loro schiavi e le loro schiave:
questi erano settemilatrecentotrentasette;
poi vi erano i cantori e le cantanti:
duecento.

Esdra 4 ATTACCO DEL NEMICO,
PRIMA ATTRAVERSO IL TENTATIVO DI CORRUZIONE DEL VERO CULTo.

Esdra 4:
1 Quando i nemici di Giuda e di Beniamino vennero a sapere che gli esuli rimpatriati stavano ricostruendo il tempio del Signore Dio d'Israele,
Esdra 4:
2 si presentarono a Zorobabele e ai capifamiglia e dissero:
«Vogliamo costruire anche noi insieme con voi,
perché anche noi,
come voi,
cerchiamo il vostro Dio;
a lui noi facciamo sacrifici dal tempo di Assaràddon re di Assiria,
che ci ha fatti immigrare in questo paese».
Esdra 4:
3 Ma Zorobabele,
Giosuè e gli altri capifamiglia d'Israele dissero loro:
«Non conviene che costruiamo insieme la casa del nostro Dio;
ma noi soltanto la ricostruiremo al Signore Dio d'Israele,
come Ciro re di Persia ci ha ordinato».

ATTACCO DEL NEMICO,
CON L’OPPOSIZIONE DIRETTA,
FINO AL SECONDO ANNO di Dario re di Persia.
quando sorsero semplicemente due profeti.

Esdra 4:
4 Allora la popolazione indigena si mise a scoraggiare il popolo dei Giudei e a molestarlo per impedirgli di costruire.
Esdra 4:
5 Inoltre sobillarono contro di loro alcuni funzionari per mandar fallito il loro piano;
ciò per tutto il tempo di Ciro re di Persia fino al regno di Dario re di Persia.
Esdra 4:
6 Durante il regno di Serse,
al principio del suo regno,
essi presentarono una denunzia contro gli abitanti di Giuda a Gerusalemme.
Esdra 4:
7 Poi al tempo di Artaserse re di Persia,
Bislam,
Mitridate,
Tabeèl e gli altri loro colleghi scrissero ad Artaserse re di Persia:
il testo del documento era in caratteri aramaici e redatto in aramaico.
Frustravano i loro scopi degli abitanti di Giuda e Gerusalemme,
così l'opera si fermo il popolo di Dio si scoraggiò,
furono indebolite le loro mani Frustravano i loro scopi Esdra 4:
23 Appena il testo del documento del re Artaserse fu letto davanti a Recum e a Simsai scriba e ai loro colleghi,
questi andarono in gran fretta a Gerusalemme dai Giudei e fecero loro interrompere i lavori con la forza delle armi.
Esdra 4:
24 Così fu sospeso il lavoro per il tempio in Gerusalemme e rimase sospeso fino all'anno secondo del regno di Dario re di Persia.
deboli ed incapaci nel servizio cercate qualsiasi lavoro che non abbia opposizione e capirete che non viene dal Signore.
Ci può essere una nazione intera che sia scoraggiata.
Timore = attacco a sorpresa che porta una paralisi per timore e terrore,
se le situazioni sono contro di noi se non c'è una profezia che da Dio viene nei nostri cuori.
Una voce di Dio.
La voce di Dio.
Cuore rotto,
speranza perduta Salmo 41,
3 metti una custodia alle mie labbra,
Trovatemi un opera di Dio contro cui non si parli?
Avrete tutto l'inferno contro quando farete l'opera di Dio.
Lo spirito di perenne accusa = ACCUSATORE = Chi vive nello spirito di accusa è figlio del diavolo.

ESRA 5,
INCORAGGIAMENTO DOPO CIRCA 14 ANNI DI FERMO.
PREPARATE IL VOSTRO CUORE CON LA PREGHIERA.
L'opera di Dio cessò per 14 anni ma in Esra cap.
5.
nel secondo anno di Dario re di Persia,
nulla era cambiato tranne il fatto che due profeti incominciarono a profetizzare la parola del Signore.
Ma i profeti Aggeo e Zaccaria figlio di Iddo si rivolsero ai Giudei che erano in Giuda e a Gerusalemme,
profetando in nome del Dio d'Israele,
che li ispirava.
Esdra 5:
2 Allora Zorobabele figlio di Sealtiel,
e Giosuè figlio di Iozadàk subito ripresero a costruire il tempio di Gerusalemme;
con essi erano i profeti di Dio,
che li incoraggiavano.
Niente era cambiato nel governo tranne l'invio di due profeti:
Aggeo e Zaccaria,
poi sorse Zorobabele.
Senza vedere cambiamenti la gente incominciò a ricostruire la casa di Dio.
SOTTO IL NUOVO ATTACCO si vide che negli archivi,
già Ciro aveva ordinato di ricostruire il tempio come era al principio.
Ma re Ciro trovò un decreto del suo predecessore e lo riconfermò aggiungendo anche le sue finanze:
Esdra 6:
9 Ciò che loro occorre,
giovenchi,
arieti e agnelli,
per gli olocausti al Dio del cielo,
come anche grano,
sale,
vino e olio,
siano loro forniti ogni giorno senza esitazione,
secondo le indicazioni dei sacerdoti di Gerusalemme,
Esdra 6:
10 perché si facciano offerte di odore soave al Dio del cielo e si preghi per la vita del re e dei suoi figli.
Esdra 6:
11 Ordino ancora:
se qualcuno trasgredisce questo decreto,
si tolga una trave dalla sua casa,
la si rizzi ed egli vi sia impiccato.
Poi la sua casa sia ridotta a letamaio.

Questo era stato profetizzato 150 anni prima dal prof.
Isaia che esplicitava come un re pagano avrebbe dato il mandato di ricostruire il tempio di Gerusalemme.
A volte siamo trattati meglio dai pagani che dai fratelli,
come Elia che era sfamato da un corvo (uccello impuro).
Accetterai aiuto da tutti quando stai lavorando per una causa.
IMPORTANTE è USARE LE COSE PER IL SIGNORE.
L'editto era stato scritto da Ciro e la legge non poteva essere cambiata,
anche se il re che la aveva scritta era morto.

Cap 6 di Esra c'è il TRIONFO

Così dice il Signore il tempo non è ancora venuto,
va dicendo la gente.
Ma prendete gusto a costruirmi la mia casa ed io non soffierò più contro le vostre finanze.
Se non costruite la mia casa tutto quello che farete non prospererà.
Cercate prima il Regno di Dio,
il resto vi verrà dato in sovrappiù Acar il messaggero di Dio parlà:
"Io sono con voi" - dice il Signore- la profezia più corta della bibbia.
"Se Dio è con noi chi sarà contro di noi?
" - Così tutti i tentativi del nemico di portarci allo scoraggiamento non riusciranno "la gloria della seconda casa,
sarà maggiore della prima" Tutti sono pedine delle mani di Dio,
non possono spostasi di un millimetro rispetto a quello che Dio ha stabilito.
La Parola di Dio ha vita dentro,
ha unzione e vitalità che trasforma la morte in vita.
Spezza il potere del nemico.


Finalmente:
Esdra 6:
19 I rimpatriati celebrarono la pasqua il quattordici del primo mese,
Esdra 6:
20 poiché i sacerdoti e i leviti si erano purificati tutti insieme come un sol uomo:
tutti erano mondi.
Così immolarono la pasqua per tutti i rimpatriati,
per i loro fratelli sacerdoti e per se stessi.
Esdra 6:
21 Mangiarono la pasqua gli Israeliti che erano tornati dall'esilio e quanti si erano separati dalla contaminazione del popolo del paese e si erano uniti a loro per aderire al Signore Dio d'Israele.
Esdra 6:
22 Celebrarono con gioia la festa degli azzimi per sette giorni poiché il Signore li aveva colmati di gioia,
avendo piegato a loro favore il cuore del re di Assiria,
per rafforzare le loro mani nel lavoro per il tempio del Dio d'Israele.

La parola profetica viene per distruggere i piani del nemico e per incoraggiare.
Ed è incredibile vedere quanto scoraggiamento c’è nella gente.
Noi siamo gli agenti della pace di Dio,
non i governi!

Discernimento sulla parola profetica Innanzi tutto la profezia è già stata sigillata insieme al deposito della fede.
Non potete mettere la profezia sullo stesso piano della Parola.
Non bisogna mettere gli occhi sul canale ma su Dio che riempie il canale.
I profeti canonici non possono più esistere perché il canone è già sigillato.
- evitate una interpretazione o motivazione malsana
- ho diritto di controllare la parola profetica.
- siete disposti a non sentire una parola
perché ne hai il controllo avendo il dominio sulla verità della tua vita;
- siate preparati a non ricevere la profezia,
perché è importante avere uno scopo.
- preparatevi il cuore con la preghiera e la conoscenza della PAROLA - siate aperti ma pieni di discernimento.
Non disprezzate le profezie:
1 Tess 5,
21 e non soffocate lo spirito - Non siate delusi se non parla di voi.
- Purtroppo ci sono canali carnali e non spirituali.

LA GLORIA DELLA SECONDA CASA SARà SUPERIORE ALLA PRIMA!

Aggeo 2:
4 Ora,
coraggio,
Zorobabele - oracolo del Signore - coraggio,
Giosuè figlio di Iozedàk,
sommo sacerdote;
coraggio,
popolo tutto del paese,
dice il Signore,
e al lavoro,
perché io sono con voi - oracolo del Signore degli eserciti - Aggeo 2:
5 secondo la parola dell'alleanza che ho stipulato con voi quando siete usciti dall'Egitto;
il mio spirito sarà con voi,
non temete.
Aggeo 2:
6 Dice infatti il Signore degli eserciti:
Ancora un po' di tempo e io scuoterò il cielo e la terra,
il mare e la terraferma.
Aggeo 2:
7 Scuoterò tutte le nazioni e affluiranno le ricchezze di tutte le genti e io riempirò questa casa della mia gloria,
dice il Signore degli eserciti.
Aggeo 2:
8 L'argento è mio e mio è l'oro,
dice il Signore degli eserciti.
Aggeo 2:
9 La gloria futura di questa casa sarà più grande di quella di una volta,
dice il Signore degli eserciti;
in questo luogo porrò la pace - oracolo del Signore degli eserciti -.
Alla fine dei tempi la gloria di Dio rilucerà sulla terra con una potenza che non ha un precedente.
E’ solo quello che noi non facciamo a limitare la potenza di Dio e non l’opposizione dei nemici.
Ora è il tempo che la Parola Vivente nasca nel vostro cuore.
Essa può venirvi da qualunque parte perché Dio non può essere limitato.
Vogliamo vedere la casa di Dio ricostruita.
Padre …nel nome di Gesù io lego ogni spirito di paura e scoraggiamento,
stracciamo ne nubi di tenebra che sovrastano questa nazione.
Tutto passerà,
ma il tuo regno è incrollabile.
Fa che i tuoi ministri sorgano dalla mediocrità,
lega quello spirito di menzogna.
Rendici disperati affamati e aasetati di sentire la tua parola.

Grazie per le parole di vita siano bruciate le parole di critica
Grazie per l’incoraggiamento
Grazie perché quando non c’è speranza tu crei una strada.
Liberaci dal timore e dal ridicolo
e dai profeti dello scoraggiamento