Crea sito

 

Ma del nuovo prototipo,
neanche una parola! [email protected]




Caro Lorenzo,
penso tu abbia ricevuto le copie di MAD.
Spiace anche a me che non compaia nulla del nuovo prototipo -
pezzo che ho scritto e ti riporto di seguito:
La macchina per la raccolta “automatica”


Dall’esperienza maturata con il telaio R9,
attualmente non più utilizzato,
e con la slitta trainata,
Lorenzo Scarola trae alcuni spunti
per una futura realizzazione di una macchina per la raccolta delle olive
“totalmente automatica”.
L’idea è quella di realizzare un piccolo telaio portato all’attacco a tre punti di una piccola trattrice.
Il telaio,
provvisto di rete per la raccolta con apertura “ad ombrello rovesciato”,
inforcato l’albero,
si adagia sul suolo ove si adagiano anche le aste portanti la rete.
Effettuata l’operazione di scuotimento con piccoli scuotitori manuali “a gancio”,
le aste vengono richiuse,
formando un imbuto,
permettendo la caduta delle drupe nel telaio.
Sollevato il telaio è possibile il transito verso un secondo albero per ripetere l’operazione.
Lo svuotamento del telaio è consentito da un’apertura posta sulla sua base inferiore.
Punti di forza dell’idea sono il completo automatismo,
la leggerezza della struttura ed il suo ridotto ingombro,
il cinematismo messo in movimento da due soli pistoni idraulici ad una mandata o quattro a doppia mandata.
,
l’impiego di trattrici di ridotta potenza (35 kW).
Sfruttando l’impalco “a trullo”,
viene ipotizzato anche un sistema di scuotitura automatico costituito di cinque scuotitori a gancio con asta vibrante,
mossi da un piccolo motore idraulico e posizionati direttamente sulle branche secondarie dell’albero.
Tuttavia,
le esigenze editoriali (avevo solo due pagine e si trattava di eliminare le foto x inserire il testo-
hanno cassato il nuovo prototipo.
Sempre disponibile ascrivere su tue realizzazioni,
ti ringrazio ancora per la collaborazione.
Gianluca
To:
[email protected]
***************************************************