***********************
APOCALISSE?
*************
Ci sei già DENTRO!

"Ora tu, Daniele, chiudi queste parole e sigilla questo libro, fino al tempo della fine:
allora molti lo scorreranno e la loro conoscenza sarà accresciuta".
---- Daniele 12, 4:

http://www.fedele.altervista.org
**************************
**************************

*** Nota 1° --- : perchè si deve scrivere un libro.
Chi non ha una rivelazione importante da fare al ondo, mai dovrebbe scrivere un libro.

*** Nota 2° --- : obiettivo di questo libro.
Obiettivo principale di questo libro è quello di:
non far considerare la Bibbia soltanto come un libro religioso rivelato,
ma come una PERSONA vivente e risorta. Questa persona è Gesù di Nazareth il Messia. Quello che LUI ha detto e ha fatto è cos'ì particolare, che rifiutare la Sua Persona equivale a essere condannati.

Obiettivo secondario di questo libro, è quello di:
attraverso un approfondimento delle Sacre Scritture,
comprendere la scansione temporale degli eventi che succederanno nel nostro futuro e nel futuro dell'umanità, fino agli ultimi tempi, fino alla venuta del Signore.
********************************************
*** Nota 3° --- PREMESSA: Il GENERE APOCALITTICO
Il genere APOCALITTICO-TEOLOGICO è un genere consolatorio,
non è la versione teologica del genere horror, non è destinato a far gustare brividi di paura dietro la schiena, anche perché chi dovrebbe avere veramente paura, non ha la fede per poterla provare.


Il GENERE APOCALITTICO

----------- è in realtà la storia di amore tra Jhwh e la sua Sposa (Israele)
o se volete tra Cristo e la Chiesa.
Questa storia di amore descrive la fuga di una figlia ormai resa bellissima e trasfigurata dall'amore, poichè è solo il vero amore il miracolo della bellezza.
----------- Queste violenze sono portate avanti:
principalmente dal padre della ragazza, un padre furioso e intollerante e
da un suo pretendente a cui il padre vuol darla in sposa.
----------- Questa fuga è indispensabile, è una questione di vita o di morte,
perché il genitore despota e crudele, odia lo Sposo e ucciderebbe la figlia pur di non darla a LUI.
----------- Intrighi, paure, scoraggiamenti, violenze e colpi di scena, mettono a dura prova la relazione degli amanti, che difficilmente e a volte solo di lontano possono vedersi.

----------- Lo sposo in questa difficile e drammatica situazione,
consola la sua sposa scrivendole delle lettere e facendole dei giuramenti d'amore.

In questo amore e per questo amore la sposa, non solo ha messo a rischio il patrimonio e il diritto di cittadinanza, ma ha messo a repentaglio lo stesso bene supremo della vita.

Ecco, la reale condizione dei cristiani nei paesi islamici,
comunisti e ovunque c'è una situazione dittatoriale.

----------- Ecco cosa è il genere BIBLICO-APOCALITTICO, chi non sa di questa storia d'amore DRAMMATICO, non capirà mai questo genere che in realtà è una lettera di consolazione e di sicura speranza, perché lo sappiamo tutti:
---------------------------------- " L'AMORE VINCE SEMPRE! " ----------------


*** Nota 4° ---- la pseudo democrazia
- Ovunque non c'è vera democrazia, ecco che i cristiani, a livello individuale, si possono trovare in situazioni drammatiche.
Ma anche nelle pseudo democrazie occidentali, per il vero cristiano la situazione è pesante.
Il cristiano, nelle pseudo democrazie occidentali vive in una condizione di minorità e di emarginazione culturale, fino a giungere al caso estremo di incarcerazione di quel sacerdote dei Paesi Scandinavi.

Questo sacerdote, durante la funzione liturgica è stato riconosciuto colpevole per aver dal pulpito, riferito l'insegnato biblico inequivocabile della realtà dell'omosessualismo ideologico. Colpevole, dunque, per aver parlato dal pulpito della concezione biblica sull'omosessualità.
Chi si è lamentato?
Chi ha protestato?


**************************************** ACCELERAZIONE STORICA
---- Certo, i tempi finali dell'umanità sono "prossimi",
il periodo dell'attuale decadenza sociale, fatta di corruzione,
ipocrisia, falsità e immoralità non stanno per toccare il punto più basso?
---- Quando il punto più basso verrà toccato,
gli equilibri sociali verranno infranti generando una accelerazione dei processi storici,
che purtroppo avanzeranno dolorosamente per tutto il genere umano.

Sarà come una diga che franando, travolge tutto sul suo cammino.
---- Certo, riguardo al punto di vista del Signore, ci troviamo nell'ultima fase dell'umanità.

" Il Signore sta proprio tornando! "


--- Nota 5° dell'autore su se stesso:
Se ritieni che il titolo di questo libro sia una esagerazione, ti chiedo di avere pazienza solo per un po, ritengo che riceverai nuove categorie di pensiero se rifletterai sul presente lavoro.

Spero che questo libro si faccia leggere facilmente, e senza fatica.

----------- Da tempo sentivo il bisogno di intrattenermi con te, su cose di Dio e su cose degli uomini.

Devi sapere che i contenuti di questo libro non impegnano il lettore, se non che per una fede puramente umana:
sono semplici riflessioni del suo autore che non pretendono affatto di poter dire una parola definitiva sulle Sacre Scritture,
che ricordiamolo sono sotto l'interpretazione autorevole della sola Santa Madre Chiesa.


----------- Sei curioso di sapere se mi ritengo un profeta?
La risposta è: "NO!"

Ho troppa stima di questo carisma, e poi, sinceramente, a me Dio non mi ha mai parlato fisicamente, ne mi ha portato nei luoghi celesti in visione...
So per certo che molti oltre agli apostoli Paolo e Giovanni hanno avuto questo privilegio.
Desidero di vivere questo momento?
E chi non lo desidera?
E tu no?
Non è una ambizione proprio bella?
Non è normale che due persone che si amano prima o poi si debbano " parlare "?
Veramente, due volte in tutta la mia vita ho avuto due "sogni" particolari che ho messo in relazione solo dopo molto tempo.

Ma, non diamo spazio ad equivoci, il profeta Zaccaria al cap 13,3 dice:

[3]Se qualcuno oserà ancora fare il profeta,
il padre e la madre che l'hanno generato, gli diranno:
«Tu morirai, perché proferisci menzogne nel nome del Signore»,
e il padre e la madre che l'hanno generato lo trafiggeranno perché fa il profeta.
[4]In quel giorno ogni profeta si vergognerà della visione che avrà annunziata,
né indosserà più il mantello di pelo per raccontare bugie.
[5]Ma ognuno dirà:
«Non sono un profeta:
sono un lavoratore della terra,
ad essa mi sono dedicato fin dalla mia giovinezza».

--- (questa è davvero la mia realtà!) ---


[6]E se gli si dirà:
«Perché quelle piaghe in mezzo alle tue mani?»,
egli risponderà:
«Queste le ho ricevute in casa dei miei amici."
(profezia messianica)

Non pretendo di avere ragione
sulle mie interpretazioni della Parola di Dio.
Il mio obiettivo è quello di suscitare una sana curiosità e di aprire la discussione.

Allora chi sono?
Senza ipocrisia, sono solo uno che legge la Bibbia e la spiega.


*****************************
**********************************
1° PARAGRAFO
--- IL SIGILLO IMPOSTO DA DIO ---
**********************
******************************

----------- Per tanto tempo, i testi apocalittici sono stati ritenuti sigillati
non solo per quanto riguarda alcuni argomenti, ma anche per quanto riguarda la successione degli eventi storici, ma ora, alla fine dei tempi
- come era stato profetizzato -

incominciano a divenire comprensibili.

----------- Sulla autenticità delle date del libro di Daniele,
un angelo ha giurato per il Signore Dio,
pertanto, dobbiamo ritenere non solo simboliche
le date e gli avvenimenti del libro di Daniele.

----------- I nostri padri pur non capendo il senso di tante scritture,
tuttavia le hanno trascritte e tramandate, avendo la certezza dell'estrema importanza che esse avrebbero avuto per i noi.

---- Questo non in funzione di carne e sangue o in funzione di una progressione del pensiero teologico, ma per una prescienza divina.

---- Questo è un segno ulteriore che siamo entrati nell'ultima fase della storia, ovviamente, da un punto di vista della storia di Dio.

---- " Tanto tuonò, che piovve ",


Questo proverbio come ogni proverbio ha una sua sapienza collaudata dal tempo.

----------- Inoltre, da " mille e non più mille " del medioevo, molti hanno fatto previsioni catastrofiche e sono passati alla storia come profeti di sventura.


Ma una cosa è certa:
---- Anche Gesù di Nazareth ha fatto il profeta di sventure,
d'altronde il tempo scorre inesorabile, minuto dopo minuto,
verso la sua direzione e questo è un dato incontestabile.

----------- Non è una legge fisica quella che afferma:
"tutto ciò che nasce deve morire!"
Ma quanti sono pochi quelli che cercano di fare i conti con il proprio dover morire?
All'appuntamento più importante della loro vita i più giungono da incoscienti.

----------- Un vero profeta - secondo il mio parere - ha detto che ci saranno terremoti in Svizzera, dove mai si sono verificati, ma questi segni e neanche i miracoli più eclatanti
sapranno comunicare qualcosa a chi è lontano da Dio.

La negazione del segno e del miracolo eclatante sono la conseguenza di una scelta ideologica:
" aver deciso di credere di non credere ", cioè credere in negativo.
Pertanto, l'incredulità è segno della tendenziosa malafede di chi decide di non cercare il Signore.

I segni e i miracoli sono purtroppo soltanto di utilità alla fede dei credenti.

----- L'informazione apocalittica, è solo catastrofica per i figli del mondo, essi giungono totalmente impreparati agli eventi, da loro meritati, mentre noi avvisati e preparati ci porremo in salvo.

----------- Noi figli di Dio, invece siamo figli della luce e viviamo nella luce, non barcolliamo nelle tenebre, non abbiamo nulla da temere.

Siamo preparati e consapevoli, prima della fine di questa era o saremo già stati messi in salvo nel rapimento,
- ("due si troveranno nel campo, uno verrà preso, l'altro lasciato")-

o comunque Dio ha previsto per i suoi un posto al sicuro nel " deserto ".

----- Certo, nel "deserto" non ci sono i confort, si soffre, per questo il mondo pensa che dal deserto prima o poi torneremo chiedendo perdono, certo la vita li è molto dolorosa, quasi impossibile, ma siamo fondamentalmente al sicuro.

----- Per questo, in quasi tutto il mondo islamico i cristiani sono discriminati legalmente e socialmente.
In tutto il mediterraneo vi erano comunità cristiane!
Credete che si siano lasciate convertire all'islam liberamente?
Se l'islam non affronterà il problema della libertà religiosa, il mondo sarà sempre in pericolo.


Nota 6° --- Siamo Celesti
----------- Il mondo pensa che, dal deserto prima o poi fuggiremo e torneremo da lui implorando perdono,
questo è il sottile piacere che si aspetta di gustare.
Ma, non può sapere la distanza enorme che ormai ci separa da lui.
Un tempo eravamo terrestri, ma ora siamo celesti.


Noi siamo già celesti e siamo cos'ì diversi dai terrestri che neanche noi, purtroppo, ne abbiamo consapevolezza razionale.

Quando il mondo ci odia lo fa istintivamente perchè intuisce la superiorità e la nobiltà del nostro essere.
I figli del mondo non trovando una motivazione ragionevole al loro odio verso di noi, sono semplicemente invidiosi e si nascondono dietro le loro false leggi per colpirci.

Perchè ci odiano? Per rabbia!

Essi sanno (intuitivamente) già di essere stati condannati!
Infatti, la loro negazione di Dio li condanna alla distruzione!


----------- Il loro odio non è giustificato, perchè non facciamo del male a nessuno, siamo molto ingenui ed abbiamo una moralità che è superiore.


I veri cristiani sono distaccati dal mondo e non rivendichiamo un "controllo" politico della società.
Le nostre posizioni sono di servizio per l'utilità comune e non sono arroganti.


----------- Alcuni, tuttavia, fanno ancora confusione tra cristianesimo e religione cristiana.

----------- Nel "deserto", è vero siamo in una situazione sfavorevole, ma noi, in fondo non abbiamo molto da perdere, perché abbiamo già trasferito il nostro tesoro nei Cieli!

----------- Il nostro tesoro è fatto di:
onestà e pietà, ma in cambio riceviamo insulti, calunnie e ingiustizie
- profusi su di noi anche da uomini di chiesa -

questa è la condizione che Gesù ci ha previsto:
" Se hanno perseguitato me, perseguiteranno anche voi. "


----------- Ricordiamocelo ancora, noi non siamo di quaggiù.


------ "Mi rivolsi al Signore Dio per pregarlo e supplicarlo con digiuno, veste di sacco e cenere" - Dn 9, 3.

---- Chi ha un ruolo importante nella storia

- ed ogni cristiano lo ha -

ha la necessità di conoscere i progetti di Dio, per non trovarsi in dissociazione con LUI.

----- La consapevolezza dei progetti di Dio è indispensabile per noi che siamo suoi collaboratori, infatti:

---- "Daniele, sono venuto per istruirti e farti comprendere" Dn 9,22.

Questo essere istruiti è un dovere per Dio, mentre al contempo è un nostro diritto.

----- Infatti, Apocalisse significa Rivelazione, ma secondo me anche CONSOLAZIONE, perché è portata dal RIVELATORE.
Che onore! Che consolazione percepire la presenza del Consolatore.

---- Così, decodificare gli eventi profetici e apocalittici per storicizzarli è per noi indispensabile, soprattutto per infonderci determinazione, incoraggiamento e conforto.


- Da dove mi è venuto lo spunto per il presente lavoro?

----------- è evidente che l'Apocalisse di Giovanni è stata scritta con un intenzionale disordine temporale.

Giovanni ha scritto le visioni cos'ì come le ha ricevute e proprio non poteva assumersi la responsabilità di organizzarle.

----------- Lo stato confuso ed ermetico dell'Apocalisse è intrinseco ad ogni libro della Bibbia, questo atteggiamento di Dio è coerente con la sua intenzione di nascondere i suoi misteri agli indegni.

----------- Potrà un indegno apprezzare il presente lavoro?

Riuscirà a salvare il bambino della riflessione sulla Parola di Dio e a buttare solo l'acqua sporca che sono io?

Con il mio metodo poco scientifico e le mie ipotesi basate su intuizioni certamente discutibili, la critica per lui sarà fin troppo facile!

Questo tipo di critica maldicente e distruttiva, cercherà di demolire del tutto alla prima scusa, il presente lavoro come Dio un giorno demolirà lui!

----------- Gesù in segreto - il più delle volte sul Monte degli Ulivi, non spiegava il senso delle sue parabole ai soli discepoli?

----------- Facilmente alle folle concedeva i miracoli fisici, ma difficilmente parlava chiaramente, questo era un privilegio che accordava spesso ai soli discepoli, i quali non avendo ricevuto ancora lo Spirito Santo, aveva tuttavia delle enormi difficoltà di comprensione.

----------- Questo è coerente con la volontà di Dio Padre di:
1 - donare se stesso a tutti i suoi figli predestinati alla divinizzazione,
2 - donare molti doni a tutti i suoi servi destinati alla salvezza.
3 - negarsi a quelli predestinati alla dannazione.

----------- La predestinazione non si può comprendere se non si considera il fatto che, Dio già conosce l'esito finale della nostra vita vissuta, da noi, nella più grande libertà.
Ognuno di noi quindi è il solo responsabile delle proprie scelte.

----------- C'è chi può fare una grande carriera nell'istituzione ecclesiastica e nessuna carriera nel Regno di Dio?
Ne hai qualche dubbio? Non averne!

Gesù disse:
"non ti conosco!"

Proprio a coloro che meravigliandosi ribadivano:

"Come, abbiamo profetizzato e compiuto miracoli nel tuo nome, abbiamo evangelizzato, ecc..."

Allora, non è la religione, ma la relazione con LUI che salva.


Quanti si servono di Cristo per i loro interessi, invece di dedicarsi alla salvezza delle anime?
Quanti invece di pascere le pecorelle, pasciono se stessi?


Chi con LUI, non ha una relazione personale, come servo DILIGENTE o come figlio UBBIDIENTE, si sentirà dire:

"Io non ti conosco!"


Quante volte abbiamo finito di spezzare la canna incrinata?

----------- Vuoi sapere se sei un predestinato alla salvezza?
Hai comprato questo libro e lo leggi con interesse?

Non potresti leggerlo con interesse senza l'azione operante dello Spirito Santo.

----------- Non condividi questo mio lavoro se non in piccola parte?
Non fa niente, sei ugualmente un predestinato, se sei in Cristo.
Se compirai il cammino di leggere questo libro, ti sarà più chiaro cosa è il cristianesimo, perchè nuove e genuine categorie di pensiero si formeranno in te ed io ne sarò consolato, anche se continuerai a criticarmi.

----------- Il cristianesimo è la conoscenza di una PERSONA RISORTA e VITTORIOSA!
Tu hai questa PERSONA?
Allora, non essere presuntuoso ritenendo di conoscere il cristianesimo.

"Se hai il Figlio, allora hai anche il Padre!",
ma
"Non puoi andare al Figlio se il Padre non ti chiama"

dice Gesù.

Solo allora sarai veramente un cristiano adulto.

----------- Io, non sono ancora, un cristiano completamente maturo, tuttavia, come è possibile girare distrattamente gli occhi su Dio e non rimanerne innamorati.

Nulla hai potuto "vedere" o percepire di più bello e affascinante.

----------- Questo amore già ci conduce e anche se ci porterà una vita problematica, tuttavia ce la renderà una avventura affascinante?

La peggiore desolazione è la noia, io dall'età di 19 anni non so più cos'è questo sentimento!

----------- Ormai hai la " scorza " dura e non sei uno sprovveduto, la passione e il desiderio per questa relazione d'amore ti ha già preso a questo punto del libro?

Allora, alla fine del libro arderai!

Tutto questo se ti avviene:
"non è per potenza, ne per forza, ma per il mio Spirito - dice il Signore".

Certamente, non avviene per i meriti di qualcuno che il Signore usa, ne per i tuoi meriti, ma solo per la sua specifica benevolenza verso di te, questa che sta già operando.

----------- Una nuova avventura si sta aprendo per te?
Con Dio al tuo fianco potrai dire:
"Se Dio è con me, chi sarà contro di me?"

----------- Dio vuole aiutare i suoi figli, per questo:
" alla fine dei tempi la conoscenza sarà accresciuta "

Daniele 12,4.


- Come questo lavoro ha trovato strutturazione?

Ho fotocopiato l'Apocalisse con la forbice e l'ho tagliata in blocchi coerenti, poi ho cercato di riassemblare questi blocchi cercando di superare diverse difficoltà attraverso la struttura del libro del profeta Daniele.

----------- L'Apocalisse di Giovanni ha date solo simboliche perchè il punto di vista è quello di Dio,
cioè lontano da una strutturazione spazio temporale, a noi più consona.

----------- Tutto il contrario del libro di Daniele,
che è coerente con un nostro modo di intendere la storia.

----------- Per il presente lavoro, non abbiamo noi il vantaggio di avere quasi tutta la storia dell'umanità alle nostre spalle?

----------- Nella peggiore delle ipotesi, secondo la mia intuizione, affinché si svolgano gli eventi di cui non abbiamo ancora visto la realizzazione, ci vogliono ALMENO 300 anni.

----------- Il giudizio definitivo di Dio su questa era è circoscritto, secondo me,
tra i prossimi 300 o 500 anni (ma sono più plausibili i prossimi 300).

----------- Tuttavia, vivere come se il momento fosse imminente non può che giovarci spiritualmente e psicologicamente.
Perchè il nostro momento, a motivo della nostra esistenza mortale
- e nessuno lo può negare -

il nostro momento è sempre pronto.

----------- "e voi sarete odiati da tutti per causa mia,
ma Dio salverà chi avrà perseverato fino alla fine"
Mt 13,13.-----------

----------- Dice il Signore:
"Rimanete vigilanti e state pronti perchè non conoscete il momento, esso si presenterà improvvisamente!"
(Mc 13,32-37 e Mt 26, 36-44).


*********************
****************************
2° PARAGRAFO
DIO, AMA TROPPO TENERAMENTE, OGNUNO DEI SUOI FIGLI
*************
***********************

----------- Dio, ama troppo teneramente, ognuno dei suoi figli - anche se questo non sembra apparentemente.

----------- Anzi sembra ADDIRITTURA il contrario, che favorisca i nostri e i suoi nemici.

----------- Noi piuttosto, ricordiamo le sofferenze e le desolazioni, ma non riusciamo a ricordare quella persona o quella situazione che, guarda caso, ci ha dato il suo aiuto proprio all'ultimo momento.
Come possiamo sapere cosa sarebbe successo a quell'incrocio se fossimo giunti un attimo prima o un attimo dopo, ecc...?

----------- Dio, ama troppo teneramente, ognuno dei suoi figli e non vuole rinunciare - giustamente - a nessuno di noi.

----------- Ognuno di noi, per LUI è unico, ora per non perderci ha bisogno della storia, perché noi "ci facciamo" nella storia, attraversando la via della croce, in essa ci cristifichiamo sempre più.

----------- La tribolazione è la nostra incubatrice, in questa si fortifica il nostro uomo interiore e muore il nostro uomo carnale.

----------- Un testone come me, ha bisogno della sofferenza per lasciare il peccato, ma la sofferenza nei progetti di Dio non è indispensabile.

----------- Infatti nessun Padre vuole cose cattive per i suoi figli e Dio Padre non fa eccezione.

Allora, evita il peccato ed eviterai tanta sofferenza.

----------- Dio non ama la sofferenza, quindi, la eviterai senza problemi se saprai evitare il peccato.
Le contraddizioni e le difficoltà esterne non sono quelle che fanno veramente soffrire!

----------- Si, Dio non rinuncerà a nessuno dei suoi figli, tuttavia, i tempi possono essere accelerati, è in questa direzione in cui noi spingiamo attraverso l'intercessione.

----------- Dio è troppo avido di AMORE, non rinuncerà a nessuno dei suoi figli predestinati:
i 144.000 cristificati.

----------- Ricordo che la cifra di 144.000 è in realtà simbolica di un numero immenso.
Ovvero di 12 popoli per 12 tribù di Israele per 1000 che rappresenta la moltitudine.

----------- Il Paradiso è il posto dei servi fedeli, cioè della Sposa dell'Agnello composta dall'insieme di tutti gli uomini di buona volontà.
Il posto dei cristificati compone il corpo dello Sposo di cui Cristo è il capo.

----------- Allora il Paradiso è il posto dei servi,
mentre la TRINITà è il posto dei figli cristificati!

----------- Secondo me, solo quelli che conoscono e vivono la Parola di Dio come si vive e si conosce una PERSONA, sono cristificati!
----------- Per te la Bibbia è solo un libro rivelato?
Allora, sei un servo!
Sei un servo glorioso come lo può essere un musulmano, ecc..., anche se sei un eccclesiastico!

----------- Per te la Bibbia è una PERSONA: sei un figlio divinizzato!

----------- Ricordo il momento preciso, in cui la Bibbia mi divenne una PERSONA, da lettura ostile, si trasformò in lettura gratificante,
avevo 22 anni ed ero prigioniero involontario del peccato, come ora.
Questo fu un dono immediato, come l'attimo di un lampo.

Tuttavia, ho sempre tenuto parzialmente infruttuoso quel dono,
con la scusa di: "troppi impegni".

Finalmente, ho superato le tante scuse ed ho incominciato a leggere la Bibbia anche tre ore al giorno, ma questo da appena un anno.

Da appena un anno mi nutro abbondantemente della Parola e i frutti sono stati tantissimi, tra cui la nascita di questo libro.

----------- Quanto poco i cristiani sono informati su come è fatto il Regno di Dio?
La loro conoscenza è minima, perché minima è la loro conoscenza delle Sacre Scritture, certo più si conosce e più si ha curiosità di conoscere.

----------- Ora, la loro conoscenza è così limitata che essi non hanno la curiosità o l'aspirazione di "conoscere e conoscere ancora", e quindi non hanno la curiosità di rendere dinamiche le Sacre Scritture, all'interno di quel deposito della fede apostolica, trasmessa a noi dalla Chiesa.

----------- La principale finalità del presente lavoro è proprio questa.
Come lo scrivente finisce di trovare la risposta a mille domande, investigando le scritture, subito si accorge che se ne formano nuove altre mille di domande.

Questo cammino potrebbe essere deviato, e sarebbe un altro spirito estraneo a guidarti, se uscissi fuori dal deposito apostolico trasmessoci dalla Chiesa.

----------- Il cammino della conoscenza è infinito, perchè Dio è infinito.
Mentre il cammino della fede è una lotta continua con se stessi e con Dio.

----------- Per ognuno di noi, il Cristo non ha esitato ad abbandonare la sua gloria che è oltre questo universo tridimensionale.
Per noi ha lasciato la gloria della Sua dimensione ed è venuto a vivere una vita infame che lo ha portato fino ad immolarsi sulla croce.

Questo ha fatto per riscattare il tuo peccato con il Suo Sangue, mentre, con le sue ferite può guarire le tue:
malattie, pene e difficoltà.

----------- Ricordiamo le parole confortanti di Gesù in Giovanni:
"Tutto quello che è mio è tuo e tutto quello che è tuo è mio!"

----------- Prendi Signore la mia povertà e tutto me stesso, in cambio dammi la tua ricchezza, la tua dimensione e tutto te stesso.

In Ap 1,3 si dice:
" Beati quelli che ascoltano le parole di questa profezia
e mettono in pratica le cose che vi sono scritte,
perché il tempo è vicino ".


Nota 7° --- l'orologio della storia
----------- Se fu detto allora, che il tempo è vicino, ora, esso è vicino più che mai!
----------- Tuttavia, dalla lettura di Apocalisse ci accorgeremo che sono diversi gli avvenimenti storici che ancora devono essere vissuti e che esistono delle variabili temporali, determinate soprattutto dalle scelte di Israele che è l'orologio della storia.

----------- Il nostro interesse è quello di anticipare gli ultimi tempi, semplicemente perchè, noi non abbiamo nulla da temere, infatti, Cristo rapirà la sua Chiesa prima dei castighi finali che sono riservati ai soli ribelli.

Dice il Signore Gesù: " chi ama la sua vita in questo mondo, la perderà, ma chi odia la sua vita in questo mondo, la salverà! ".

La paura di andare con il Signore non ha fondamento, perchè questa circostanza non necessita di sofferenza alcuna.

In un attimo saremo trasformati e glorificati, con un corpo bellissimo di 37 anni trasfigurati andremo incontro al Signore volando nell'aria. Proprio il contrario del fare necessariamente l'esperienza della morte.

Questa paura indica solo l'ignoranza e l'incredulità dei cristiani infantili.
Non solo non ho paura del ritorno del Signore, ma me lo auspico, perchè significa ricevere quell'enorme felicità che ci appartiene di diritto.
Gesù ha conquistato per noi a prezzo del Suo Sangue la nostra felicità.
Lui ha sofferto, perchè a noi fosse risparmiata la sofferenza!
Alleluia!


**********************
*****************
3° PARAGRAFO
COSA è EFFETTIVAMENTE LA PAROLA DI DIO?

Perché LA SCRITTURA NON può ESSERE ANNULLATA, GV 10,35
*****************
***************

---------- La Bibbia è il Verbo Eterno del Padre, fatto CARNE nel seno di Maria e
" ciò che è scritto non può essere annullato! "
(Giovanni 10, 34 -35).
---- Chi si pone di fronte alla Parola vivente di Dio, come si porrebbe davanti ad un testo qualsiasi,
troverà in esso un muro invalicabile, perché la comprensione della Parola può avvenire solo nello Spirito di Cristo.

----------- I testimoni di Geova, con lo spirito di geova, possono solo sbattere la testa contro i sassi:
ma mai potranno penetrare oltre il senso letterale delle Sacre Scritture, essi sono quindi sotto la condanna della legge, insieme agli scribi e ai farisei poichè, tutti quelli che non hanno lo Spirito di Cristo, hanno lo spirito dell'anticristo!

----------- Infatti, non solo la legge non assolve nessuno, ma ti dichiara sicuramente colpevole, ora, se non hai lo Spirito di Cristo, hai lo spirito dell'anticristo, esso può anche essere molto religioso e positivo sia personalmente che socialmente, ma comunque sei ancora nei tuoi peccati.

----------- "Chi crederà sarà salvato, ma chi non crederà sarà condannato."

Questa frase diventa incomprensibile finchè non la si accosta a quest'altra:

"Dove io vado, voi conoscete la via!"
e
"Io sono la Via."

"Nessuno può venire al Padre se non attraverso di Me."


Cristo è l'unica demarcazione sostanziale tra gli uomini rispetto a Dio.
Ora, il giudizio di Dio è l'unico definitivo!

----------- Ritornando al fatto che la comprensione della Parola può avvenire solo dall'AUTENTICO Spirito di Cristo, non possiamo evitare di osservare come Gesù ha vissuto il suo rapporto con la Parola di Dio.

In Giovanni 10,34-35.
34]Rispose loro Gesù:
- Non è forse scritto nella vostra Legge
- Io ho detto: voi siete dei.
35]Ora, se essa ha chiamato "dei" coloro ai quali fu rivolta la Parola di Dio
- E LA SCRITTURA NON può ESSERE ANNULLATA -

[36]a Colui che il Padre ha consacrato e mandato nel mondo,
voi dite: - Tu bestemmi, perché ho detto - Sono Figlio di Dio?"


----------- Quella Persona divina che è la Parola, il Verbo del Padre, si concederà a te solo se riterrà di potersi fidare.

---- Quella Persona divina che è la Parola è l'unica chiave che ti può introdurre nella vita divina dei Figli di Dio.

•------- Sai cosa significa non essere più sotto il controllo del diavolo?

•------- Sai cosa significa passare dallo status di servo a quello di figlio?

•------- Sai cosa significa essere diventato di natura divina?

----------- Non sei più solo umano, sei già ora diverso dagli umani, sei divino e celeste, per questo essi ti odiano!

----------- Per i terrestri fatti di terra, tu cristiano fatto di cielo, sei più extraterrestre,
degli alieni dei loro film, e hanno ragione, perché tu ora sei CELESTE.

Ritornando alla retta relazione che ci deve legare alla Parola di Dio, facciamo un esempio drammatico:

----------- L'attuale esegesi, non trova diverse congruenze tra le date del libro di Daniele,
ma questo non significa che queste non ci siano.

----------- Il Nostro Dio controlla le traiettorie di ogni fotone,
di ogni elettrone e di ogni granello di polvere dell'universo,
ha il pieno controllo di tutto e volete che sbagli sulla Sua Bibbia?
Se così non fosse, tutto sarebbe assurdo e senza senso,
perchè privato di una progettazione e di una orchestrazione.

!!! UNA COSA è CERTA !!!
!!! DIO HA IL PIENO CONTROLLO DI OGNI COSA !!!
!!! TUTTO HA UN SIGNIFICATO !!!
!!! PERCHè TUTTO è STATO PROGETTATO E ORCHESTRATO, MAGNIFICAMENTE !!!



---- Invece, non trovando una spiegazione razionale a queste date del profeta Daniele,
il Commentario Biblico della Queriniana a pag. 588,
dice di glossatori che via via, con il protrarsi della persecuzione ne hanno aumento i giorni, da 1150 a 1290 per giungere a 1335.

----------- Perché dobbiamo trovare per forza una spiegazione su tutto e perfino meschina?

Altrimenti il maestro non ci da dieci più?

----------- Certe volte non si fa più bella figura a starsi zitti?

----------- Questo certamente, non rende giustizia a Colui che ha creato e conserva tutte le cose con la potenza della Sua Parola.

Non vi dicevo con l'apostolo Paolo che nessuna mente carnale può investigare i misteri della Parola di Dio!

----------- E COME LO POTREBBE SE LO SPIRITO SANTO NON LA RIVELA?

Adesso ti vuoi scoraggiare?
Non ci provare!
Dio ti correrà incontro, non appena avrai seriamente la volontà di abbandonare il peccato di idolatria!
Rispondi a questa domanda: di chi sono al servizio?

Se la risposta non è Dio e Dio soltanto, sei nell'idolatria!


Nota 8° ---
Se non ti conduce lo spirito Santo, dove vai?




--------- Lo Spirito prese Filippo e lo trasportò lontanissimo in un luogo dove
un funzionario reale, su un carro stava leggendo il profeta Isaia.

--------- Filippo gli chiese: "Capisci quello che leggi?"
Il funzionario reale rispose: "e come potrei, se nessuno me lo spiega?"
Dopo la spiegazione, il funzionario chiese di essere battezzato nel nome di Gesù.
Ricevuto il battesimo e traboccante di gioia e di Spirito Santo, vide lo Spirito rapire miracolosamente Filippo.

------------ Voglio farmi due risate con te!
Posso dire che attraverso internet e questo libro, cioè attraverso la tecnologia, lo Spirito Santo ha da lavorare meno?

No, LUI è sempre all'opera, senza di LUI la nostra intelligenza non sarebbe superiore a quella di un topo o di una gallina, sempre non potremmo intendere le cose spirituali!

Comunque, non ho bisogno di essere preso in bilocazione e portato da te, il mio libro è meno invadente ed ingombrante della mia persona non ti pare?

Comunque, con gli occhi del mio spirito e del mio cuore ti guardo e ti amo e sento il bisogno di donare, perchè Dio mi ha dato il cuore del donatore!

------------ Poichè, intuitivamente, mi è stata data una comprensione della mia posizione riguardo a Dio, posso dirvi con il salmo:
"GUARDATE A LUI E SARETE RAGGIANTI, NON SARANNO CONFUSI I VOSTRI OCCHI!"

" Perché la Scrittura non può essere annullata? "
Gesù di Nazareth o (Jesciua ama scia)

----------- Se in Dio non può esistere, l'imprevisto o la "glossa",
se Dio non può essere colto di sorpresa,
è perché LUI vive tutto e tutti al di fuori dello spazio e del tempo
- e quindi con grande anticipo sugli eventi -
ecco perché:
"la Scrittura non può essere annullata", Gv 10,35.

----------- In un periodo così particolarmente difficile e stressante della mia vita, sono stato invitato dall'alunno Tatulli dell'ITIS di Bitonto (BA), cerimoniere del Santuario Santi Medici, a spiegare il libro dell'apocalisse.

Quando ho cercato di prepararmi ho trovato che gli avvenimenti non erano sistemati in ordine cronologico, è così, ho deciso di mettere mano a questa opera che ora si trova nelle tue mani.

In seguito, sono stato assalito dai dubbi, considerati i miei limiti e le schiere di teologi e di esegeti (quelli veri) che sono più idonei di me.

Ma l'aspetto per me più importante era di comprendere se questa opera fosse voluta per me da Dio.

Questo sarebbe il vero problema, tu penseresti?
Niente affatto, basta chiedere!

" Chiedete ed otterrete! " - dice Gesù.


Nulla è più semplice della vita del cristiano credente!

Cos'ì ho chiesto al Signore un discernimento su questo lavoro così impegnativo quanto impossibile per me, senza la Sua Grazia.

----------- Ho chiesto a Dio, oggi domenica 4 marzo 2007 alle ore 5,30
di darmi una conferma della sua volontà, gli ho chiesto un segno durante la messa delle 7,30 nella Parrocchia S. Maria di Monteverde dove esercito il ministero di accolito.

----------- Quando chiediamo a Dio qualcosa, dobbiamo essere specifici e circostanziati, pur lasciando a Lui un certo margine di manovra.

Poi bisogna rilassarsi, quasi dimenticarsi.
Allora, sarà il Signore a riattivare la nostra attenzione su quello che avevamo chiesto.
Se non lo fa subito, non avere fretta, aspetta!

In questo non pensarmi un privilegiato, questa corrispondenza di Dio è dovuta solo al suo amore per te e non ai tuoi meriti.

----------- Durante questa liturgia, tuttavia ero quasi dimentico della mia richiesta, quando mi hanno "costretto" a leggere la preghiera dei fedeli.
Dico "costretto", perché evito di invadere il ministero altrui. Ora, la quinta preghiera della II domenica di quaresima, che io ho dovuto leggere recita così:

" ...Ridesta nei cristiani il desiderio di aprire il Libro sacro per lasciarsi guidare da Te
e scoprire la chiamata che riservi ad ognuno di noi ".


Qualcuno, al posto mio, avrebbe ora dei dubbi?

----------- Io so che Dio vuole da me questo lavoro!

Dio lo vuole? Allora, vai avanti, giù a testa bassa!

Se Dio vuole qualcosa, tu getta il seme e poi sarà LUI a farlo crescere!

I nostri "ma" sono quasi sempre disatrosi, ma ci sono dei "ma" che ci fanno lasciare il mondo e ci fanno aderire per fede alla Parola di Dio.

Chi ha detto che anche noi cristiani biblici, non siamo dei camikaze?

Inoltre, questo libro nelle sue intuizioni fondamentali è stato digitato tutto lo stesso giorno del 4 marzo 2007.
- Ecco il libro di un giorno! -

---- Ma: "LA SCRITTURA NON può ESSERE ANNULLATA".

---- Pochi sanno credere che la Parola di Dio è stata scritta su ispirazione dello Spirito Santo, che tutto ha già vissuto della storia degli uomini, perchè altrimenti cerchiamo sempre le conclusioni della carne invece di quelle dello Spirito? Pertanto:
" passo dopo passo, versetto dopo versetto",
"la Scrittura non può essere annullata" Gv 10,35.


E poiché sapeva che tu avresti aperto la Bibbia,
la ha scritta anche per te.

La Bibbia è la lettera d'amore di Dio per te, solo per te!

Ogni lettera li presente ti appartiene e ti riguarda, un giorno, sotto la potenza dello Spirito Santo, essa si decodificheerà.

Quale emozione ti prenderà quanto la vedrai animarsi sotto i tuoi occhi?

---- Pochi, purtroppo, anche nella Chiesa, danno alla Parola il valore di Persona!
Volete riflettere ancora?

Dalla Parola si fa l'Eucaristia,
ma dall'Eucaristia non si fa la Parola!


" Chi ha orecchi per intendere, intenda ".

---- Tutti quelli che non si confrontano privatamente, quotidianamente (non solo per obbligo istituzionale), per almeno un'ora, con la PAROLA di DIO, con la Parola del Vivente Dio, di fatto, non hanno scoperto ancora la Parola come una Persona e sono in affanno, cioè stressati e frustrati.

---- A nulla valgono le scuse, in questo campo, davanti a Dio:

•--- La Parola di Dio è Persona.
•--- La Parola di Dio è Vivente e dinamica.
•--- La Parola di Dio è la sola rivelazione di quello che sta per venire.
•--- La Parola non va spiegata è Lei che si spiega.
•--- La Parola spiega noi a noi stessi.
•--- La Parola non è solo ricchezza intellettuale, ma è potere di Dio che guarisce, libera e trasforma.


----------- Se lo Spirito Santo, non apre la mente di chi ascolta, a nulla vale il predicatore!

----------- Proprio perché sono una nullità, mi permetto di fare il megalomane, di fare progetti in grande, infatti Dio esalta se stesso, proprio usando gli omuncoli come me.

----------- Se non ti sei già stancato di leggermi, allora puoi essere felice:
----------- LO SPIRITO SANTO è CON TE ORA!

Io devo ancora imparare a seguire il Maestro!

---- Dio vuole che la Sua Parola rappresenti un presente storico per chiunque e in qualunque momento si ponga di fronte a Lei.

---- E da questo presente storico possa andare in avanti e a ritroso nel tempo.
---- Mi ricordo da adolescente, come mio padre, mi raccontava tutte le esperienze della sua vita.

Questo faceva per trasferirmi il patrimonio della sua esperienza.

Anche Dio Padre, usa lo stesso metodo verso di te SUO figlio, ti ha dato la BIBBIA.

---- Dio è proprio il Padre che vuole arricchirti con tutta la sapienza della storia degli uomini.

---- Se stai interiorizzando i concetti di questo libro, rallegrati perchè sei stato predestinato ad essere cristificato ed appartieni ai 144.000.

---- Ora, se hai conquistato la fiducia del Verbo, sarà proprio lui,
Parola Eterna e definitiva di Dio, attraverso il Suo Santo Spirito a guidarti sui sentieri della Via Celeste, nei misteri infiniti, di Dio che sono racchiusi tutti nella Sua Parola.

***********
*********************
4° PARAGRAFO

IL PECCATO

*************
****************

Chi con una sola Sua Parola dal nulla ha creato l'universo e chi per il peccato degli uomini non ha esitato a sbattere sulla croce il suo Unico Figlio,

- non so voi -


ma io ritengo che sia un tipo da prendere con le pinze.
Un bonaccione non fa cose di questo tipo.
Pertanto, su ogni peccato, anche più piccolo,
noi dovremo fare espiazione.

----------- Siano rese gloria a Dio in eterno, che sa trasformare comunque l'inevitabile sofferenza e i meritati castighi (conseguenza dei nostri peccati), in premio, avvolte le nostre piccole prove le compensa come compenserebbe il martirio stesso.

----------- Siano rese gloria a Dio in eterno, che sa trasformare la giusta espiazione della pena, in corona di gloria.

----------- Ogni peccato genera sempre e comunque due effetti:
la colpa e la pena.
----------- Il perdono ci viene dato in un istante,
quando abbiamo un atto di vero pentimento.
----------- All'atto del pentimento sincero, non siamo più ritenuti da Dio colpevoli.
ecco che per i meriti di Cristo sulla croce, in un attimo, siamo riconosciuti innocenti.

----------- Ma non è cos'ì per la pena, essa va espiata!

Non vi fate illusioni, tutto quello che abbiamo fatto di male e tutto quello che non abbiamo fatto di bene va espiato!

----- Ci viene fatto un bonus totale solo quando, per la prima volta "nasciamo di nuovo",
ovvero quando entriamo nel regno di Dio e usciamo dal Regno di satana, ma solo per la prima volta.

----- Che gioia, che entusiasmo in quel momento!

----- C'è un entusiasmo maggiore di quello del neofita?

----- Lo credo bene, se uno ti togliesse di dosso il peso di un quintale che hai trascinato per anni e anni e a questo ti aggiungesse il Suo favore enorme, non ti sentiresti al settimo cielo?

----- Ma questo idillio, questo potere esaltante della Sua Presenza Gloriosa, dura fino a che non commetterai un peccato grave volontariamente.
E credetemi se vi dico che siamo proprio scemi!
Ed io?
Il primo di tutti gli scemi naturalmente!

Tutti i miei vent'anni sono passati in questa esaltazione!

----- INNO AL VERBO:
In principio era il Verbo
e il verbo era presso Dio
e Dio era il Verbo.
questi era in principio presso Dio
tutto per mezzo di lui fu fatto
e senza di lui non fu fatto
nulla di ciò che è stato fatto.
in lui era la vita
e la vita era la luce degli uomini;
e la luce nelle tenebre brilla
e le tenebre non la compresero. Gv 1,1-5


Ora se il peccato è la negazione di tutto questo, immaginatevi voi le conseguenze.
Dio sa chi è predestinato alla salvezza, perché vede nel suo futuro:
VEDE IL TUO ESITO FINALE.
In funzione dei tuoi meriti futuri, può preservarti da certe situazioni e da certe conseguenze e addirittura, dal peccato che tu vorresti commettere.

Nota 9° --- il peccato
----- Credetemi, se non altro leggete la Bibbia e credete a lei, il peccato non è mai stato una convenienza per nessuno.


Gli atteggiamenti di Dio verso gli uomini peccatori, sembrano macchiati di parzialità, ma la comprensione di questo sta nel fatto che: ·1 --- "Farò grazia a chi vorrò far grazia
e avrò misericordia di chi vorrò aver misericordia". Es 33, 21

Si chiarisce come la SUA punizione sia sempre terapeutica e mai giustizialista, perchè l'ira che pesava su noi, si è già abbattuta su Cristo:
·2 --- "Il Signore, il Signore, Dio misericordioso e pietoso, lento all'ira e ricco di grazia e di fedeltà ...... che
perdona la colpa, la trasgressione e il peccato,
MA NON LASCIA SENZA PUNIZIONE."
Es 34, 6



Vogliamo decenni di pena e punizioni?
Vogliamo rinunciare al favore e al successo?

Allora, non pecchiamo!

ANALIZZIAMO I TRE MOTIVI CHE CI SEPARANO DAL SIGNORE:


- LA COLPA:
Sei colpevole, se fai qualcosa di sbagliato O SE NON FAI QUELLO CHE DOVRESTI (omissione) senza saperlo.
- LA TRASGRESSIONE:
Sei trasgressivo, se fai qualcosa o se non fai qualcosa che ti è dovuto (omissione), costretto dalle circostanze o dal brutto carattere.

- IL PECCATO:
Sei peccatore, se sei consapevole e libero di una azione sbagliata o non testimoniare la verità (omissione).


Nota 10° --- è sempre grave il peccato
anche se non ti sembra grave quello che fai, per Dio è sempre grave il peccato volontario, è sempre grave la disubbidienza al Suo volere.


----------- Ma sempre e comunque DIO: "NON LASCIA SENZA PUNIZIONE!"
Per Dio, il peccato non è mai piccolo!
Per Dio, ogni nostro più piccolo peccato, gli è costato il prezzo enorme del sacrificio di Suo Figlio!

Dio per me è inflessibile, severo, intransigente e pignolo, cioè giusto.
Credetemi, bisogna temerlo!

Effettivamente raccoglie dove non ha seminato e pretende l'osservanza dei comandamenti interpretati con la durezza della legge.

----------- Se dall'eternità non avesse unto, ovattato, rivestito con l'olio della misericordia gli eventi storici della tua vita, certo non solo non ti salveresti, ma il diavolo ti avrebbe già ucciso!

Ecco cosa significa:
" avrò misericordia di chi vorrò avere misericordia"
e
"Farò grazia a chi vorrò far grazia".

di Es 33, 21


----------- Hai il coraggio di cavarti un occhio o di tagliarti una mano nella tua determinazione contro il peccato?
Allora, in te e in me, c'è ancora qualcosa che non va!

----------- Tuttavia, l'obiettivo della Parola di Dio non è quello di farti scoraggiare,
ma di darti determinazione nella tua lotta contro il peccato.

Ricorda, ottenne l'universo in un attimo, ma solo la morte sostitutiva di Suo Figlio ti ha potuto liberare dal peccato.

----------- La vita sarà dura, forse molto dura, ma sempre sarà una bella avventura, degna di essere vissuta, in essa ti conforteranno le parole del Signore:

" Ti basta la mia grazia! ".


Sappi che la Sua Grazia non è cosa da poco, la Sua è una grazia efficace, oggi lavora invisibilmente, ma un giorno porterà i suoi frutti.
Se poi stai armeggiando in questi discorsi e ti senti preoccupato, sappi che se non avessi già ricevuto la Sua Grazia efficace, già ora avresti abbandonato questa lettura.

Gloria a Dio per te! Alleluia!


----------- Se, nella tua sensibiltà più profonda, uno solo dei peccati, ti desse inquietudine, sappi che non entrerai nel Regno di Dio con quella inquietudine.

Non ti scoraggiare, Dio premia la tua retta intenzione e inoltre le Sue vie sono infinite.

----------- Come lasciar lavorare la Sua Grazia efficace in te?
Leggi le Sacre Scritture!
Nutriti della Parola di Vita ogni giorno!
Tutto qui!
!!! PIù SEMPLICE DI COSì !!!

*****
PROPRIO PERCHè LA SANTITà DI DIO è INTRANSIGENTE E SENZA COMPROMESSI!
TU NON DEVI FARE AFFIDAMENTO SULLE TUE PRESTAZIONI, MA SOLO SULLA SUA GRAZIA E SULLA POTENZA DELLA SUA PAROLA CHE VIVE E OPERA IN TE.


----------- Gesù disse a San P. Pio:
"nessuno si perderà senza saperlo".

IN QUALSIASI MOMENTO, SE GUARDI NEL TUO CUORE, PUOI AVERE LA CONSAPEVOLEZZA DELLA TUA POSIZIONE NEI CONFRONTI DI DIO.

----------- Chi ti può purificare e liberare anche dalle situazioni più scabrose e umanamente impossibili è Gesù il Cristo.

Se ti trovi in difficoltà, partecipa ad un gruppo di lode e adorazione e lasciati lavare quotidianamente e abbondantemente dalla Parola di Dio, partecipa fervidamente ai sacramenti della Chiesa.
VEDRAI SBRICCIOLARSI MOLTO PRESTO IL REGNO DEL NEMICO IN TE E INTORNO A TE.

----------- S. Francesco di Assisi non era esagerato o squilibrato, quando nudo si gettò fra le spine o si sdraiò sui carboni ardenti per sfuggire alle tentazioni sessuali.

----------- Ecco, come S. Francesco valutava il favore di Dio al di sopra della sua stessa vita. Con Dio non si scherza e il peccato è davvero molto pericoloso.

----------- Ricorda come Dio non fede sconti al suo migliore amico Mosè,
ma per una sola trasgressione lo trattò duramente e lo punì impedendogli di entrare nella terra promessa.

----------- Per questo non lasciamoci illudere da teologi ciarlatani,
perché la nostra chiamata alla santità è in relazione alla santità di Dio:
" Siate santi come IO SONO Santo ",
e
" siate santi come il Padre vostro che è nei cieli ".

----- Per una imperfezione
- per noi da niente -
alle acque di Meriba Dio punì Mosè, negandogli la sua più grande aspirazione: entrare nella terra promessa.

----- Dio brucerà con una fiamma di ira eterna quelli che si ostinano e si ribellano a LUI, perché se non risparmia:
"il legno verde (che è Cristo resosi colpevole al posto nostro), che ne sarà del legno secco?".
Già, che ne sarà dei peccatori ostinati?

----------- Non ha fatto l'universo o tutte le schiere angeliche per noi, non ha immolato il Suo unico Figlio per noi, per far finire tutto a "tarallucci e vino". No, sarà molto esigente!
Io vi ho avvisato!

----------- Sarà spietato con gli ostinati che non si sottomettono al suo volere!

----------- Tuttavia, chi sarà trovato in Cristo - come relazione - non passerà dal giudizio e dall'inevitabile condanna, certo non sarà ritenuto colpevole, ma la pena gli appartiene tutta!

- Allora?
Buona pena a tutti!

----------- Non ti lamentare (come faccio io) per le ingiustizie della vita,
esse sono tutte meritate!


----------- Non potrò sulla terra essere VERAMENTE sereno e felice
e vivere nel glorioso favore di Dio, finché
non smetterò di peccare e finché non avrò espiato tutta la mia pena! IO? STO ANCORA ESPIANDO, E IL "FAVORE" DI DIO NON è ANCORA SU DI ME!

----------- S. Francesco d'Assisi, che aveva vissuto da libertino la sua giovinezza,
smise di piangere i suoi peccati solo alla fine della sua vita,
perché ebbe una rivelazione: avrebbe occupato il posto lasciato libero da Lucifero.


Nota 11° --- il peccato è veleno intossicante


----- Alcuni principi riguardanti il peccato:
·-------- Peccare è andare contro il volere del Creatore, senza "se" e "ma", ma è anche andare contro se stesso.
Es:. Con il culetto si fa la cacca!
Ma se tu lo usi diversamente, non avrai il " mal " di pancia?
·------- Peccare non è mai intelligente, ne mai conveniente!
·------- Chi come me ha criticato il Signore per essere troppo indulgente con i criminali e i delinquenti, ora deve ricredersi, perchè ogni peccato porta il suo carico di dolore!
·------- Quelli che non vengono ripresi è solo perché sono destinati alla distruzione. ·-------- Dio castiga ogni peccatore, ma riprende e purifica solo quelli destinati alla salvezza. ·------- Inoltre, il Signore è troppo giusto anche nell'imputazione della pena, ma questa non viene comminata per vendetta, ne attraverso una equazione matematica, perché?
·-------- Se siamo predestinati alla salvezza, Dio ci vede solo come vittime del peccato stesso.


----- Sei pronto ora a esultare di gioia?

----- Quando vieni a Cristo cuore leale, lui chiama satana, lo rimprovera di tutti i tuoi peccati, lo bastona e gli mette addosso tutti i tuoi problemi, i tuoi debiti e tutte le tue malattie, lo costringe a restituirti il doppio di tutto quello che ti ha rubato e poi lo manda all'inferno, mentre lascia te libero di tutto.
---- Ma da quel momento devi rigare dritto!



- Ricorda, non sei di fronte ad un bonaccione, ma al più esigente di tutti i padri.
- Ricorda, non sei di fronte ad un bonaccione, ma al più geloso di tutti gli amanti.

----- Se poi leggi la Bibbia tutti i giorni,
e non hai tagliato radicalmente con il peccato,
preparati a sentirLo lamentarsi per mesi.
----- Se continui a sentirti, prigiomiero del peccato,
nonostante tutto, non temere.
"PERCHè L'AMORE VINCE IL TIMORE".
Ringraziamo Dio che attraverso S. Paolo ci ha dato la giustificazione per fede.
"Se la nostra mente o il nostro cuore ci condannano
- ricorda -
Dio è più grande di loro".
"La dove ha abbondato il peccato, ha sovrabbondato la Grazia." Quello che non si può ottenere per la legge,
SI PUò OTTENERE PER LA GRAZIA
E LA GRAZIA PUò VENIRE ATTRAVERSO SOLO LA FEDE.

Allora, abbi fede nella misericordia del Signore,
ed abbi fede nella Parola che continuamente purifica e rinnova in te.

CORAGGIO!

Ci sono due pesi e due misure?
Certo!
Se sei sotto la legge, non sei sotto la grazia!
Il Signore, non è poi impressionato dal peccato,
perchè il problema del peccato LUI lo ha risolto sacrificando Cristo sulla Croce per te.
Allora quello che conta è la tua posizione nei suoi confronti.
Come ti relazioni con LUI?
Chi vuoi essere per LUI?
Quello tu sei!
Le opere?
Forse un giorno seguiranno!
Anche nell'Apostolo Paolo, come in me,
le opere non seguono sempre la nostra volontà,
ogni tanto fa capolino il peccato e le antiche tendenze sbagliate.
Insieme a PAolo posso gridare:
"Chi mi separerà, da questo corpo di peccato?"
In conclusione:
La vita cristiana è un cammino di fiducia e fede nel Signore Gesù!

CORAGGIO!

Se dai importanza a Gesù, non ne dai a te stesso, sia nel bene che nel male.
CORAGGIO!

Ciò premesso, non puoi vivere continuamente nella confusione e nella vergogna, solo perchè non hai raggiunto la perfezione!
Credi che Cristo ha tutto assunto e riscattato e comprato tutto di te, peccato compreso!


CORAGGIO!
Nota 12° --- Non potrai mai essere giusto attraverso la Legge e le opere, ma sei reso giusto per la Grazia, meritata per te da Cristo sulla Croce, perciò vivi in pace con te stesso!


************
*******************

5°PARAGRAFO
DALLA CREDENZA ALLA FEDE,
DALLA RELIGIONE ALLA RELAZIONE
*************************
****************************************

Non dobbiamo generare un equivoco:
---- La credenza e la religione non sono sempre il negativo, ma sono l'indispensabile percorso che si deve seguire per giungere alla personale relazione con Dio.
Questo non è tanto vero sul piano teorico, ma sul piano pratico come si può fare a meno del popolo di Dio in cammino?

Camminare in gruppo e andare in cordata rende il cammino assai meno pericoloso e confortante.


--- LA RELIGIONE RAPPRESENTA ANCHE LA COMUNITà DEI CREDENTI, ESSA ESPRIME I MISTERI DEL SIGNORE E CERTIFICA L'AUTENTICITà DEL TUO CAMMINO SPIRITUALE, PERCHè NELLO SPIRITUALE LE ANBIGUITà SONO ENORMI.----


---- Se un uomo poi si ritiene cos'ì presuntuosamente adulto nella fede, tanto da voler scavalcare la sua religione o di fare a meno della chiesa, sappia che io non mi ritengo cos'ì.

---- Ora, metto il dito nella piaga di molti di noi, la comunione, vera, intima e reale è indispensabile, ma quanto difficile e impegnativa, a volte impossibile nelle istituzioni ecclesiastiche.


Nota 13° --- "cellula di base" Consiglio di costituire nella tua casa, una "cellula di base" con pochissimi fratelli elettivi, per una comunione perfetta nella lode e nella intercessione. Si tratta di un investimento importante, ma molto proficuo e produttivo per ottenere la potenza di Dio nella tua vita.


---- Sempre vado considerando come posso vivere in comunione con i fratelli della fede, anche quando Dio me li trasforma in spine.

----- Come posso io dire se si tratta di un falso fratello?

Solo Dio conosce l'esito finale di una persona!

---- Pittosto, bisogna avere presente la frase dell'apostolo Paolo che dice:
" Come puoi dire di amare Dio che non vedi, se non ami il fratello che vedi. "



----------- Bisogna avere la benevola tendenza a non giudicare ma a scusare il prossimo, come Gesù che, addirittura ben sapendo come fossero indemoniati i suoi carnefici disse:
" Padre, perdona loro che non sanno quello che fanno ".
A questo punto del SUO DONO SUPREMO, non voleva che il suo Sangue e il suo Amore andassero perduti.


----- Non è questa, piuttosto la famosa spina di S. Paolo?
----- Forse sono proprio le incomprensioni e le contraddizioni che si incontrano con i fratelli della fede la sua spina.
---- Per fratello non è inteso il prossimo in generale, ma il tuo fratello nella fede, con cui tu sei un solo corpo.

----------- Si, noi siamo sempre un corpo!

Va chiarito però che la religione non è il fine, ma il mezzo a volte indispensabile.
La religione è come un cartello che indica la direzione e senza del quale ti smarriresti.
La religione buona è come una madre, che quando ha successo rende adulto e indipendente il suo figlio.
La religione cattiva è come una madre che trasforma il figlio in un bambinone a vita, attraverso ricatti istituzionali e attraverso il clericalismo, che diciamolo pure, e tutt'altro che uno spauracchio nelle nostre chiese.

----------- Dio ci ha creato per amore, e solo nell'amore troveremo la nostra logica e la Sua.

Da noi Dio si aspetta solo di essere ricambiato nell'amore, solo da questa relazione può nascere qualcosa di autentico...


14° Nota --- A Dio non si danno gli avanzi
Attento! A Dio non si danno gli avanzi o i rimasugli, ma le primizie.


Da parte nostra, dobbiamo piccoli gesti simbolici, di attenzione e rispetto, ma offerti come primizie.
Per questo prima:

1 - di alzarci,
2 - di cibarci,
3 - di lavorare,
4 - di far l'amore,
6 - di giocare,
7 - di divertirsi, ecc...

Eleviamo a LUI un pensiero riconoscente.

LODIAMOLO DI CONTINUO!

Lui si sente onorato, anche quando noi rispettiamo i dieci comandamenti.
Non limitiamoci alla fredda lettera della legge, ma entriamo nello Spirito dell'amore.
Sappiamo di poter "uccidere", anche con il disprezzo o l'emarginazione?

Vorrei tanto che Dio usasse le tue mani e i tuoi piedi,
i tuoi occhi, la tua bocca e il tuo cuore.
Alleluia!


********************
*******************************
6° PARAGRAFO
CAUSA DELLA CRISI CONTEMPORANEA
****************
*************************

----------- Questa mia opera si pone contro quei motivi che hanno portato in crisi la Chiesa Cattolica e questa di conseguenza ha costretto alla crisi la nostra società contemporanea.


Nota 15° --- LA CHIESA DI CRISTO DEVE ESSERE DEGNA DI LUI: BELLA E BONA E SANTA! Chiaro?


----------- Quando la chiesa nei suoi teologi ed esegesi ha preteso di dare una lettura orizzontale delle Sacre Scritture e di sottoporle a verifica dalle cos'ì dette scienze positive è avvenuto quel disastro o quel sacrilegio che è sotto i nostri occhi:
di psicanalizzare, sociologizzare, destrutturare, frullare, liofilizzare e mitizzare la Parola di Dio, rendendola di fatto un fenomeno umano religioso e non una manifestazione del TRASCENDENTE.

---- Tre esempi di errato accostamento alla Parola di Dio.

1° - Esempio:
Una vittima dello scientismo:

----- Osserviamo un bravo e zelante sacerdote nato nel 1907 in provincia di Belluno, protagonista di eventi soprannaturali quanto sicuramente esoterici.
----- La sua colpa?

----- Aver messo sullo stesso piano la riflessione della "ricerca" scientifica, con la Verità delle Scritture eterne e definitive e aver cercato di farle collimare.
Suo errore culurale:
----- "Non ha forse "dimostrato" la scienza che tutto quello che esiste è per un processo evolutivo?": lui pensò.

---- Il Diavolo lo ha ben servito con apparizioni sul come si è evoluta la razza umana:

" CERCAVO LA VERITà PER FAR CONCORDARE LA SCIENZA CON LA BIBBIA
E LA "VERITà" MI VENNE INCONTRO. "

Buona notte!!!
Insomma, se la verità è vera non può essere usata strumentalmente o ideologicamente per far collimare le nostre teorie.
Altrimenti, ci mettiamo sullo stesso piano della teoria darviniana,
CHE OGGI è UNA TEORIA SCIENTISTA ASSERVITA ALL'IDEOLOGIA.

---- Poichè il mondo di DIO non è tridimensionale, qualunque siano le conclusioni scientifiche, esse nulla possono negare o confermare di realtà che sono presenti in un'altra dimensione e sotto un'altro sistema di leggi "scientifiche".

Pertanto, la fede in Dio e in Cristo risorto, non potranno mai essere di competenza del nostro campo scientifico tridimensionale.

Non è corretto, quindi, tirare per la giacca il mondo scientifico per confermare le verità della fede.

Tuttavia, una scienza libera da ipoteche scientiste ed ideologiche, troverà che la Bibbia aveva ragione!

---- Io non ho fretta!
- CHIARO? ----

----------- Ritornando a questo meraviglioso sacerdote nato in provincia di Belluno, potrei convincerlo facilmente del suo errore spirituale (se lo avessi trovato ancora in vita), anche attraverso la specifica fenomenologia soprannaturale che lo ha coinvolto perchè ha avuto l'impossibilità più volte di farsi il segno della croce, o di poter benedire la visione che lo coinvolgeva, inoltre i suoi piedi erano bloccati al pavimento, ecc...
---- DIO NON BLOCCA NESSUNO!
La Madonna a Fatima sorrise quando Lucia la spruzzò con l'acqua benedetta.


NOTA 16° --- Assoluta impreparazione dei preti per le strategie del nemico e per le realtà dell'occulto.

Come sono sprovveduti, generalmente, i nostri preti riguardo agli spiriti maligni
e al loro discernimento! Mi fanno pena!
La colpa però non è la loro, nei seminari non è prevista alcuna formazione.
L'argomento viene semplicemente rimosso.

Ne quel sacerdote di Belluno era i grado di aiutarsi,
ne i suoi confratelli, con il suo vescovo, sono stati in grado di aiutarlo, e questo solo per ignoranza.
Quello che hanno saputo fare è stato solo minacciarlo.
Quando ero nella facoltà teologica, metà dei miei docenti preti, non credevano nell'esistenza del diavolo.


SI VEDE CHE NELLA CHIESA CATTOLICA C'è QUALCUNO PIù AUTOREVOLE DEL PAPA, VISTO CHE L'ISEGNAMENTO DEI PONTEFICI è INEQUIVOCABILE.


Magari, io venissi solo rimproverato dai miei superiori per queste mie riflessioni, ma loro, i teologi, non continueranno ex-cattedra a dire ai seminaristi che il diavolo non esiste?


Il cattolico dott. prof. Cesare Ghinelli, Primario Specialista in Pediatria all'ospedale di Torino, quando nei simposi scientifici parla di Dio, nessuno osa contestarlo!

Il dottor Ghinelli, "insegna" regolarmente sulle astuzie del nemico e su tutti i movimenti che a lui si ispirano, dalla "TBNE" TV satellitare cristiana interconfessionale, gestita da fratelli evangelici.
Chissà perchè non viene invitato a SAT 2000, dove non mancano le telenovelas?

Quando vedremo una TV Satellitare Cattolica totalmente dedicata alla sola Parola di Dio?
Il cattolico dott. prof. Cesare Ghinelli, Primario Specialista in Pediatria all'ospedale di Torino, è domiciliato a Malandriano (Parma)
illustra la teoria, con molte esperienze della sua vita, infatti, sono molte le espeienze da lui fatte per questo ministero di liberazione che il Signore gli ha affidato...

Chissà perchè se vuoi trovare un insegnamento cristiano di esegesi biblica avanzata devi andare ad una TV gestita da una coppia di sposi evangelici?

Quando anche noi cattolici avremo una TV Satellitare, totalmente dedicata alla Parola?

Certo anche noi abbiamo tanti preti molto preparati, sugli inganni del nemico, ma l'argomento da noi non è ancora di moda.



Ritornando a quel sacerdote nato in provincia di Belluno e alla stessa radice positivistica del suo tragico errore intellettuale, ovvero di non aver capito che,
un impianto scientifico si poggia su assiomi,
quando questi vengono rivisti tutto crolla, cosa che è avvenuta alla matematica e alla fisica quando si è passati da Euclide a Galilei a Newton e poi a Einstain.

----------- Molte teorie scientifiche hanno tutte la data di scadenza, alcune come i pesci durano appena tre giorni, se poi durano e durano a lungo è solo per motivazioni ideologiche, come è per la teoria dell'evoluzione.


Nota 17° --- La teoria dell'evoluzione per quanto riguarda il passaggio tra le specie diverse, a distanza di 100 anni non è stata ancora dimostrata.


----------- Attuale condizione di molta teologia malata.

---- Noi abbiamo bestemmiato, divinizzando le attuali scoperte scientifiche, non abbiamo compreso che esse sono relative nel mare della conoscenza come una goccia lo è di fronte al mare.

---- Quando la ricerca scientifica, - quella libera - non asservita all'ideologia, come è attualmente la teoria evoluzionistica, potrà esprimersi, si avranno più rapidi progressi nella conoscenza!

----------- Come mai con milioni di specie sulla terra non è stato trovato un solo fossile che sia la dimostrazione del passaggio da una specie ad un'altra?

----------- Perché non si da enfasi sulla Parola "ricerca",
mentre la si da a "scientifica"?

----------- Non si comprende che la vera scienza è una ricerca continua non solo del nuovo, ma di una continua risistemazione del tutto?

----------- Come non ci si rende conto che, le conoscenze attuali sono come tanti paletti fragili che si devono spostare continuamente!
Se cos'ì non fosse non ci sarebbe progresso!

----------- La colpa più grave di quel sacerdote nato nel 1907 in provincia di Belluno è quella di porre una teoria scientifica sullo stesso livello della Parola definitiva di Dio.

Vogliamo mettere il lavoro dell'uomo sullo stesso piano del lavoro di Dio?

----------- Vogliamo usare le cosiddette scienze (dovremmo dire teorie scientifiche) umane, per giudicare Dio e la Sua Parola Eterna?

----------- Evviva l'intelligenza e il metodo storico critico, ma non andiamo oltre, questo metoto non può esaurire la profondità, l'ampiezza e l'immensità della Parola di Dio.

----------- Sappiamo che una lastra radiografica non è la PERSONA a cui appartiene?
Allora, perchè limitiamo i confini della Parola al metodo storico critico?

----------- Ma proprio questa grossolana ignoranza ha aperto la strada a quella crisi della comunità cristiana e a quella crisi dell'era contemporanea!

----------- Mi obietterai che la Terra non è più al centro del sistema solare?

Certo, infatti è al centro dell'universo!


Nota 18° --- Geocentrismo?
Se "il cuore di Cristo è il centro del mondo". Si! Teologicamente il pianeta Terra è il centro dell'universo, anche se questo non corrispondesse al centro geografico! --- ---


----------- La NASA ha fatto questa affermazione constatando
la equidistanza delle galassie più lontane dal nostro Pianeta
(Notizia riportata dal TG2).


Tuttavia, quello che ho detto ha solo il valore di una "battuta umoristica", non sarà l'ennesimo scontro tra fideisti e scientisti.

Infatti il mondo dimensionale di Dio è ila settimo, mentre noi ci troviamo solo al terzo e senza alcuna possibilità di andare al quarto.

Gli scienziati quindi, facciano il loro cammino, perchè la via dei teologi è un'altra totalmente diversa, anche se si avvale di un metodo scientifico.

La ricerca scientifica positivistica è orizzantale, mentre la ricerca scientifica teologica è verticale.
Solo sulla croce di Cristo - se sapranno volersi bene - potranno trovare un incontro.


Nota 19° --- origine dell'uomo

Comunque sia stata l'origine dell'uomo, questo non incide sulla sua realtà, riguardo alla sua origine teologica.
Egli fu collocato al di sopra degli angeli, prima della caduta nel peccato originale che avvenne nei primi 14 giorni dopo la sua creazione.



Purtroppo, dopo il peccato, fu tutt'altra storia. Secondo me, tuttavia, nonostante la sua caduta e degradazione e tradimento qualcosa contimuo ad attirare l'amore di Dio sull'uomo.

----------- Vogliamo dare per definitivi quei confini che la scienza ha il dovere di spostare di giorno in giorno?


SE SI SPOSTASSE IN MANIERA INFINITESIMALE LA LEGGE DI GRAVITà,
O L'INTENSITà ELETTRICA DELL'ELETTRONE,
O LA MASSA DEL PROTONE,
AVREMMO UN UNIVERSO COMPLETAMENTE DIVERSO.
TUTTO è PROGETTATO E ORCHESTRATO MAGNIFICAMENTE E L'UOMO SI TROVA AL CENTRO PERFETTO DEL MACRO COSMO E DEL MICRO COSMO.
LA SUA SOLA MENTE SUPERA IN COMPLESSITà TUTTO L'UNIVERSO
E QUESTO DOVREBBE ESSERE IMPOSSIBILE,
PERCHè NON PUò LA CAUSA SUPERARE IL PRODOTTO.
ORA, LA CAUSA può essere solo DIO CREATORE E ORCHESTRATORE.
INFATTI, SE L'UOMO IN COMPLESSITà SUPERA L'UNIVERSO MATERIALE
ALLORA, LA SUA CAUSA PUò ESSERE SOLO DIO.



- Volete dare per definitive le mie riflessioni sulla PAROLA di Dio?
VOGLIAMO SCHERZARE?

----------- Io non oso chiamare il mio lavoro esegetico, ma "tecnico", perché pur partendo dalla considerazione delle mie povere capacità e disponibilità,
tuttavia, conduco il presente lavoro con metodo razionale, quanto intuitivo, quindi sempre perfettibile e criticabile.

2° - Esempio:
opera esoterica, ma edificante ed istruttiva:


----------- Opera edificante quanto esoterica, anche se non eretica è quella di Maria Valtorta.
Opera che io da giovane non ho mai voluto leggere, pur non entrando nel merito della sua autenticità, solo perché non volevo farmi condizionare nella interpretazione e nelle conseguenti immagini mentali che lo Spirito Santo avrebbe voluto darmi leggendo i Vangeli.

Non volevo porre una ipoteca alla mia fantasia, e alla mia elaborazione concettuale.


Nota 20° --- l'oroscopo
L'oroscopo ipotecando la fantasia e l'emotività, trasforma in cretini, gli intelligenti figli di Dio.




----------- Non voglio togliere nulla alla bellezza interiore dell'autrice, ne voglio sconsigliare qualcuno dal leggere la sua opera, solo che io per ora non la leggerò.

----------- Dubito, inoltre che chi scopre la PAROLA, come si scopre una PERSONA, possa perdere il suo tempo leggendo un secondo libro.
Come Gesù di Nazareth si diventa un fondamentalista biblico mosso dallo Spirito di Dio.

Se scopri: " la sorgente di acqua viva nel tuo cuore ",
non vai più ad elemosinare un po d'acqua dalle pozzanghere!

----------- L'ipoteca sulla fantasia di come si sono svolti gli eventi della vita di Gesù, di per se già dovrebbe insospettire.

---- Oggi non mi pento affatto di quella scelta fatta in gioventù,
infatti si tratta - secondo me -
di una opera esoterica che se non mina le verità fondamentali,
pur non inquadra rettamente il mondo del soprannaturale dandogli una dignità che non ha, infatti è degno solo il mondo del divino.

----- Ribadisco, il soprannaturale è anche il mondo delle potenze ribelli e ostili a Dio.

Certo la tendenza del maligno è quella di essere bugiardo e assassino, ma questo non vuol dire che non possa ottenere i suoi obiettivi ugualmente rivelando delle verità, operando guarigioni o che sia molto rudimentale nei suoi attacchi.

MA IO, NON VADO NEL NEGOZIO DELLA MAFIA A FARE LA SPESA.

NE LEGGO LO STUPIDO OROSCOPO, INVECE DI CONSULTARE LA PAROLA DI DI0.


3°- Esempio:-

Rivelazioni di religioni attraverso presunti angeli:


----------- Certo, opere esoteriche sono quelle di un Rassel,
Mormon e Maometto,
infatti un'opera iniziata da Dio personalmente
che parla con diversi profeti e patriarchi
non può essere conclusa da un angelo.

----------- Dio ama così tanto i suoi figli che non li affida ad un servo,
ma si rivela ad essi intervenendo personalmente.
Gesù non ha dichiarato di se stesso di essere il "SIGILLO"?
Cioè Colui che compie l'opera iniziata dal Padre!
Chi di voi se avesse un figlio in imminente pericolo di vita,
pur potendolo aiutare personalmente
lo affiderebbe ad un altro?

----------- Quello che Dio ha iniziato personalmente con Abramo e Mosè lo fa finire da un angelo,
o piuttosto lo finisce LUI personalmente?

Quell'angelo, poi,
vi ha mostrato la sua carta di identità,
come fate a sapere che non sia un demone travestito?

Perché dice parole buone che portano al bene?
Non basta!

Il Dio di Maometto è forse falso? NO!
Maometto aveva forse cattive intenzioni? NO!
Infatti io mi sono sentito spesso come Maometto.

Cioè ho sempre cercato una via politica per rendere migliore questo mondo confuso.
Ho fatto un esperimento politico
fondando una associazione politica chiamata:
"Giustizia e Verità"

Infatti, ISLAM significa:
"Via della perfetta sottomissione a Dio!"
Che c'è di male allora in tutto questo?
Nulla!
Nulla se non che è la via della "carne".
Si tratta di una logica soluzione umana,
di fare un buon lavoro per Dio,
che al contempo, sia un buon lavoro per l'uomo.

Chi sogna la propria autodistruzione?
Chi sogna per se e per i propri cari il martirio?
Ma questa è la Via della Croce, una via solo apparentemente perdente!

C'è chi ha detto:
"Non temete, io ho vinto il mondo."

Una via umanamente impossibile, senza l'intervento della grazia!
Una via sicuramente impossibile, senza l'intervento della grazia!
Una via certamente impossibile, senza l'intervento della grazia!

C'è un abisso tra il martire cristiano e il martire-kamicaze degli islamici?
Il primo muore innocente,
l'altro quasi sempre uccide tanti innocenti insieme a se stesso.
Il primo martirio è testimonianza di amore,
il secondo è testimonianza di odio.

Allora, che cosa c'è di più naturale che essere un musulmano?
Allora, che cosa c'è di più naturale che odiare i propri nemici?
Nulla!

Io, proprio io, sono stato un cristiano maomettano!

Solo da poco, sto imparando ad arrendermi alla Sapienza della Croce!
Nel mio spirito vedo tanti musulmani "buoni" riempire il Paradiso,
come vedo tanti musulamni e cristiani "cattivi", riempire l'inferno.

Ma io, non voglio entrare in Paradiso come un musulmano.
Non voglio entrare in Paradiso come un glorioso e fedele servitore del Signore.
Io mi farò ammazzare dieci volte piuttosto,
ma alla compartecipazione della Vita Divina di Dio stesso, non voglio rinunciare!
Chi vuole entrare sudandosi come servo il suo posto nella GLORIA, entri pure, si accomodi,
io vi entrerò come Figlio di Dio.

Per questo rinuncio alla legge della spada
che i successori di Maometto usano ed useranno fino alla fine del mondo
per dominare il loro mondo e se possibile per dominare anche il mondo degli altri...
Ma stessero bene attenti a non usarla contro i Figli di Dio,
antrimenti, so io la strada che prenderanno, come "musulmani cattivi".
La mia strada è solo quella della Sapienza della Croce
che il Figlio di Dio ha già percorso prima di me e per me!


**************
***********************
**************************
******************
7° PARAGRAFO
--- IL TEMPO DI DIO E IL TEMPO DELL'UOMO ---

*******************

----------- LA VIA DELLA CROCE APRE IL TEMPO DI DIO E NOI GIà VIVIAMO LA VITA DEI RISORTI!

Abbiamo la consapevolezza che la Parola è un tesoro nascosto
che aspetta con ansia di essere scoperto?


Abbiamo la consapevolezza che la Parola è quell'unica perla preziosa
che rende necessaria la vendita di tutto il nostro patrimonio per essere comprata?
----------- La Parola di Dio è una perla preziosa di inestimabile valore,
può essere acquistata solo vendendo il patrimonio inestimabile della nostra vita.
Se non vendiamo proprio TUTTO di noi, non avremo le risorse per comprarla.
Abbiamo la consapevolezza che la Parola è una PERSONA che ci interpella?

La Parola ha venduto se stessa sulla croce, per acquistare noi!
Cos'ì dobbiamo vendere noi, per acquistare LEI.

----------- Una Parola definitiva destinata a parlare a tutti attraverso lo Spirito Santo, anche nei dettagli

- che tu ritieni erroneamente -

più insignificanti della tua vita, perché nulla di te per Dio è insignificante!
Sai quanti capelli hai ora sul tuo capo?
Certamente Dio li conta continuamente!
Puoi ora accettare, in fede, il SUO innamoramento pazzo per te?

Quando diciamo che ci ama in maniera infinita, siamo felici!
Ma quando pensiamo che cos'ì ama tutti e tutto, siamo gelosi?
Vogliamo l'esclusiva sul Suo amore, perchè non c'è vero amore se è un amore impersonale?
Bravo, hai proprio ragione, non è un amore impersonale!

Si tratta di un amore specifico pieno di sentimento e di personalismi,
ad eccezione dell'ingiustizia,

LUI sa portare maggiore o minore simpatia.

Dio ha i suoi gusti e le sue preferenze!

Come spesso avviene a più simpatia "per i poveri diavoli, che per i santi".

"In verità vi dico: si farà più gioia in cielo per un peccatore pentito, che per mille santi".


Certo, non ti deve bastare che ti ami infinitamente, fino a morire per te.
Infatti non basta!
Tu vuoi qualcosa di esclusivo, solo per te!
Si, è proprio cos'ì, tu puoi avere il Suo gusto specifico, la Sua simpatia specifica e la Sua preferenza specifica, come se fossi unico.
Perchè è secondo verità che per LUI è come se tu sei unico!


Chi può capire la frase di Gesù:
"Ti sia fatto secondo la tua fede?"


Ecco, cosa è l'inferno, la consapevolezza di aver perso tutto questo.

Sei pronto ad uscire dalle tue categorie mentali e ad entrare nelle Sue?
Sei pronto?


----------- Amante geloso, scruta continuamente i tuoi pensieri
alla ricerca del tuo più piccolo moto di distrazione, indifferenza o tradimento nei suoi confronti.


----------- Abbiamo la consapevolezza che tutto ciò che avviene nel materiale
è già stato vissuto e compreso nello spirituale
e dove noi vediamo un caotico manicomio senza senso,
Dio vi vede una armonia perfetta?

- Se LUI è in controllo, tutto per LUI avrà un senso!

----------- Ecco, la vera forza della fede,
Dio sa trovare un senso e quindi un riscatto, a tutti i più grandi fallimenti
e a tutte le più grandi frustrazioni o perdite.
ALLELUIA!

Gli altri, quelli che non hanno fede?
Staranno sempre a rodersi per le cocenti delusioni della vita!

QUANTI GRADASSI FUGGIRANNO COME SCARAFAGGI
NEL GIORNO DELLA MANIFESTAZIONE DEL SIGNORE!


GUAI A COLORO CHE NON HANNO IL CUORE E LO SPIRITO CONTRITO!


Se hai meno di 30 anni, non ti preoccupare di questo,
una maturità umana non deve mai essere preceduta da una maturità spirituale,
perchè tutto l'essere dell'uomo deve essere in armonia,
ACCELERARTI SPIRITUALMENTE è UNA ASTUZIA DEL NEMICO.
Quando cerchi Dio ricordati di avere, calma, dolcezza, amore,
pace e gioia, benevolenza, fiducia e moderazione.
Altrimenti?
Non sei nella Sua strada.
Quando un figlio spirituale di Padre Pio,
notando le sue grandi sofferenze,
chiese di poterle condividere, il Padre rispose:
"Il dolore è tutto mio, l'amore lascio a te!"
- Questo è il vero volto di Dio. -


GUAI AI GAUDENTI E AI SUPERBI!
Guai a coloro che non hanno il cuore lacerato.

GUAI A CHI NON SI IMMEDESIMA CON I SENTIMENTI DI CRISTO.

CHI NON VIVE NEI SENTIMENTI di Cristo e chi NON VIVE NELLA SUA MORTE AL MONDO,
come può PARTECIPARE ALLA SUA GLORIA?

IN FEDE DOBBIAMO APPLICARE LA MORTE DI CRISTO,
SE VOGLIAMO PARTECIPARE ALLA SUA RISURREZIONE E ALLA SUA GLORIA.
Riteniamoci, dunque, morti al mondo.
Infatti il peccato non può vivere quando uno è morto.

ORA, QUESTO è IMPOSSIBILE SENZA UNA RELAZIONE COSTANTE:
1- CON LUI,
2- CON IL SUO SPIRITO E
3- CON LA SUA PAROLA.

Siamo come quei bambini piccoli,
che dopo aver tanto gattonato,
ora appoggiandosi alle sedie imparano a mettere i primi passi per fede.


----------- Per questo in Daniele 7,1-14 tutto parte da un tempo di Dio,
che è al di fuori del tempo degli uomini:
allora, dobbiamo cambiare la nostra prospettiva!


Quello che noi vogliamo è che il nostro tempo non vada perduto,
ma diventi salvifico, incontrando e intersecandosi con il tempo di Dio.

Ora, il primo miracolo che compie la Parola, quando ti avvicini a LEI
è quello di sottrarti al tempo della fragilità e della corruzione e di introdurti nel Suo tempo eterno.

Che onore e che prospettiva.
Puoi guardare tutti e tutto dall'alto in basso!

Tutto è già stato compiuto!

Gesù disse dalla Croce:
"TUTTO è COMPIUTO!"


Per questo tu puoi già prendere possesso del tuo trono
(che è lo stesso trono dell'Agnello, in quanto tu appartieni al Suo Corpo)
nei luoghi celesti e di li puoi guardare la terra.

Puoi anche essere nell'indigenza sulla terra, ma mostrerai sempre la tua regalità.

Gesù disse dalla Croce:
"TUTTO è COMPIUTO!"


Siamo stati, per questo sacrificio di Cristo, sigillati nella Gloria.

Per questo Paolo potè dire:
"Chi ci separerà dall'amore di Cristo?
Forse la persecuzione o la spada?
Ma su tutte queste cose noi siamo più che vincitori
per virtù di Colui che ci ha amati."


----------- Rinnoviamo la freschezza del nostro battesimo,
e diamoci una maggiore consapevolezza del nostro essere in Cristo.


Hai bisogno di qualcosa di definitivo?
Vuoi qualcosa che rimanga per sempre?
Nulla è definitivo in questo mondo,
ma solo Cristo è la Parola definitiva del Padre.
Ora questa rivelazione che può venire a te continuamente,
come una sorgente:
nel Sangue, nell'Acqua e nella Parola,
che sono i sacramenti della Chiesa.

Le rivelazioni apocalittiche,
non rappresentano la parola fine sull'argomento,
infatti sono come una traccia da seguire per giungere alla meta.

Altri hanno passato la loro fiaccola della fede a me, ed io, quello che ho ricevuto da altri gratuitamente, gratuitamente passo a te.

----- Ad essere esaltata sia sempre la Verità e non il suo momentaneo servitore.

----- Certo è che la Verità fu sigillata con l'unico scopo
che deve un giorno essere rivelata,
infatti, essa deve compiersi fino alla fine, e si compirà.

----- Ora, tocca a te passare la fiaccola, affinchè possa progredire la rivelazione e possa realizzarsi.
Noi non siamo dei burattini, ma dei collaboratori di Dio.

----- "Non passerà un segno dalla Parola prima che tutto sia compiuto"
-: disse Gesù.
Ora gli estremi confini della terra, per noi sono rappresentati dalla Cina.

----------- Come è logico pensare, l'ultima ondata di evangelizzazione coinvolgerà la CINA,
questo è necessario, perchè non c'è vero progresso senza moralità.
La superiorità degli USA durante la seconda guerra mondiale è consistita principalmente
dalla loro superiore moralità, in riferimento a tutti gli altri popoli coinvolti nel conflitto bellico.

Se si può entrare sotto la protezione divina come nazione, solo se viene mantenuto alto il concetto della moralità,
allora manteniamolo alto questo concetto. La qualità della nostra vita sociale ne troverà giovamento.

L'eventuale asteroide non si abbatterà forse su quel continente che avrà la minore moralità?

Dio non manda un uragano o un terremoto, ma le popolazioni sottomettondosi al diavolo,
estromettono Dio e di conseguenza si privano dell'ombrello della sua protezione.


La CINA attualmente sottovaluta come il problema della ricchezza
possa far innalzare il problema dell'immoralità,
e dell'ingiustizia sociale nel prossimo futuro.
Ma se la Cina non darà una possibilità al cristianesimo e alle religioni in genere di potersi esprimere,
la questione della giustizia sociale le sfuggirà di mano!


----------- Gli uomini consacrati a Dio,
con la loro preghiera e la loro testimonianza,
sono determinanti nei destini dei popoli!

----------- Per questo ogni popolo conservi con gelosia ,
il senso più alto della propria moralità,
ma il popolo ebraico conservi alto anche il senso della sua consacrazione.

----------- Noi sappiamo che il tempo della fine dipende dagli ebrei,
sono essi infatti l'orologio della storia,
sono loro che devono costruire il terzo tempio di Gerusalemme.
Quando questo tempio sarà riedificato,
il tempo di Dio tornerà di nuovo ad intersecarsi con il tempo degli uomini.

Questo terzo tempio - secondo me, per diversi motivi - come vedremo oltre -
dovrà essere edificato sul monte degli Ulivi.

----------- Se questo Tempio non fosse realizzato,
come l'Anticristo potrebbe interromperne i due simbolici sacrifici quotidiani?

Preghiamo allora per la santità del popolo ebraico e per la pace di Gerusalemme.
Affinchè presto il tempo di Dio abbia nuovamente ad intersecarsi con il tempo degli uomini.


Poichè sei stato redento, tutto quello che è di Cristo è tuo,
Cristo sulla Croce ha comprato tutto di te e ti ha dato tutto di Se.

Formalmente sottomettiti alla Sua Signoria.

DI TUTTE QUESTE tue cose LUI si è RIVESTITO e gli appartengono.

HA COMPRATO TUTTO DI TE, AL PUNTO CHE TU NON TI APPARTIENI,
allora, liberamente offrigli tutto questo:

1- TUTTO IL PECCATO E LA VERGOGNA;
2- OGNI FORMA DI BISOGNO E TUTTE LE MALATTIE;
3- TUTTE LE ANSIE, I PROBLEMI, LE ANGOSCE E LE PAURE;
4- TUTTI I DEBITI FINAZIARI;
5- TUTTO IL TUO CORPO;
6- TUTTO IL TUO SPIRITO;
7- TUTTI I TUOI SOLDI;
8- TUTTI I TUOI AFFETTI;
9- TUTTO, INSOMMA PROPRIO TUTTO DI TE HA PORTATO SULLA CROCE E QUINDI
TU NON APPARTIENE PIù A TE STESSO!


DI TUTTE QUESTE SUE COSE LUI TI HA RIVESTITO e ti appartengono,
ha dato tutto di Se a te, AL PUNTO CHE LUI NON SI APPARTIENE:

1- LA SUA GLORIA E LA SUA REGALITà;
2- LA SUA SANTITà E IL SUO SACERDOZIO;
3- LA SUA DIVINITà E LA SUA AUTORITà;
4- IL SUO POTERE E LA SUA ETERNITà;
5- IL SUO PADRE E IL SUO SPIRITO;
7- TUTTO SE STESSO;
8- IL SUO REGNO E IL SUO TRONO;
9- INSOMMA PROPRIO TUTTO CIò CHE HA E TUTTO CIò CHE è,
E QUINDI LUI NON APPARTIENE PIù A SE STESSO, MA TI APPARTIENE.


L'unica discriminante e la fede perfetta e la proclamazione a voce alta dei tuoi diritti.
Quando diventi consapevole di quello che sei, il diavolo non può più toccarti.
Quindi, non c'è un limite a questa fede in CRISTO, perchè anche il Suo tempo ti appartiene.
Puoi chiedere quindi, tutto alla Parola, anche la consapevolezza di tutto ciò che è stato e di tutto ciò che sarà.
Questo però, non con una finalità di pura curiosità,
ma con la finalità di perseguire gli interessi di Dio,
ovvero la salvezza delle anime...
Puoi percorre nelle fede il tempo di Dio,
andando indietro e in avanti e inserire intercessione e guarigione,
dove vedi odio, distruzione e disperazione.

Vuoi un esempio di fede perfetta e di controllo sul tempo?

Quando Gesù disse:
"Chi è senza peccato scagli la prima pietra"
Salvò una donna sorpresa in adulterio da imminente lapidazione.
Ora, la sua azione fu portata avanti con una sapienza che appartiene al tempo di Dio.
Lui, oltre ad avere molti modi, interni ed esterni per intervenire sull'uomo,
non avrebbe potuto pre-vedere ogni possibile azione e interazione?
Certo!
Cos'ì il Suo intervento in favore di quella donna fu efficace!
A lui interessava la conservazione fisica di quella donna?
Solo relativamente!
L'obiettivo principale di Gesù era quello della sua conversione e della sua santità.
Se sei in Cristo allora,
sei padrone del tuo tempo o tempo degli uomini e sei padrone del tempo di Dio.
Cioè sei il vero Signore di te stesso.
Perchè tutto può l'amore, perchè Dio è amore!

*******************
***************
**************************
8° PARAGRAFO---
LE RIVELAZIONI SONO IN REALTà UN

INCORAGGIAMENTO!

****************
*******************
----- Le rivelazioni bibliche, le visioni del futuro,
sono sempre date dopo periodi particolarmente drammatici.
----- In queste rivelazioni Dio Padre, ti invita a guardare
l'esito finale della Sua opera,
perché tu comprenda il grande significato della tua vita
all'interno della storia di tutta l'umanità,
non ti scoraggi e inoltre ti rassicura sul fatto che
tutto è sempre sotto il suo controllo,
ti rassicura sull'esito finale dei tuoi sforzi in Lui.
---- Ti sei conservato fedele a prezzo di sofferenze
ed hai intenzione di mostrarti ancora fedele?
Allora, meriti una rivelazione!

---- Ecco, che quello che è oscuro ai teologi più famosi,
Dio lo rende chiaro a te!

----- In Daniele 2,31
si parla della "Pietra" che è Cristo
staccatasi soprannaturalmente dal "Monte".
----
----- Questa Pietra stritolerà ogni regno umano-diabolico,
e ogni mente carnale che si affida alla mentalità di questo mondo
per fare pastorale-pastorizia,
o per ottenere i propri risultati.
Quanti sono i vescovi che hanno la certezza di aver resistito all'episcopato,
ed ora non hanno il sospetto che sia stato il frutto del loro carrierismo ecclesiastico?


S. Agostino tremava per il suo ministero,
ma alcuni vescovi io li vedo boriosi,
pensano di scaricare le loro responsabilità eleggendo dei collaboratori.
----- Ricordati del versetto che dice: "Maledetto l'uomo che confida nell'altro uomo
e non pone nel Signore la sua forza".
-----
----- Questa roccia che in Daniele si stacca soprannaturalmente,
non solo distrusse tutte le potenze ribelli, ma:
"divenne una grande montagna che riempì tutta la regione" Dn 2,37.
-----
----- Questa montagna è un peso impossibile per i ribelli.
---- La sovranità di Dio, inoltre, è assoluta sul mondo delle sue creature,
che pur nel loro libero arbitrio hanno la libertà di manifestare la loro cattiveria.
Infatti, in Dn 4,10:
---- "Ecco un vigilante, un santo, scese dal cielo e gridò a gran voce:
tagliate l'albero e stroncate i suoi rami".
----- Inoltre,
la si infrangerà l'orgoglio dei tuoi flutti - disse al mare -
e ad ogni opera orgogliosa dell'uomo!

-----
Concludendo:
Dio pone un limite ad ogni cosa, sia nel naturale che nel soprannaturale.
---- Anche le più grandi bestie infernali sono impotenti davanti al potere di Dio
come si dimostra in Dn 7,11-12.

Annuncio del Regno Messianico

Dn 2,28 la grande montagna

[28] ma c'è un Dio nel cielo che svela i misteri
ed egli ha rivelato al re Nabucodonosor quel che avverrà al finire dei giorni.
Ecco dunque qual era il tuo sogno e le visioni che sono passate per la tua mente,
mentre dormivi nel tuo letto.
[29] O re, i pensieri che ti sono venuti mentre eri a letto riguardano il futuro;
colui che svela i misteri ha voluto svelarti ciò che dovrà avvenire.
[30] Se a me è stato svelato questo mistero,
non è perché io possieda una sapienza superiore a tutti i viventi,
ma perché ne sia data la spiegazione al re
(mio prezioso e nobile lettore, figlio di Dio e di natura regale e divina, mio re)
e tu possa
conoscere i pensieri del tuo cuore.
[31] Tu stavi osservando, o re, ed ecco una statua,
una statua enorme
(le istituzioni umano-diaboliche),
di straordinario splendore,
si ergeva davanti a te con terribile aspetto.
[34] Mentre stavi guardando,
una pietra si staccò dal monte,
ma non per mano di uomo,
e andò a battere contro i piedi della statua,
che erano di ferro e di argilla,
e li frantumò.
[35] Allora si frantumarono anche il ferro, l'argilla, il bronzo,
l'argento e l'oro e divennero come la pula sulle aie d'estate;
il vento li portò via senza lasciar traccia, mentre la pietra,
che aveva colpito la statua,
divenne una grande montagna che riempì tutta quella regione.
(tutto verrà frantumato e
stritolato davanti a Cristo e al Suo Dominio).
------ Ecco, la vera gloria, vera perché assoluta e definitiva, ora,
compare Cristo in Dn 7,12-14 nella sua gloria e nel suo potere incontrastato.
--- IL FIGLIO DELL'UOMO ---

Dn 7, 13] Guardando ancora nelle visioni notturne,
ecco apparire, sulle nubi del cielo,
uno,
simile ad un figlio di uomo;
giunse fino al vegliardo e fu presentato a lui,
-
[14] che gli diede potere, gloria e regno;
tutti i popoli, nazioni e lingue lo servivano;
il suo potere è un potere eterno,
che non tramonta mai,
e il suo regno è tale
che non sarà mai distrutto.
-


70 settimane------- Da Daniele a Cristo
70 x 7 = 490 anni (Dn 9,24).
[24] Settanta settimane sono fissate
per il tuo popolo e per la tua santa città
per mettere fine all'empietà,
mettere i sigilli ai peccati, espiare l'iniquità,
portare una giustizia eterna,
suggellare visione e profezia e ungere il Santo dei
santi.
---- Questa visione di Cristo avuta 500 anni circa prima della sua nascita
è una profezia che ha un valore storico enorme,
come le (oltre)332 profezie bibliche
dell'antico testamento che parlano di Gesù di Nazareth il Cristo e il Messia anche nei più
piccoli particolari della sua infanzia in Egitto.
---- Queste profezie dettagliate per la scienza della statistica e secondo il calcolo delle probabilità,
dimostrano attraverso una cifra con un esponenziale enorme la divinità di Gesù di Nazareth.
----- La possibilità statistica che una persona possa
adempiere solo 48 profezie messianiche è pari a 1/10 alla 157 potenza,
ovvero un esponenziale con 157 zeri.
Citazione: Benny Hinn in
"L'Agnello di Dio" sett 05, ed. Linea Blu - Pescara.
www.eurodestinyimage.com L'AGNELLO DI DIO: 332 PROFEZIE ADEMPIUTE
PER IMPRESSIONARVI EFFETTIVAMENTE,
ECCO, COSA fu profetizzato migliaia e centinaia di secoli prima,
e COSA INCONTRERETE:
v Il Messia sarebbe sorto dalla discendenza di Abraamo;
v Il Messia sarebbe sorto dalla discendenza di Isacco;
v Il Messia sarebbe sorto dalla discendenza di Giacobbe;
v Il Messia sarebbe disceso da Giuda;
v Sarebbe nato a Betlemme;
v Sarebbe nato soprannaturalmente da una Vergine;
v Sarebbero stati costretti a fuggire in Egitto;
v Il Messia avrebbe predicato in Galilea e al Giordano;
v Cristo sarebbe stato respinto dal suo stesso popolo;
v Cristo discendente di Isai, padre di Davide,
avrebbe mostrato un carattere inusuale;
v Sarebbe entrato trionfalmente su un asinello a Gerusalemme.
v Sarebbe Stato tradito per trenta pezzi d'argento;
v Fu predetto che quel denaro sarebbe stato insanguinato;
v Sarebbe stato accusato da falsi testimoni;
v Sarebbe rimasto in silenzio quando lo avrebbero accusato durante il processo farsa;
v Che si sarebbe offerto volontariamente per i peccati del genere umano;
v Che sarebbe stato crocifisso con dei criminali comuni;
v Davide, specificò che le mani e i piedi gli sarebbero stati forati;
v Sarebbe stato deriso, insultato e ingiuriato, dal popolo;
v Che avrebbe avuto la vergogna della nudità;
v Che gli avrebbero dato da bere fiele ed aceto;
v Che il costato sarebbe stato trafitto da una lancia (Zaccaria);
v Che avrebbero tirato a sorte la sua tunica;
v Sarebbe stato sepolto nella tomba di un ricco;
v Davide, dichiarò la Sua risurrezione dopo la sua morte;
v Davide, dichiarò che sarebbe asceso al cielo;
v Che il suo messaggio avrebbe raggiunto le estremità della terra;
Chi non è onesto intellettualmente, distolga subito lo sguardo da questo studio!

-

-***********
***************
**************
*********************
9° PARAGRAFO
TUTTA LA STORIA DELL'UMANITà
**************
***********
---- Tutta la Bibbia abbraccia più volte e in diversi modi la storia di tutta l'umanità
e il suo esito finale che è ormai scontato:
----------- "Cristo ha messo sotto i piedi tutti i suoi nemici
e ne ha fatto un pubblico spettacolo",
quelli che hanno fatto paura a tanti che figura da buffoni faranno!
-
----------- Anche se sinteticamente,
tutta la storia dell'umanità si trova compressa nei versetti di
Dn 7,17-28.
[16]- mi accostai ad uno dei vicini
e gli domandai il vero significato di tutte queste cose
ed egli me ne diede questa spiegazione:
[17] "Le quattro grandi bestie rappresentano quattro re,
che sorgeranno dalla terra;
(i poteri assolutistici e dittatoriali)
[18] ma i santi dell'Altissimo riceveranno il regno
e lo possederanno per secoli e secoli".
(la chiesa terrena)
19] Volli poi sapere la verità intorno alla quarta bestia,
che era diversa da tutte le altre e molto terribile,
che aveva denti di ferro e artigli di bronzo
e che mangiava e stritolava e il rimanente se lo metteva sotto i piedi e lo calpestava;
[20] intorno alle dieci corna che aveva sulla testa e intorno a
quell'ultimo corno che era spuntato e davanti al quale erano cadute tre corna
e del perché quel corno aveva occhi e una bocca
che parlava con alterigia e
appariva maggiore delle altre corna.
(anticristo)
[21] Io intanto stavo guardando e quel corno muoveva guerra ai santi e li vinceva,
---(gli uccisi e i perseguitati in odio a Dio e Cristo)---
[22] finché venne il vegliardo e fu resa giustizia ai santi dell'Altissimo
e giunse il tempo in cui i santi dovevano possedere il regno.
--- (governo totale di Dio, Dio tutto in tutti) ---
[23] Egli dunque mi disse:
"La quarta bestia significa
che ci sarà sulla terra un quarto regno diverso da tutti gli altri
e divorerà tutta la terra,
la stritolerà e la calpesterà.
[24] Le dieci corna significano che dieci re sorgeranno da quel regno
e dopo di loro ne seguirà un altro,
diverso dai precedenti:
abbatterà tre re
[25] e proferirà insulti contro l'Altissimo e distruggerà i santi dell'Altissimo;
penserà di mutare i tempi e la legge;
i santi gli saranno dati in mano per
un tempo, più tempi e la metà di un tempo
(il governo dell'anticristo).
[26] Si terrà poi il giudizio e gli sarà tolto il potere,
quindi verrà sterminato e distrutto completamente.
[27] Allora il regno, il potere e la grandezza di tutti i regni
che sono sotto il cielo saranno dati al popolo dei santi dell'Altissimo,
il cui regno sarà eterno e tutti gli imperi lo serviranno e obbediranno".
[28] Qui finisce la relazione.
Io, Daniele, rimasi molto turbato nei pensieri,
il colore del mio volto si cambiò
(il peso di quello che fu trasferito intuitivamente a Daniele è enorme) e
conservai tutto questo nel cuore.
----------- Dn 7, 18
parla del potere che è stato dato alla Chiesa di Cristo per tutti i secoli,
fino alla venuta dell'anticristo che
dovrebbe regnare complessivamente per circa 11 anni,
nei quali, alla fine del suo governo per soli 1150 giorni
(tre anni, un mese e 24 giorni)
riuscirà a far cessare il sacrificio
quotidiano del terzo tempio di Gerusalemme.
---- Questo poi ritornerà sotto il controllo degli Ebrei
preludio della decadenza politica dell'anticristo,
che comunque potrà essere annientato solo dalla seconda venuta di Cristo sulla terra.
----
----------- Dn 7, 20 e Dn 7, 24-25 parlano dell'ultimo corno,
dell'anticristo che come i suoi predecessori ha sempre ucciso i cristiani,
questi secondo una stima odierna ammontano a più di 70 milioni di uccisi per la fede in Cristo
(vedi Antonio Socci "I nuovi perseguitati" ed. Piemme)
Oggi giorno, mediamente
vengono uccisi nel mondo 500 nostri fratelli,
mentre ben 300.000.000 sono oggi i cristiani nel mondo sotto pesanti discriminazioni e torture,
questo ovunque non c'è tolleranza e libertà di religione.
----------- Questo rende attuale fino alla fine del
mondo il terzo segreto di Fatima.


POICHè A DIO PIACCIONO I NUMERI PERFETTI, PRESUMO CHE I MARTIRIZZATI PER CRISTO AMMONTERANNO A 12.000.000 FINO ALLA FINE DELL'UMANITà ----

---- Dn 7, 22 e 26-27
parla della vittoria definitiva dei santi e dell'instaurarsi
di nuovi cieli e di nuova terra.

******************* ***********
******************
10° PARAGRAFO
L'ARCANGELO MICHELE IL DIFENSORE DI ISRAELE.
IL CAMPIONE DI ISRAELE
E
LE DATE APOCALITTICHE

*********
**************
----------- In Dn 8,11 si ribadisce una verità, più volte confermata:
l'Arcangelo S. Michele è il protettore del popolo ebreo,
che tuttavia non viene chiamato qui principe.

Dio ha posto un equilibrio perfetto tra il mondo degli angeli e quello degli uomini celesti.
Se loro hanno prevalenza o sono soccombenti, nella loro missione, dipende da noi.
C'è quindi uguale corrispondenza tra i figli del mondo o terrestri e i demoni.
----------- Propriamente questo titolo di PRINCIPE è proprio dei cristiani figli di Dio.
Solo quelli che in Cristo sono di natura divina
sono anche di natura regale,
tutti gli altri, anche se nella gloria, sono servitori.
----------- Quelli che non si trovano nella categoria dei servitori sono i dannati.

[11] S'innalzò fino al capo della milizia e gli tolse il sacrificio quotidiano
e fu profanata la santa dimora.
[12] In luogo del sacrificio quotidiano fu posto il peccato e fu gettata a terra la verità;
ciò esso fece e vi riuscì Dn 8,11.
-
In Dn 10,12
[12] Egli mi disse:
"Non temere, Daniele, poiché fin dal primo giorno in cui ti sei sforzato di intendere,
umiliandoti davanti a Dio,
le tue parole sono state ascoltate e io sono venuto per le tue parole.
[13] Ma il principe del regno di Persia mi si è opposto per ventuno giorni:
però Michele, uno dei primi principi,
mi è venuto in aiuto e io l'ho lasciato là presso il
principe del re di Persia;

LE DATE APOCALITTICHE


1 ) ----- 70 settimane:
Daniele Cap 9,21
- [21] mentre dunque parlavo e pregavo, Gabriele, che io avevo visto prima in visione, volò veloce verso di me:
era l'ora dell'offerta della sera.
[22] Egli mi rivolse questo discorso:
"Daniele, sono venuto per istruirti e farti comprendere.
[23] Fin dall'inizio delle tue suppliche è uscita una parola
e io sono venuto per annunziartela,
poiché tu sei un uomo prediletto.
Ora sta attento alla Parolae comprendi la visione:
[24] Settanta settimane sono fissate per il tuo popolo
e per la tua santa città per mettere fine all'empietà,
mettere i sigilli ai peccati,
espiare l'iniquità, portare una giustizia eterna,
suggellare visione e profezia e ungere il Santo dei santi.

[Da Daniele alla Seconda venuta di Cristo forse furono programmati 4900 anni,
ma vista la risposta disastrosa dell'umanità al messaggio di Cristo,
questi anni verranno accorciati per la preghiera dei santi e dei martiri,
che sono sulla terra e di quelli che sono nel cielo.
Questi anni verranno più che dimezzati,
speriamo vengano dimezzati perché la migliore società degli uomini sarà sempre troppo dolorosa per i cristiani].


Oppure:------ 70 settimane ------- Da Daniele a Cristo
70 x 7 = 490 anni (Dn 9,24).
[24] Settanta settimane sono fissate
per il tuo popolo e per la tua santa città
per mettere fine all'empietà,
mettere i sigilli ai peccati, espiare l'iniquità,
portare una giustizia eterna,
suggellare visione e profezia e ungere il Santo dei
santi.

2 ) ----- 7 settimane:
-Dn 9, 25]
Sappi e intendi bene,
da quando uscì la Parolasul ritorno e la ricostruzione di Gerusalemme
fino a un principe consacrato,
vi saranno sette settimane.

ipotesi: 490 anni per la nascita del Messia
o 49 anni dalla profezia a tutto il periodo della cattività Babilonese
fino alla morte di Zorobabele.

3 ) ----- 62 settimane:
Dn 9, 25]
Durante sessantadue settimane
[434 anni sono passati dal disastro della divisione
del regno di Giuda da quello di Israele alla costruzione del secondo tempio]
saranno restaurati,
riedificati piazze e fossati,
e ciò in tempi angosciosi.
[26] Dopo sessantadue settimane
[dopo i 434 anni della divisione dei
regni di Giuda e di Israele,
Zorobabele verrà ucciso con inganno,
egli deciderà di immolarsi come Cristo per la salvezza del suo popolo],
Dn 9,26]
un consacrato sarà soppresso senza colpa in lui;
Profezia duplice per Zorobabele e Cristo.
Dn 9,26]
il popolo di un principe che verrà
distruggerà la città e il
santuario [i romani nel 70 d.C.];
Dn 9,26]
la sua fine sarà un'inondazione
[occupazione della terra di
Israele]
e, fino alla fine, guerra e desolazioni decretate
[infatti, come è tutt'oggi].
Dn 9,27 è di scena l'anticristo
[27] Egli stringerà una forte alleanza con molti per una
settimana [l'anticristo tesserà alleanze per sette anni]
e, nello spazio di metà settimana,
[in sei mesi di intrighi
l'anticristo riuscirà a far cessare il sacrificio del tempio di
Gerusalemme]
farà cessare il sacrificio e l'offerta;
sull'ala del tempio porrà l'abominio della desolazione
(la statua che rappresenta il suo stemma)
e ciò sarà sino alla fine,
fino al termine segnato sul devastatore".

4 ) ----- 2300 sere e mattine:
---- Daniele Cap 8 [13]
Udii un santo parlare e un altro santo
dire a quello che parlava:
"Fino a quando durerà questa visione:
il sacrificio quotidiano abolito, la desolazione dell'iniquità,
il santuario e la milizia calpestati?".
[14] Gli rispose: "Fino
a duemilatrecento sere e mattine:
poi il santuario sarà
rivendicato".
----- [2300 diviso 2 è pari a 1150 che diviso 30 è pari a 38
mesi, ovvero 3 anni e 10 giorni]
- Poi (dopo la risurrezione dei
due unti),
il santuario sarà rivendicato dagli ebrei che lo
purificheranno e riconsacreranno
al punto che sarà chiamato
quarto tempio:
in esso scenderà il Messia,
la collocazione del
terzo e del quarto tempio riconsacrato
saranno sul monte degli
Ulivi.
---- Si passa a Dn 12,1 per i tempi della fine.

5 ) ----- 1290 giorni:
Daniele Cap 12 [11]
Ora, dal tempo in cui sarà abolito il
sacrificio quotidiano e sarà eretto l'abominio della
desolazione,
ci saranno milleduecentonovanta
(1290 giorni = 43 mesi = 3 anni e nove mesi).
pari a 43 mesi il tempo della impurità del tempio, infatti
1290 - 1150 = 140 giorni] .
140 giorni (cioè 4 mesi e 20 giorni) saranno necessari per
purificare,
consacrare e rimedicare il tempio
che ha subito la profanazione.
Al quarantatreesimo mese il Tempio di Gerusalemme sarà stato
completamente purificato e ridedicato dall'orribile profanazione
(questo sarà chiamato il quarto tempio).

6 ) ----- 1335 giorni:
Dopo 45 giorni di adorazione e culto il Signore verrà glorioso
sulle nubi del cielo ed ucciderà l'anticristo aprendo una nuova
era: l'era del Suo Regno.
---- Daniele Cap. 12
[12] Beato chi aspetterà con pazienza e
giungerà a milletrecentotrentacinque (1335 ) giorni.
[ pari a 44 mesi e 15 giorni ].
Quindi 1150 + 140 +45 = 1335

IL GOVERNO TOTALE DELL'ANTICRISTO
7 ) ----- Un tempo, più tempi e la metà di un tempo:

Daniele 9,27 l'anticristo:
[27] Egli stringerà una forte alleanza con molti per una settimana
l'anticristo tesserà alleanze per sette anni]
e, nello spazio di metà settimana,
[in sei mesi di intrighi,
l'anticristo riuscirà a far cessare il sacrificio del tempio di Gerusalemme]
farà cessare il sacrificio e l'offerta;
sull'ala del tempio porrà l'abominio della desolazione
-(la statua che rappresenta il suo stemma)
e ciò sarà sino alla fine,
fino al termine segnato sul
devastatore".
Daniele Cap 7, 25 l'anticristo:
[25] e proferirà insulti contro l'Altissimo e distruggerà i santi dell'Altissimo;
penserà di mutare i tempi e la legge;
i santi gli saranno dati in mano per un tempo,
più tempi e la metà di un tempo (11,5 anni).
[26] Si terrà poi il giudizio e gli sarà tolto il potere, quindi
verrà sterminato e distrutto completamente.
Allora, il computo totale del governo mondiale dell'anticristo è
pari a 11 anni circa, ovvero: 7,5 anni + 3,708 anni (1335
giorni) = [11 è il numero dell'incompiuto].


********************
************************
11° PARAGRAFO
ZOROBABELE, CHI ERA COSTUI?

LA PIù GRANDE IMMAGINE DEL CRISTO!


- INTRODUZIONE -
****************
***********************
---- Articolo ispirato e reinterpretato da:
---- Don Divo Barsotti, "ALLA VIGILIA DELL'EVENTO CRISTIANO",
meditazioni bibliche, edizioni O. R. - Milano 1988.
(Zorobabele pp. 93 -124).
---- Questo articolo lo devo a don Divo Barsotti e allo Spirito Santo.
---- Devo dichiarare tutta la mia gratitudine, ad uno dei più
grandi uomini di Dio dei nostri tempi, che ho avuto la fortuna
di conoscere, don Divo Barsotti.

---- Ho sofferto troppo, non solo per i miei ideali, ma anche
per i miei errori
(anche se il Signore ritiene che la colpa è sempre del diavolo).

---- Quindi, per meno soffrire, mi ero deciso ad accettare e
rivendicare in fede
le benedizioni bibliche che la Parola
promette, concentrandomi solo su di esse.

---- Volevo accettare solo la parte " dolce ",
per far vivere lo spirito
e rifiutare la parte " amara "
per far morire la carne.
Ma questo è mai possibile?
--- La Parola non può essere amputata o settorializzata,
essa va presa interamente!
Contrariamente devi
rinunciare ad essere un cristiano adulto!

----------- Tuttavia, non ho abbandonato la speranza della ricerca e sperimentazione spirituale,
di trovare una via cristiana vittoriosa,
in potenza e gloria.
Se consideriamo che Gesù non era un masochista,
e che comunque anche Paolo di Tarso ha preso tante botte,
io non mi faccio molte illusioni,
Gesù come disse a Paolo, così dice a noi:
"ed Io gli mostrerò quanto dovrà soffrire per il mio nome".

---- Ho cercato di addomesticare il mistero della Croce,
ma mi sono reso conto che la sapienza della Croce ha addomesticato me.
Questa sapienza sempre mi ha costretto ad affrontare la realtà della Croce,
è qualcosa che non puoi evitare.
Certo, con questa sapienza giunge anche la vittoria e il favore.
Per un uomo celeste il suo peccato è qualcosa di lacerante,
di insuperabile senza l'amore del Signore.
---- Allora, amare e accettare con convinzione la tua realtà,
saper perdonare se stessi,
è il giusto atteggiamento,
solo questo è l'unico modo per soffrirne meno. Di fronte allo scandalo della croce siamo tutti uomini,
siamo tutti Giudei!
Inesorabilmente Giovanni 12,40 riprende Isaia 6,9.
essi ci dicono che
se non sei dentro la sapienza della croce
sei fuori di Cristo,
anche se fai il vescovo brillante ed efficiente:
-
Giovanni 12,36 "Mentre avete la luce credete nella luce,
per diventare figli della luce".
Gesù disse queste cose, poi se ne andò e si nascose da loro.
[37]Sebbene avesse compiuto tanti segni davanti a loro, non credevano in lui;
[38]perché si adempisse la Parola detta dal profeta Isaia:
Signore, chi ha creduto alla nostra parola?

E il braccio del Signore a chi è stato rivelato?

[39]E non potevano credere,
per il fatto che Isaia aveva detto
ancora:
[40]Ha reso ciechi i loro occhi e ha indurito il loro cuore,
perché non vedano con gli occhi e non comprendano con il cuore,
e si convertano e io li guarisca!

[Dio lascia indurire ed accecare i suoi nemici,
proprio quei ribelli che fanno alleanze di morte con il peccato e così non li guarisce!

Acquistare visione spirituale e avere un cuore "tenero" ti predispone a ricevere il miracolo!]

[41]Questo disse Isaia quando vide la sua
gloria e parlò di lui.

---- Se non vuoi indurirti e accecarti,
devi essere pronto a perdere tutto quello che hai,
TUTTO DI TE, tutto quello che sei, cioè devi (perdere te stesso)
donandoti al Signore.
Ma in quali mani, potresti essere più al sicuro? Visto che tutto ciò che è di te stesso nella carne è legato al peccato,
non siamo solo peccatori, ma abbiamo una natura peccaminosa.
Allora, è meglio che la smetti di fidarti di te stesso e ti affidi al Signore.

---- O entri nella sapienza della Croce,
che è stoltezza per la logica del mondo
o ti illuderai di appartenere al Regno di Dio.

---- Il fatto che sei molto religioso o molto consacrato non ti servirà a nulla.

---- Nel tuo zelo religioso, come Paolo, perseguiterai e odierai
i veri servitori del Signore!

Arriverai a tanto fino all'ultimo?


**********************
**********************
12° PARAGRAFO
ZOROBABELE, perché è LA PIù GRANDE IMMAGINE DEL CRISTO!

*****************
*****************


Solo due autentici profeti parlano di Zorobabele:
Aggeo e Zaccaria.

---- Ci troviamo davanti all'erede di Davide,
erede di tutte le
promesse che il Signore gli ha fatto.

---- Dio compirà dolorosamente quanto misteriosamente per tutti:
ebrei, pagani, persiani e Dio stesso compreso.

----- Se in 37 anni Gesù di Nazareth avesse commesso
un solo peccato non avrebbe potuto più essere innocente,
sarebbe diventato anche lui prigioniero di Satana,
lo Spirito Santo si sarebbe disintegrato
e il Padre sarebbe ritornato ad essere solo.
Noi?
Noi eravamo già perduti!


Ma chi è stato effettivamente Zorobabele?

---- Zorobabele nella Bibbia è quasi evanescente, sono
pochissime le parole che a lui sono indicate, ma molto
imbarazzanti e molto significative.

---- Imbarazzanti perché di Zorobabele, dopo aver detto il massimo
non si parla più.
Il silenzio è assordante!
Che fine ha fatto?

---- C'è poco da scherzare, Zorobabele è re mite e virtuoso,
discendente di Davide, eletto dal più grande re del mondo al
nobile rango di governatore persiano e con un nome persiano.

---- Ci troviamo davanti ad un insostituibile tassello di quella
genealogia che in Mt 1,12-13 ci ha portato a noi il Cristo di Dio,
fatto carne nel seno della Vergine Maria.


DIO FATTO CARNE, NON HA FATTO FINTA DI SOFFRIRE
E NON HA FATTO FINTA DI VIVERE UNA ESISTENZA TOTALMENTE SFAVOREVOLE.
CHE CORAGGIO! CHE AMORE!
IL SUO è STATO UN LUCIDO PROGETTO!
CHE PAZZIA D'AMORE!
Perdonaci Signore per le nostre viltà da quattro soldi.


Aggeo 2,4
Coraggio!
CORAGGIO ricostruite il tempio!

[4]Ora, coraggio, Zorobabele - oracolo del Signore -
coraggio, Giosuè, sommo sacerdote;
coraggio, popolo tutto del paese,
dice il Signore, e al lavoro,
perché io sono con voi
- oracolo del Signore degli eserciti -

Aggeo 1,12
---------------------
[12]Zorobabele e Giosuè,
sommo sacerdote e tutto il resto del
popolo ascoltarono la Paroladel Signore loro Dio e le parole
del profeta Aggeo,
secondo la volontà del Signore che lo aveva
loro inviato, e il popolo ebbe timore del Signore.

Aggeo 2,20
-----------------
Da oggi in poi io vi benedirò!

[20]Il ventiquattro del mese questa Parola del Signore fu
rivolta una seconda volta ad Aggeo:
[21]"Parla a Zorobabele, governatore della Giudea, e digli:
Scuoterò il cielo e la terra,
[22]abbatterò il trono dei regni e distruggerò la potenza dei
regni delle nazioni,
rovescerò i carri e i loro equipaggi:
cadranno cavalli e cavalieri;
ognuno verrà trafitto dalla spada
del proprio fratello
(i nemici si uccideranno tra di loro).

[23]In quel giorno
- oracolo del Signore degli eserciti -
io ti prenderò,
Zorobabele mio servo, dice il Signore, e ti
porrò come un sigillo,
perché io ti ho eletto, dice il Signore
degli eserciti".

--- IL SIGILLO --
---- Non è cosa da poco, perché Gesù si definisce "sigillo",
CIOè COLUI SU CUI SI CHIUDE LA RIVELAZIONE?
Se qualcuno viene dopo, o è falso Cristo o è falso quel qualcuno.

In Giovanni 6, 27 dichiara:

---- 27]"Procuratevi non il cibo che perisce,
ma quello che dura
per la vita eterna, e che il Figlio dell'uomo vi darà, perché su
di lui il Padre,
Dio, ha messo il suo sigillo".

---- Il SIGILLO è colui che realizza la storia concludendola,
ma Zorobabele,
come Gesù in realtà hanno fatto una brutta fine,
ad essere conclusa è stata la loro storia,
ma nel fallimento.

---- Quello che la Sacra Scrittura ci dice di Zorobabele può
essere interpretato in due modi estremamente diversi:

1 --- o è lo scandalo più grave di tutta la Bibbia, tale che
sembra rendere quasi impossibile l'accettazione della Bibbia
come Parola di Dio,
2 --- oppure Zorobabele è una delle figure più grandi del
Cristo,
se non forse la più grande.


---- Questa contraddizione è espressa anche da San Giovanni
della Croce in "Salita", libro II, cap. 19 :

---- "Essendo immenso e profondo, Dio suole racchiudere
nelle sue profezie... concetti e idee che hanno un senso ben
diverso da quello inteso comunemente;
infatti, esse tanto più
sono vere e certe quanto meno lo sembrano..."
---------------------------
(San Giovanni della Croce in "Salita", libro II, cap. 19)


---- I due profeti Aggeo e Zaccaria guardano a Zorobabele
proprio come al Messia,
sono loro, involontariamente con le loro
profezie a condannarlo a morte,
perché di queste si serviranno i
calunniatori che odiano Gerusalemme.

---- Dalle loro profezie sorge l'entusiasmo del popolo che ormai
dopo anni di umiliazione aveva finalmente
l'orgoglio di avere un
re legittimo discendente di Davide.
L'euforia è grande!

---- Però, la manifestazione del Regno di Dio sulla terra si
fa sempre meno appariscente,
il tempio di Zorobabele è molto più
piccolo di quello di Salomone,
chi lo costruisce ha appena i
mezzi della propria sussistenza,
ma il profeta Aggeo proclama:

---- "La gloria futura di questa casa sarà più grande di quella
di una volta,
dice il Signore degli eserciti;
in questo luogo porrò la pace..." Aggeo 2,9.

---- Ora, tutto ciò che è importante per Dio è addirittura
invisibile per il mondo,
chi non ha la mortadella del fideismo
sugli occhi,
non può fare a meno di essere imbarazzato,
ma in quel tempo la fede e l'entusiasmo non mancarono ad Israele
fino a far sfuggire ingenuamente di mano la situazione.


---- Come abbiamo detto, sono dunque le profezie di Aggeo e
Zaccaria a condannare a morte Zorobabele perché,
di fatto non ci fu nessuna congiura,
ne Zorobabele aveva pensato alla
possibilità di ribellarsi ai persiani.

---- Ma i titoli di:
sigillo, germoglio, candelabro e ulivo,
sono inequivocabilmente titoli messianici e regali,
furono la giusta occasione che i nemici di Gerusalemme aspettavano.

---- Questa proclamazione sarà la causa di morte di Zorobabele,
perché ingenererà la inevitabile reazione del Re Persiano.
L'immolazione dell'innocente Zorobabele, eviterà una carneficina
e la perdita di tutto:

"è meglio che uno muoia per tutti e non che perisca tutto il
popolo."

Giovanni 11,46
Ma alcuni andarono dai farisei e riferirono loro quel che Gesù
aveva fatto.
[47]Allora i sommi sacerdoti e i farisei riunirono
il sinedrio e dicevano:
"Che facciamo? Quest'uomo compie molti
segni.
[48]Se lo lasciamo fare così,
tutti crederanno in lui e verranno
i Romani e distruggeranno il nostro luogo santo e la nostra
nazione".
[49]Ma uno di loro, di nome Caifa, che era sommo
sacerdote in quell'anno, disse loro:
"Voi non capite nulla
[50]e non considerate come sia meglio che
muoia un solo uomo per il popolo e non perisca la nazione intera".
[51]Questo però non lo disse da se stesso, ma essendo
sommo sacerdote profetizzò che Gesù doveva morire per la nazione
[52]e non per la nazione soltanto, ma anche per riunire insieme
i figli di Dio che erano dispersi.
[53]Da quel giorno dunque
decisero di ucciderlo.


---- Il popolo beffeggia Zorobabele ormai in catene,
anche se lo aveva osannato poco prima e prende le distanze da lui.

Quale è il dono più grande che puoi ricevere?
Il martirio!
Inutilmente lo invocarono e lo cercarono S. Antonio da Padova e S. Francesco d'Assisi. Il martirio, normalmente, non è una cosa che ti può capitare per sbaglio
se non lo desideri o se Dio non te lo concede.

---- Muore così, il solo Zorobabele, ma la nazione deve
rinunciare a parlare di un Messia e di una indipendenza
politica.
La storia cos'ì finisce nel culto e nel tempio.
Osserviamo ora i due modi di intendere il Messia:

1 - esaltazione e vittoria nella glorificazione della monarchia
davidica
e nella gloriosa manifestazione di un nuovo Mosè che
avrebbe liberato attraverso grandiose manifestazioni di potenza
fino a giungere al dominio di tutte le nazioni
(deutero-Isaia e Geremia 31).

2 - lo scandalo della croce,
che porta alla spogliazione suprema
dell'amore.
Il nuovo testamento insegnerà la vittoria dell'amore,
unico modo per conquistare veramente qualcosa.
Ma questa visione soprannaturale è apribile solo dalla grazia,
non è certo alla portata della mente umana.

*********--- IL NUOVO ESODO ---

---- Il governatore Zorobabele e il sacerdote Giosuè sono i
primi che escono da Babilonia verso Gerusalemme.
Anche questo è
un esodo, una liberazione voluta gratuitamente da Dio e da Ciro
che spontaneamente ordina di ritornare in patria.

---- Rinunciare ad un popolo di schiavi e ai vasellami d'oro che
furono trafugati dal tempio,
per Ciro rappresentò un costo
enorme.

---- Ma il ritorno alla città santa è pieno di ostacoli tanto
che la costruzione del tempio e addirittura delle mura deve
interrompersi,
molti sono i nemici di Gerusalemme.

---- Ma per Aggeo e Zaccaria, Zorobabele è proprio il Messia!

---- L'entusiasmo è grande in tutto il popolo, al punto che
i lavori interrotti per tanti anni, diciotto per l'appunto,
trovano rapidamente il loro compimento.

---- In tutti c'è euforia e trionfalismo. I profeti avevano ragione:
Zorobabele è il discendente di Davide,
il tempio non sarà più
distrutto
e nessuno riesce più ad arrestare i lavori.

---- La storia è compiuta:
"presto il Signore scuoterà il cielo e la terra"
e si vendicherà delle nazioni.
Ma la Parola di Dio sta per andare incontro ad un cocente fallimento,
le cose non andranno come i profeti avevano annunciato.

---- Gli eventi storici profetizzati hanno avuto un brusco
taglio perché purtroppo, Zorobabele sarà spazzato via.

---- I contemporanei certo non potendo sapere che sarebbe stato
una luminosa figura del Cristo,
sono costretti alla vergogna.
I protagonisti di questa vicenda certamente non avevano neanche
il coraggio di guardarsi in faccia.

---- La fede in Dio e nei suoi legittimi profeti li ha portato
alla confusione e alla vergogna.
Inoltre, l'ingratitudine che gli ebrei hanno dimostrato verso i persiani è enorme,
dopo averli tanto beneficati, essi si ribellano,
proclamano l'indipendenza e addirittura ora
proclamano un loro re messia: Zorobabele.

---- Infami, non hanno il coraggio di guardare in faccia i loro benefattori.
E Dio, come ne esce Lui?
Malissimo!

---- La sua reputazione presso i pagani
e presso i suoi fedeli è ora al minimo storico.

I profeti che annunciavano il messianismo in Zorobabele erano falsi?
No, erano veri!

Questa volta i profeti erano veri,
il popolo non aveva peccato e i capi erano degni, e allora?

---- Allora, Dio ha fatto una figuraccia davanti a tutti!



---- Molto saggio e magnanimo è invece il re persiano che uccide il solo Zorobabele,
di Zorobabele non si parlerà più, punto e basta.

---- Entriamo, ora nella reggia più bella del mondo e al
cospetto del re più potente del mondo
che ascolta con tutta la sua corte, le gesta del più grande di tutti gli dei:
il Dio di Abramo, operatore di prodigi,
Signore incontrastato e Sommo
Creatore del cielo e della terra.

---- Per onorare questo Dio incredibile, che ha umiliato l'orgoglio dell'Egitto,
ecco che Ciro compie un atto di rispetto e devozione,
libera il popolo ebreo affinché esso possa pregare
per la prosperità del suo regno.

---- Quello che Ciro non sapeva è che il nostro Dio, ha un "brutto carattere",
è proprio un tipo tutto "lasciami stare".

---- Prima di tutto non è tenuto a dimostrare niente a nessuno e
poi non fa sconti e non accetta riduzioni di giustizia neanche dai re,
o lo prendi tutto, rinunciando a tutta la tua idolatria
e a tutto il tuo mondo di peccato,
ovvero tutto il tuo modo di
giudicare il bene o il male, o lo perdi tutto.

---- Se sei uno dalle mezze misure,
avrai per dio il diavolo che
è il principe di questo mondo, entrerai nella sapienza di questo
mondo con il suo buon senso, certo avrai favore e successo in questo secolo,
anche nelle istituzioni ecclesiastiche, ma poi?

---- Comunque, la conclusione tragica di Zorobabele porterà ad
uno sgomento cos'ì grande,
che da quel momento il messianismo fu
estromesso come un incubo,
anche dal punto di vista teologico, del messianismo non si doveva più parlare!

Non fu storia, ma fallimento e catastrofe totale.

---- La nazione sussisterà solo miracolosamente dallo scampato
pericolo e quello che rimane è solo culto.

---- Di fatto costruito il tempio, Zorobabele sparisce.
Forse che il compito della profezia è proprio questa sparizione?

L'intronizzazione del re coincide con la sua morte? Possibile?

---- Chi poteva tirare questa conclusione?

I contemporanei potevano tirarla?

Ed oggi, a distanza di 2500 anni, la possiamo tirare noi questa conclusione?

La crisi che si genera è di più vasta portata e coinvolge Dio stesso!

---- Come non vedere in questo, anche la scelta calcolata delle
chiese cristiane che nel culto e nella carità hanno affogato
molto del loro mandato al carisma e alla profezia?

---- Come non vedere in questo, anche la scelta calcolata delle
chiese cristiane che camminano a braccetto con le istituzioni del mondo?

---- "I miei pensieri non sono i vostri pensieri e le mie
vie non sono le vostre vie".

Questo si, lo scopriamo molto dolorosamente,
scopriamo dolorosamente quando siamo scesi in basso dopo la caduta dell'originario progetto di Dio!


Ma purtroppo per i più, essi lo scopriranno molto più dolorosamente domani,
ma quando sarà purtroppo troppo tardi.

Chi è Dio?
Come ragiona?
Quale è la sua logica?

Quale è il mio posto di cristiano nella sua logica?

Quello che si è compiuto, si compie continuamente nel mistero,
perché il Regno di Dio è già in mezzo a noi!
Come posso entrare in questo mistero, se raramente traspare nel
nostro mondo tridimensionale dal suo mondo di gloria?
Ma anche quando questo rivelarsi glorioso avviene, non è mai fatto in
modo sfacciato o arrogante.

---- Gli ideologi del materialismo e dell'ateismo non potranno vederlo mai.
I prepotenti di questo mondo potranno vederlo?

---- Insomma, sul piano sociale e fisico noi cristiani rimaniamo
dei poveri uomini, anzi più vulnerabili degli altri,
perché portiamo in noi una sapienza che non è di questo mondo.

---- Insomma, noi cristiani non siamo a ritmo, siamo fuori tema,
addirittura siamo di disturbo quando diciamo che
certe cose sono contro natura, e proprio non possono andare.
Insomma, dobbiamo essere zittiti, se possibile essere eliminati.


---- "Vi ho detto queste cose perché abbiate pace in me.
Voi avrete tribolazione nel mondo,
ma abbiate fiducia; io ho
vinto il mondo!"
Giovanni 16,33.


---- Se non capiamo questo, se non entriamo in questa logica umanamente perdente,
dobbiamo uscire dal cristianesimo, anche noi come tutti,
sbarrati dallo scandalo della croce (Barsotti p. 105).

---- Gli uomini che attendono il compimento ultimo delle promesse di Dio,
e non si accontentano delle conquiste intermedie, si trovano sempre delusi,
proprio come me.

---- Siamo in cammino nella fragilità del tempo e la nostra meta non si è compiuta.
Allora dovrai cadere! Ma, Dio ti farà cadere in piedi!
Inoltre, soprattutto se non lo chiedi, con i tuoi occhi vedrai la rovina dei tuoi nemici.

"Molte sventure capitano al giusto, ma da tutte lo libera il Signore."

La persecuzione e l'ingiustizia ti deve seguire, proprio perché sei rivestito di Cristo,
sei lavato dal Suo Sangue e per questo sei ritenuto giusto dal Padre.

---- Per questo chi ti tocca dovrà pagare un duro prezzo anche sulla terra.
Perchè tu sei, ora, la pupilla di Dio!

---- Molto presto, un giorno, la scena cambierà!

---- Il ricco epulone inutilmente invocava Abramo, che gli rispose:
"Figlio, tu in vita hai avuto i tuoi beni, mentre Lazzaro parimenti i suoi mali,
ora lui gioisce, mentre tu sei nei tormenti".
In che luogo vogliamo essere tormentati?

---- A quale regno vogliamo decidere di appartenere?

Dei privilegi e dei diritti di quale regno ci vogliamo appropriare?

---- C'è tanta porzione di chiesa che cammina a braccetto con il mondo,
e che si incarica per suo mezzo di tormentare i fedeli servitori del Signore,
c'è in molti di noi un prezzo altissimo da pagare!
Ma anche una gloria impensabile da ricevere!

---- Io non sono il solo a scandalizzarmi di Gesù,
tutti lo furono del suo insegnamento,
anche i discepoli lo furono, egli disse:
"volete andarvene anche voi?"

---- Pietro salvò quella situazione imbarazzante e rispose:
---- "Signore da chi andremo, tu solo hai parole di vita!".
---- I discepoli di Gesù, erano spesso confusi, nell'ultimo periodo della sua missione.
Ma troppo gratificante e sublimante era la presenza del Figlio e del Padre.

Il cervello diceva loro: "fuggi fuggi",
ma il cuore diceva loro: "resta, resta".

---- Anche la mia conclusione è la stessa,
tradisco il Signore con la mente,
ma lo servo con il cuore. Ora, quello che ha il dominio è il cuore.
---- Non si illudano quelli che servono il Signore solo con la testa.


---- Gli dico: "Signore non mi hai lasciato alternativa, da chi potrò andare?
Se ci fosse una alternativa ti lascerei volentieri perché la tua croce mi ripugna,
ma, mi rendo conto che non ho alternativa."


---- ECCO, UN'ALTRA PROVA SCIENTIFICA DELLA ORIGINE DIVINA DEL CRISTIANESIMO?
ESSO NELL'IMMEDIATO RAZIONALE è OPPOSTO AGLI INTERESSI DEGLI UOMINI.


---- Tutto quello che è di questo mondo è destinato alla distruzione,
ma Cristo, il timoniere, bruscamente e rapidamente cambia la nostra direzione,
perché noi non vediamo la cascata della morte che è dietro l'angolo,
ci trastulliamo di una dolce corrente che ci porta avanti senza fatica.
---- Quando Lui, il timoniere, inverte la rotta,
quella che era una dolce corrente si trasforma in un grande sforzo,
a remi bisogna ora vincere la resistenza della corrente di questo mondo,
se vogliamo sfuggire alla mortale cascata.

Ma nella barca a remare insieme a noi, c'è il grande campione: Gesù!
Se ci fidiamo di LUI, l'esito è scontato!

---- Zorobabele, quindi non solo è la più vicina, ma anche la più grande figura di Cristo.
Lui vive pacificamente come dice Isaia 42,1-4 e 61,1-3,
e non ha bisogno di fare la guerra ai suoi nemici,
perché essi si distruggeranno a vicenda.

---- Il Suo intervento non è solo per un altrove,
ma è per trovare la migliore collocazione anche in questo mondo
Tutte quelle realtà che il mondo giudica misere e povere,
il Signore le considera una risorsa,
infatti il Maestro in Mt 5,1-12 ci parla delle sue BEATITUDINI,
in contrapposizione alle beatitudini del mondo.
AFFINCHè non ci sia ambiguità con la visione trionfalistica del mondo,
e la mentalità della società, televisione, filosofia, ecc...
LUI contrappone i suoi:
"... MA IO VI DICO".

Per ben cinque volte, solennemente, in Mt 5:
21-22 /
27-28 / 33- 37 /
38-42
e 43-48.

Gesù prende le distanza dal buon senso, ecc...
- quelli dicono: "ma io vi dico".

"Non chi dice Signore Signore"
e
"il Padre cerca adoratori in Spirito e verità!"


---- L'obiettivo di questa dolorosa rottura con il mondo è questo:
"Siate dunque perfetti, così come è perfetto il Padre vostro che
è nei cieli".


---- Ma questa perfezione, non può essere una nostra conquista,
non è certo raggiungibile dalla nostra vulnerata volontà,
ma di quella PAROLA che ABBONDANTEMENTE e QUOTIDIANAMENTE ci deve nutrire ogni giorno,
affinché vivendo in me, invisibilmente mi trasformi.
L'esperienza, infatti, ti ha dimostrato che la tua volontà non
è sufficiente a perseguire il tuo vero e intimo miglioramento.



---- SE NON TI TRASFORMA LA FORZA DELLA PAROLA, TU NON TI PUOI TRASFORMARE. -----


---- Come Cristo anche Zorobabele è entrato trionfalmente a
Gerusalemme ed è stato proclamato Re, ma mentre Cristo è stato
consapevole che doveva essere la vittima necessaria nella
liturgia del tempio del suo corpo, Zorobabele lo era?

----- Zorobabele comprese il legame che c'è tra la costruzione del tempio e la sua morte?

---- E noi comprendiamo che nel tempio del nostro corpo,
dobbiamo immolare il nostro io carnale, perché:
"è lo spirito che dona la vita, mentre la carne non giova a nulla?".

---- Sia sacrificata la nostra natura umana e viva la nostra vita divina,
acquisendo i privilegi del Regno di Dio.

---- Si passa cos'ì al capovolgimento, dal vedere la benedizione di Dio in una lunga vita,
nella morte dei nemici e nella ricchezza materiale,
cose che in Dio non perdono comunque la loro importanza,
anche se Lui non si abbandona ad una facile vendetta.

---- Dice il Signore:
"Io non cerco la morte del peccatore, ma che si converta e viva!"

---- Si passa cos'ì al capovolgimento, dal vedere la benedizione di Dio in una lunga vita,
nella morte dei nemici e nella ricchezza materiale,
al vedere benedetti i poveri, i perseguitati e i pacifici.

---- Il libro della Sapienza dice che, chi muore giovane è perché è caro a Dio,
che lo sottrae ad una terra di cattivi.
Non è più, necessariamente una benedizione avere molti figli,
ma anche l'eunuco può essere eletto da Dio.

---- La riflessione teologica dopo il fallimento del messianismo
politico ha una evoluzione positiva, perché guarda sempre più ad
affrancarsi dal successo mondano e dal potere del denaro.

---- Qui il nostro scandalo è lo scandalo di Israele,
che non può lasciare una visione del Messia che verrà, diversa da quella trionfalistica di Mosè.

---- Ecco, la grande delusione, Dio sembra condurre il suo popolo
in un cammino di morte.

---- Con la morte di Zorobabele la famiglia di Davide entra nell'oblio,
non si sentirà più parlare di un Messia.
Nessuno parla della morte di Zorobabele, nessuno osò più nemmeno nominarlo.
Zorobabele è come uno che: "non ha più discendenza",
perché come Cristo è figura di uno che resta in eterno.

---- Con Zorobabele finisce in fallimento, in maniera umanamente deludente la profezia,
mentre negli ultimi libri dell'Antico Testamento, protagoniste sono solo le donne.

---- Sono solo le donne, ora a salvare la faccia di Dio e la faccia di Iraele.
---- Della profezia nel nuovo testamento non si sentirà il bisogno,
perché tutto si è compiuto in Cristo e nei suoi santi,
in cui il Cristo torna a manifestarsi al mondo.



Anche Onia, sommo sacerdote, venne ucciso con inganno,
egli aveva il diritto di asilo perché si rifugiò in un tempio pagano,
ma con una scusa Andronico lo fece uscire e lo uccise
(2 Maccabei).

---- I canti del Servo di Jahvè cantano storicamente la morte di
Zorobabele e di Onia, ma in prospettiva annunciano il Cristo e
il suo metodo di portare salvezza: l'autoimmolazione.

---- Vi è una salvezza già compiuta attraverso il sangue di
Cristo che da senso al sangue dei martiri, essi hanno il
privilegio di essere vivi e attivi presso il trono di Dio per
intercedere in nostro favore.
---- Comunque, sulla terra, umanamente Zorobabele ha una posizione molto sfavorevole,
non ha diritto neanche al suo stesso nome,
il padrone ha cambiato il nome dello schiavo in un nome babilonese: Zorobabele.

---- Inoltre, a prescindere da se, Zorobabele è costretto ad avere dei nemici,
che non vogliono far risorgere Gerusalemme,
affinché il prestigio politico ed economico che ora hanno le loro città non venga compromesso.

---- Sono proprio loro a travolgere Zorobabele con un fiume di calunnie,
infatti lui non ha mai pensato di ribellarsi ai persiani.

---- Solo i libri di Esdra e di Neemia fanno intravedere il destino crudele di Zorobabele.
(vedi:. - Neemia 6,1-2 e 6,5-7).

---- Lo stesso Neemia non si lascia attirare nella subdola trappola,
in cui era rimasto impigliato Zorobabele e cos'ì salva la sua vita...

L'ADEMPIMENTO DELLE PROFEZIE DI AGGEO E ZACCARIA è IL SILENZIO.


---- Sopravvissuti allo sgomento dell'apparente fallimento delle profezie,
certamente non pochi si domandarono, come noi ci domandiamo:
---- "Sicuramente nei progetti di Dio, vi è un adempimento diverso da quello che noi abbiamo pensato".

---- Infatti c'era!
Nel silenzio, nella povertà e nel fallimento totale è venuto Cristo,
che è morto innocente al posto di tutto il popolo.

---- Cos'ì più di Mosè, Zorobabele anticipa nella sua morte, la morte redentiva del Cristo.
(Barsotti p. 124)

---- Come Cristo, Zorobabele è oltraggiato, flagellato e gli strappano la barba,
tuttavia muore pacificamente senza imprecare con nobiltà, in silenzio.

---- Ma più di Cristo, perché è più simile a noi, Zorobabele ci parla della sapienza della croce,
non avendo il potere di riprendersi la sua vita,
o il potere di parlare con autorità e di operare miracoli.

---- Liberamente Zorobabele accetta il suo martirio per salvare
da distruzione certa la sua nazione,
la sua distruzione e il suo fallimento,
sul piano personale
però sembrano veramente senza riscatto,
un fallimento assoluto.
---- Ma è Dio che ha l'ultima parola!

---- Nel giorno del giudizio tu cara sorella e caro fratello
siederai alla destra di Cristo per giudicare i tuoi nemici,
di loro come in televisione non solo vedrai quello che hanno detto e fatto,
ma addirittura sentirai tutti i loro pensieri.

---- Israele nella sofferenza e nella persecuzione ha imparato la fedeltà,
il cuore è certamente cambiato nel piccolo resto dei suoi poveri, gli anawim.

---- Non c'è più da temere la forza delle armi, i profeti finali vedono che al tempio di Gerusalemme,

---(non indugiate, costruite il terzo tempio) ---
accorrono spontaneamente da tutti i luoghi della terra per adorare il Signore.

L'amore è la più grande ricchezza, più grande delle conquiste militari.


---- L'amore è il più grande potere, perchè:

----
L'amore ha vinto la forza!



---- Israele non ha più bisogno di difendersi e non ha più bisogno di temere.
Infatti, tutti ora desiderano una sola cosa, essere in adorazione con il popolo di Israele.
Perchè tanta benedizione non viene profusa, cos'ì abbondantemente in nessun luogo della terra.

Cristo l'ebreo, il SIGILLO di tutte le scritture è la vittoria definitiva di Dio!

Gesù di Nazareth, il Cristo, l'Unto, il Messia:
"vincit,
impera,
regna".

Dice il Signore: "Ancora un poco di tempo ed io scuoterò
il cielo e la terra".



Articolo ispirato da: Don Divo Barsotti, "ALLA VIGILIA DELL'EVENTO CRISTIANO",
"Zorobabele" meditazioni bibliche, edizioni O. R. - Milano 1988. (pp. 93 -124).

*************************
****************
****************************
13° PARAGRAFO
APOCALISSE O RIVELAZIONE DI GIOVANNI
E SUA DIFFICOLTà NELLO SPIEGARE LA NOSTRA TECNOLOGIA


**************
*****************

Il TG5 di febbraio 2007 ha riportato la notizia che prevede l'impatto di un asteroide per il 13 aprile 2036.
Questo può essere deviato, certo, ma l'inizio della fine è stato visto da Giovanni,
proprio descrivendo il tremendo impatto di un grande asteroide con il nostro pianeta.
*************************

APOCALISSE o RIVELAZIONE DI GIOVANNI
(Vedi:. Marco 13 / Matteo 24-25 / Luca 21 / 1 Tess 4,13-5,11 / 1 Cor 15,51-58

http://web.tiscali.it/martiri

http://www.fedele.altervista.org

---- Come abbiamo detto, il tempo di Dio non corrisponde al tempo degli uomini.
Alcune immagini hanno un valore duplice sia simbolico che reale,
questo significa che trasversalmente coinvolgono più situazioni simili
che si svolgono nell'arco di tutta la storia degli uomini.

---- Giovanni ha scritto le visioni dell'Apocalisse, nella successione di come le ha ricevute.
Ma il mio tentativo di metterle in ordine secondo il nostro criterio storico,
ovviamente apre altri problemi, avendo la profezia di Giovanni non solo un valore univoco dal punto di vista temporale.
Ogni profezia in Giovanni ha un valore di presente storico in ogni momento della storia degli uomini,
perchè sono viste nella prospettiva eterna del tempo di Dio.


http://www.fedele.altervista.org

[cap 1] --- PROLOGO beati quelli che leggono questo libro ---

[1]Rivelazione di Gesù Cristo che Dio gli diede per render noto
ai suoi servi le cose che devono presto accadere,
e che egli manifestò inviando il suo angelo al suo servo Giovanni.
[2]Questi attesta la Parola di Dio e la testimonianza di Gesù Cristo,
riferendo ciò che ha visto.
[3]Beato chi legge e beati coloro che ascoltano le parole di questa profezia
e mettono in pratica le cose che vi sono scritte.
Perché il tempo è vicino.


[cap 1] --- PRESENTAZIONE dell'autore ---

[9]Io, Giovanni, vostro fratello e vostro compagno nella tribolazione,
nel regno e nella costanza in Gesù, mi trovavo
nell'isola (lager) chiamata Patmos a causa della Parola di Dio e
della testimonianza resa a Gesù.
[10]Rapito in estasi, nel giorno del Signore (domenica), udii dietro di me una voce
potente, come di tromba, che diceva:


[cap 1] --- Saluto di Cristo al mio lettore ---

[8]Io sono l'Alfa e l'Omega, dice il Signore Dio, Colui che è,
che era e che viene, l'Onnipotente!





[cap 1] --- DESTINAZIONE dell'opera e MANDATO di Cristo al mio
lettore ---

[11]Quello che vedi, scrivilo in un libro e mandalo alle sette Chiese:
a Efeso, a Smirne, a Pergamo, a Tiatira, a Sardi, a
Filadelfia e a Laodicea.


[cap 1] --- IL FIGLIO DELL'UOMO nel santuario del cielo ---

12]Ora, come mi voltai per vedere chi fosse colui che mi
parlava, vidi sette candelabri d'oro
[13]e in mezzo ai candelabri c'era uno simile a figlio di uomo, con un abito lungo fino ai piedi
e cinto al petto con una fascia d'oro.
[14]I capelli della testa erano candidi, simili a lana candida, come neve.
Aveva gli occhi fiammeggianti come fuoco,
[15]i piedi avevano l'aspetto del bronzo splendente purificato nel crogiuolo.
La voce era simile al fragore di grandi acque.
[16]Nella destra teneva sette stelle,
dalla bocca gli usciva una spada affilata a doppio taglio e il suo volto somigliava al sole
quando splende in tutta la sua forza.
[17]Appena lo vidi, caddi ai suoi piedi come morto.
Ma egli, posando su di me la destra, mi disse:

Non temere!
Io sono il Primo e l'Ultimo
[18]e il Vivente.
Io ero morto, ma ora vivo per sempre e ho potere sopra la morte e sopra gli inferi.

[19]Scrivi dunque le cose che hai visto,
quelle che sono e quelle che accadranno dopo.
[20]Questo è il senso recondito delle sette stelle
che hai visto nella mia destra e dei sette candelabri d'oro, eccolo:
le sette stelle sono gli angeli delle sette Chiese
e le sette lampade sono le sette Chiese.


[cap 10] --- IMMINENZA DEL CASTIGO FINALE ---

[1]Vidi poi un altro angelo, possente, discendere dal cielo,
avvolto in una nube, la fronte cinta di un arcobaleno (aureola);
aveva la faccia come il sole e le gambe come colonne di fuoco.
[2]Nella mano teneva un piccolo libro aperto.
Avendo posto il piede destro sul mare e il sinistro sulla terra
(sottomettendo tutto il mondo a se),
[3]gridò a gran voce come leone che ruggisce.
E quando ebbe gridato,
i sette tuoni fecero udire la loro voce.
[4]Dopo che i sette tuoni ebbero fatto udire la loro voce,
io ero pronto a scrivere quando udii una voce dal cielo che mi disse:

cap 10] --- La PROFEZIA SIGILLATA -compresa da pochi- è INELUTTABILE ---

[4]"Metti sotto sigillo quello che hanno detto i sette tuoni e
non scriverlo".
[5]Allora l'angelo che avevo visto con un piede sul mare e un
piede sulla terra,
alzò la destra verso il cielo
[6]e giurò per Colui che vive nei secoli dei secoli;
che ha creato cielo, terra, mare, e quanto è in essi:
"Non vi sarà più indugio!

[7]Nei giorni in cui il settimo angelo farà udire la sua voce e suonerà la tromba,
allora si compirà il mistero di Dio come egli
ha annunziato ai suoi servi, i profeti".


[cap 10] --- Il LIBRO divorato: Il VANGELO ---

[8]Poi la voce che avevo udito dal cielo mi parlò di nuovo:
"Và, prendi il libro aperto dalla mano dell'angelo che sta ritto sul mare e sulla terra".
[9]Allora mi avvicinai all'angelo e lo pregai di darmi il piccolo libro.
Ed egli mi disse:
"Prendilo e divoralo;
ti riempirà di amarezza le viscere,
ma in bocca ti sarà dolce come il miele".
[10]Presi quel piccolo libro dalla mano dell'angelo e lo divorai;
in bocca lo sentii dolce come il miele (la presenza del Signore),
ma come l'ebbi inghiottito ne sentii nelle viscere tutta l'amarezza (la sapienza della croce).
[11]Allora mi fu detto:
"Devi profetizzare ancora su molti popoli, nazioni e re".


--- Il PADRE AFFIDA all'AGNELLO i DESTINI del MONDO --
[cap 4] ---- VISIONE di un ESSERE fatto di DIASPRO e CORNALINA -
---

[1]Dopo ciò ebbi una visione:
una porta era aperta nel cielo.
La voce che prima avevo udito parlarmi come una tromba diceva:
Sali quassù, ti mostrerò le cose che devono accadere in seguito.
[2]Subito fui rapito in estasi.
Ed ecco, c'era un trono nel cielo, e sul trono uno stava seduto.
[3]Colui che stava seduto
era simile nell'aspetto a diaspro e cornalina.
Un arcobaleno
simile a smeraldo avvolgeva il trono.
[4]Attorno al trono, poi,
c'erano ventiquattro seggi e sui seggi stavano seduti
ventiquattro vegliardi avvolti in candide vesti con corone d'oro
sul capo.
[5]Dal trono uscivano lampi, voci e tuoni;
sette
lampade accese ardevano davanti al trono,
simbolo dei sette
spiriti di Dio.
[6]Davanti al trono vi era come un mare trasparente simile a cristallo.


[cap 4] --- I QUATTRO ESSERI VIVENTI IN ADORAZIONE
simbolo della potenza della PAROLA, della potenza del Vangelo.---

[6]In mezzo al trono e intorno al trono vi erano quattro esseri
viventi pieni d'occhi davanti e di dietro.
[7]Il primo vivente era simile a un leone,
il secondo essere vivente aveva l'aspetto di un vitello,
il terzo vivente aveva l'aspetto d'uomo,
il quarto vivente era simile a un'aquila mentre vola.
[8]I quattro esseri viventi hanno ciascuno sei ali,
intorno e dentro sono costellati di occhi;
giorno e notte non cessano di ripetere:
SANTO, SANTO, SANTO IL SIGNORE DIO, L'ONNIPOTENTE,
COLUI CHE ERA, CHE è E CHE VIENE!

[9]E ogni volta che questi esseri viventi rendevano gloria,
onore e grazie a Colui che è seduto sul trono e che vive nei
secoli dei secoli,


[cap 4] ---- I VENTIQUATTRO VEGLIARDI IN ADORAZIONE ---

[10]i ventiquattro vegliardi si prostravano davanti a Colui che
siede sul trono e adoravano Colui che vive nei secoli dei secoli
e gettavano le loro corone davanti al trono, dicendo:
[11]"TU
SEI DEGNO,
O SIGNORE E DIO NOSTRO, DI RICEVERE LA GLORIA,
L'ONORE E LA POTENZA,
perché TU HAI CREATO TUTTE LE COSE,
E PER LA TUA VOLONTà FURONO CREATE
E PER IL TUO VOLERE SUSSISTONO".

[cap 5] --- CHI è DEGNO DI APRIRE IL ROTOLO SIGILLATO?
---
[1]E vidi nella mano destra di Colui che era assiso sul trono un
libro a forma di rotolo, scritto sul lato interno e su quello
esterno, sigillato con sette sigilli.
[2]Vidi un angelo forte
che proclamava a gran voce:
"Chi è degno di aprire il libro e
scioglierne i sigilli?"
[3]Ma nessuno nè in cielo, nè in terra,
nè sotto terra era in grado di aprire il libro e di leggerlo.

[cap 5] --- Io piangevo molto perché nessuno era degno ---

[4]Io piangevo molto perché non si trovava nessuno degno di
aprire il libro e di leggerlo.
[5]Uno dei vegliardi mi disse:
"Non piangere più;
ha vinto il leone della tribù di Giuda, il Germoglio di Davide,
e aprirà il libro e i suoi sette sigilli"


[cap 5] --- L'AGNELLO IMMOLATO ---

[6]Poi vidi ritto in mezzo al trono circondato dai quattro
esseri viventi e dai vegliardi un Agnello, come immolato.
Egli
aveva sette corna e sette occhi,
simbolo dei sette spiriti di
Dio mandati su tutta la terra.
[7]E l'Agnello giunse e prese il
libro dalla destra di Colui che era seduto sul trono.
[8]E
quando l'ebbe preso, i quattro esseri viventi e i ventiquattro
vegliardi si prostrarono davanti all'Agnello,
avendo ciascuno
un'arpa e coppe d'oro colme di profumi,
che sono le preghiere
dei santi.


[cap 5] --- LODI E ADORAZIONE ALL'AGNELLO IMMOLATO ---

[9]Cantavano un canto nuovo:
"TU SEI DEGNO DI PRENDERE IL LIBRO
E DI APRIRNE I SIGILLI,
perché SEI STATO IMMOLATO E HAI
RISCATTATO PER DIO CON IL TUO SANGUE UOMINI DI OGNI TRIBù,
LINGUA,
POPOLO E NAZIONE
[10]E LI HAI COSTITUITI PER IL NOSTRO
DIO UN REGNO DI SACERDOTI
E REGNERANNO SOPRA LA TERRA"

[cap 5] --- VOCI DI SCHIERE ANGELICHE ---

[11]Durante la visione poi intesi voci di molti angeli intorno
al trono e agli esseri viventi e ai vegliardi.
Il loro numero
era miriadi di miriadi e migliaia di migliaia
[12]e dicevano a
gran voce:
"L'Agnello che fu immolato è degno di ricevere
potenza e ricchezza,
sapienza e forza, onore, gloria e
benedizione".


[cap 5] --- VOCI DI DEFUNTI IN ATTESA DEL GIUDIZIO ---

13]Tutte le creature del cielo e della terra, sotto la terra e
nel mare e tutte le cose ivi contenute, udii che dicevano:
"A
Colui che siede sul trono e all'Agnello
lode, onore, gloria e
potenza, nei secoli dei secoli".
[14]E i quattro esseri viventi
dicevano:
"Amen".- E i vegliardi si prostrarono in adorazione.


[cap 12] --- VISIONE DELLA DONNA ---

[1]Nel cielo apparve poi un segno grandioso:
una donna vestita di sole,
con la luna sotto i suoi piedi e sul suo capo una
corona di dodici stelle.
[2]Era incinta e gridava per le doglie
e il travaglio del parto.


[cap 12] --- VISIONE DEL DRAGO ROSSO: causa della grande
tribolazione che ogni VERO credente deve affrontare ---

3]Allora apparve un altro segno nel cielo:
un enorme drago
rosso,
con sette teste e dieci corna e sulle teste sette
diademi;


[cap 12] --- RIBELLIONE ANGELICA prima della formazione della
vita sul pianeta terra ---

[7]Scoppiò quindi una guerra nel cielo:
Michele e i suoi angeli
combattevano contro il drago.
Il drago combatteva insieme con i
suoi angeli,
[8]ma non prevalsero e non ci fu più posto per essi
in cielo.
[9]Il grande drago, il serpente antico, colui che
chiamiamo il diavolo e satana e che seduce tutta la terra, fu
precipitato sulla terra e con lui furono precipitati anche i
suoi angeli.


[cap 12] --- CADUTA degli ANGELI RIBELLI e PERDITA del CORPO CELESTE ---

4]la sua coda trascinava giù un terzo delle stelle del cielo e
le precipitava sulla terra.


[cap 12] --- INUTILE AGGRESSIONE DEL DRAGO CONTRO LA DONNA ---

[4]Il drago si pose davanti alla donna che stava per partorire
per divorare il bambino appena nato.
[5]Essa partorì un figlio maschio,
destinato a governare tutte le nazioni con scettro di ferro,
e il figlio fu subito rapito verso Dio
e verso il suo trono.


[cap 12] --- INUTILE AGGRESSIONE del DIAVOLO contro la CHIESA ---

6]La donna invece fuggì nel deserto,
ove Dio le aveva
preparato un rifugio perché vi fosse nutrita per
milleduecentosessanta giorni.


[cap 12] --- CANTO DEL PRIMO TRIONFO: la risurrezione di Cristo

10]Allora udii una gran voce nel cielo che diceva:
"Ora si è
compiuta la salvezza,
la forza e il regno del nostro Dio e la
potenza del suo Cristo,
poiché è stato precipitato l'accusatore
dei nostri fratelli,
colui che li accusava davanti al nostro Dio
giorno e notte.


[cap 12] --- CANTO DEL SECONDO TRIONFO: i redenti ---

11]Ma essi lo hanno vinto per mezzo del sangue dell'Agnello e
grazie alla testimonianza del loro martirio;
poiché hanno
disprezzato la vita fino a morire.
[12]Esultate, dunque, o
cieli, e voi che abitate in essi.


[cap 12] --- Destino SEGNATO per gli alleati del diavolo e gli alleati dell'Agnello ---

[12]Ma guai a voi, terra e mare, perché il diavolo è precipitato
sopra di voi pieno di grande furore,
sapendo che gli resta poco
tempo".
[13]Or quando il drago si vide precipitato sulla terra,
si avventò contro la donna che aveva partorito il figlio
maschio.-


[cap 12] --- Da sempre i veri TESTIMONI DELL'AGNELLO, sono costretti a nascondersi ---

[14]Ma furono date alla donna le due ali della grande aquila,
per volare nel deserto verso il rifugio preparato per lei per
esservi nutrita per un tempo, due tempi e la metà di un tempo
lontano dal serpente.
[15]Allora il serpente vomitò dalla sua
bocca come un fiume d'acqua dietro alla donna (CALUNNIE), per
farla travolgere dalle sue acque.


[cap 12] --- CALUNNIE degli ISTITUZIONALISTI di sempre contro i SANTI ---

[16]Ma la terra venne in soccorso alla donna, aprendo una
voragine e inghiottendo il fiume che il drago aveva vomitato
dalla propria bocca.
[17]Allora il drago si infuriò contro la donna e se ne andò a far guerra contro il resto della sua discendenza,
contro quelli che osservano i comandamenti di Dio e
sono in possesso della testimonianza di Gesù.
[18]E si fermò sulla spiaggia del mare.


[cap 13] --- Il DRAGO trasmette il suo potere alla BESTIA-MOSTRO che sale dal mare ---

[1]Vidi salire dal mare una bestia che aveva dieci corna e sette
teste, sulle corna dieci diademi e su ciascuna testa un titolo
blasfemo.
[2]La bestia che io vidi era simile a una pantera, con le zampe come quelle di un orso e la bocca come quella di un leone.
Il drago le diede la sua forza, il suo trono e la sua potestà grande.
[3]Una delle sue teste sembrò colpita a morte,
ma la sua piaga mortale fu guarita.
Allora la terra intera presa d'ammirazione, andò dietro alla bestia
[4]e gli uomini adorarono il drago perché aveva dato il potere alla bestia e adorarono la bestia dicendo:
"Chi è simile alla bestia e chi può combattere con essa?".
[5]Alla bestia fu data una bocca per proferire
parole d'orgoglio e bestemmie, con il potere di agire per
quarantadue mesi.
[6]Essa aprì la bocca per proferire bestemmie
contro Dio, per bestemmiare il suo nome e la sua dimora, contro
tutti quelli che abitano in cielo.
[7]Le fu permesso di far
guerra contro i santi e di vincerli; le fu dato potere sopra
ogni stirpe, popolo, lingua e nazione.
[8]L'adorarono tutti gli
abitanti della terra, il cui nome non è scritto fin dalla
fondazione del mondo nel libro della vita dell'Agnello immolato.
[9]Chi ha orecchi, ascolti:
[10]Colui che deve andare in
prigionia, andrà in prigionia;
colui che deve essere ucciso di
spada di spada sia ucciso.
In questo sta la costanza e la fede dei santi.
http://www.fedele.altervista.org

[cap 13] --- I FALSI PROFETI AL SERVIZIO DELLA BESTIA che sale dalla terra ---

[11]Vidi poi salire dalla terra un'altra bestia, che aveva due
corna, simili a quelle di un agnello, che però parlava come un
drago.
[12]Essa esercita tutto il potere della prima bestia in
sua presenza e costringe la terra e i suoi abitanti ad adorare
la prima bestia, la cui ferita mortale era guarita.
[13]Operava
grandi prodigi, fino a fare scendere fuoco dal cielo sulla terra
davanti agli uomini.
[14]Per mezzo di questi prodigi, che le era
permesso di compiere in presenza della bestia, sedusse gli
abitanti della terra dicendo loro di erigere una statua alla
bestia che era stata ferita dalla spada ma si era riavuta.
[15]Le fu anche concesso di animare la statua della bestia
sicché quella statua perfino parlasse e potesse far mettere a
morte tutti coloro che non adorassero la statua della bestia.


[cap 13] --- IL MICRO-CIP ---

[16]Faceva sì che tutti, piccoli e grandi, ricchi e poveri,
liberi e schiavi ricevessero un marchio sulla mano destra e
sulla fronte;
[17]e che nessuno potesse comprare o vendere senza
avere tale marchio, cioè il nome della bestia o il numero del
suo nome.
(Il micro-cip in questione è già stato inventato!
Ma solo due micro-cip indicano l'asservimento al maligno)
[18]Qui
sta la sapienza.
Chi ha intelligenza calcoli il numero della
bestia: essa rappresenta un nome d'uomo.
E tal cifra è
seicentosessantasei.

-------------- Nota:
Quando le potenze ribelli esauriscono il compito di castigare i peccatori (cioè tutti),
esse stesse vengono annientate.

****************************************************************

[cap 14] --- LA MESSE E LA VENDEMMIA DELLE NAZIONI ---

14]Io guardai ancora ed ecco una nube bianca e sulla nube uno
stava seduto,
simile a un Figlio d'uomo;
aveva sul capo una
corona d'oro e in mano una falce affilata.
[15]Un altro angelo
uscì dal tempio, gridando a gran voce a colui che era seduto
sulla nube:
"Getta la tua falce e mieti;
è giunta l'ora di
mietere, perché la messe della terra è matura".
[16]Allora colui
che era seduto sulla nuvola gettò la sua falce sulla terra e la
terra fu mietuta.
[17]Allora un altro angelo uscì dal tempio che
è nel cielo, anch'egli tenendo una falce affilata.
[18]Un altro
angelo, che ha potere sul fuoco, uscì dall'altare e gridò a gran
voce a quello che aveva la falce affilata:
"Getta la tua falce
affilata e vendemmia i grappoli della vigna della terra,
perché le sue uve sono mature".
[19]L'angelo gettò la sua falce sulla terra,
vendemmiò la vigna della terra e gettò l'uva nel grande
tino dell'ira di Dio.
[20]Il tino fu pigiato fuori della città e dal tino uscì sangue fino al morso dei cavalli,
per una distanza
di duecento miglia.

[cap 18] --- LA CADUTA DI BABILONIA (ovvero degli USA? - fonte non rintracciabile) ---

1]Dopo ciò, vidi un altro angelo discendere dal cielo con
grande potere e la terra fu illuminata (asteroide che cade) dal
suo splendore.
[2]Gridò a gran voce:
"è caduta, è caduta
Babilonia la grande ed è diventata covo di demoni, carcere di
ogni spirito immondo, carcere d'ogni uccello impuro e aborrito e
carcere di ogni bestia immonda e aborrita.
[3]perché tutte le
nazioni hanno bevuto del vino della sua sfrenata prostituzione,
i re della terra si sono prostituiti con essa e i mercanti della
terra si sono arricchiti del suo lusso sfrenato".

[cap 18] --- FUGGITE: a motivo del satanismo e dell'omosessualismo istituzionalizzati
(diverso è il caso del peccatore che può trovare misericordia, anche all'ultimo momento). ---

[4]Poi udii un'altra voce dal cielo:
"Uscite, popolo mio, da
Babilonia per non associarvi ai suoi peccati e non ricevere
parte dei suoi flagelli.
[5]perché i suoi peccati si sono
accumulati fino al cielo e Dio si è ricordato delle sue
iniquità.
[6]Pagatela con la sua stessa moneta, retribuitele il
doppio dei suoi misfatti.
Versatele doppia misura nella coppa
con cui mesceva.
[7]Tutto ciò che ha speso per la sua gloria e
il suo lusso, restituiteglielo in tanto tormento e afflizione.
Poiché diceva in cuor suo:
Io seggo regina, vedova non sono e
lutto non vedrà;
[8]per questo, in un solo giorno, verranno su
di lei questi flagelli:
morte, lutto e fame; sarà bruciata dal fuoco,
poiché potente Signore è Dio che l'ha condannata".

[cap 18] --- LAMENTI sugli USA annientati da un asteroide?


---- NOTA:
E perchè non dal crollo della crosta terrestre situata sotto l'oceano Pacifico?
Non è "grazie" a questa enorme faglia eruttiva che sono andati alla deriva i continenti e si sono formate le ere glaciali?

Infatti l'oceano Pacifico si allarga sempre,
mentre l'oceano Atlantico ci restringe sempre
formando al suo cento longitudinale una lunghissima catena montuosa.

---
[cap 18, 9]I re della terra che si sono prostituiti e hanno vissuto nel fasto con essa piangeranno e si lamenteranno a causa di lei,
quando vedranno il fumo del suo incendio,
[10]tenendosi a distanza per paura dei suoi tormenti e diranno:
"Guai, guai, immensa città, Babilonia, possente città;
in un'ora sola è giunta la tua condanna!".
[11]Anche i mercanti della terra piangono e gemono su di lei,
perché nessuno compera più le loro merci:
[12]carichi d'oro, d'argento e di pietre preziose, di perle, di lino, di porpora, di seta e di scarlatto;
legni profumati di ogni specie, oggetti d'avorio, di legno, di bronzo, di ferro, di marmo;
[13]cinnamomo, amomo, profumi, unguento, incenso, vino, olio, fior di farina,
frumento, bestiame, greggi, cavalli, cocchi, schiavi e vite umane.
[14]"I frutti che ti piacevano tanto, tutto quel lusso e quello splendore sono perduti per te, mai più potranno trovarli".
[15]I mercanti divenuti ricchi per essa, si terranno a distanza per timore dei suoi tormenti; piangendo e gemendo, diranno:
[16]"Guai, guai, immensa città, tutta ammantata di bisso, di porpora e di scarlatto, adorna d'oro, di pietre preziose e di perle!
[17]In un'ora sola è andata dispersa sì grande ricchezza!"
--- (già piangono per la ricchezza perduta e non per le vite umane) ---
Tutti i comandanti di navi e l'intera ciurma, i naviganti e quanti commerciano per mare se ne stanno a distanza,
[18]e gridano guardando il fumo del suo incendio:
"Quale città fu mai somigliante all'immensa città?".
[19]Gettandosi sul capo la polvere gridano, piangono e gemono:
"Guai, guai, immensa città, del cui lusso arricchirono quanti avevano navi sul mare!
In un'ora sola fu ridotta a un deserto!
[20]Esulta, o cielo, su di essa, e voi, santi, apostoli, profeti, perché condannando Babilonia Dio vi ha reso giustizia!".

[cap 18] --- ROVINA IMMEDIATA ---
[21]Un angelo possente prese allora una pietra grande come una
mola, e la gettò nel mare esclamando:
"Con la stessa violenza sarà precipitata Babilonia, la grande città e più non riapparirà.
[22]La voce degli arpisti e dei musici, dei flautisti e dei suonatori di tromba, non si udrà più in te;
ed ogni artigiano di qualsiasi mestiere non si troverà più in te;
e la voce della mola non si udrà più in te;
[23]e la luce della lampada non brillerà più in te;
e voce di sposo e di sposa non si udrà più in te.
Perché i tuoi mercanti erano i grandi della terra;
perché tutte le nazioni dalle tue malie furono sedotte.
[24]In essa fu trovato il sangue dei profeti e dei santi
(stritolati dalle esigenze dei guadagni di borsa e dalle
multinazionali) e di tutti coloro che furono uccisi sulla
terra".

[cap 17] --- LA PROSTITUTA FAMOSA CASTIGATA: i grandi regni terreni ---

[1]Allora uno dei sette angeli che hanno le sette coppe mi si
avvicinò e parlò con me:
"Vieni, ti farò vedere la condanna
della grande prostituta che siede presso le grandi acque.
[2]Con lei si sono prostituiti i re della terra e gli abitanti della
terra si sono inebriati del vino della sua prostituzione".
[3]L'angelo mi trasportò in spirito nel deserto.
Là vidi una
donna seduta sopra una bestia scarlatta, coperta di nomi
blasfemi, con sette teste e dieci corna.
[4]La donna era
ammantata di porpora e di scarlatto, adorna d'oro, di pietre
preziose e di perle, teneva in mano una coppa d'oro, colma degli
abomini e delle immondezze della sua prostituzione.
[5]Sulla
fronte aveva scritto un nome misterioso: "Babilonia la grande,
la madre delle prostitute e degli abomini della terra".

[cap 17] --- Il terzo segreto di Fatima ---

[6]E vidi che quella donna era ebbra del sangue dei santi e del
sangue dei martiri di Gesù.
Al vederla, fui preso da grande
stupore.
[7]Ma l'angelo mi disse:
"perché ti meravigli?
Io ti
spiegherò il mistero della donna e della bestia che la porta,
con sette teste e dieci corna.


[cap 17] --- SIMBOLISMO DELLA BESTIA E DELLA PROSTITUTA ---

[8]La bestia che hai visto era (prima di Cristo) ma non è più
(durante il governo della Chiesa),
salirà dall'Abisso (al tempo
dell'anticristo),
ma per andare in perdizione.
E gli abitanti
della terra, il cui nome non è scritto nel libro della vita fin
dalla fondazione del mondo,
stupiranno al vedere che la bestia
era e non è più, ma riapparirà
(al tempo dell'anticristo per soli 11 anni).
[9]Qui ci vuole una mente che abbia saggezza.
Le sette
teste sono i sette colli sui quali è seduta la donna;
e sono
anche sette re.
[10]I primi cinque sono caduti, ne resta uno
ancora in vita, l'altro non è ancora venuto e quando sarà
venuto, dovrà rimanere per poco.
[11]Quanto alla bestia che era
e non è più, è ad un tempo l'ottavo re e uno dei sette, ma va in
perdizione.

[cap 17] --- Le dieci nazioni di comando europee nelle mani dell'anticristo ---

[12]Le dieci corna che hai viste sono dieci re, i quali non
hanno ancora ricevuto un regno, ma riceveranno potere regale,
per un'ora soltanto insieme con la bestia.
[13]Questi hanno un
unico intento:
consegnare la loro forza e il loro potere alla
bestia.


[cap 17] --- Ultima ribellione dei regni contro Dio ---
[14]Essi combatteranno contro l'Agnello, ma l'Agnello li
vincerà, perché è il Signore dei signori e il Re dei re e quelli
con lui sono i chiamati, gli eletti e i fedeli".
[15]Poi
l'angelo mi disse:
"Le acque che hai viste, presso le quali
siede la prostituta, simboleggiano popoli, moltitudini, genti e
lingue.

[cap 17] --- Estromissione degli USA e governo mondiale europeo
(peggioramento della situazione morale mondiale, ma maggiore benessere finanziario per tutti)
---

[16]Le dieci corna che hai viste e la bestia odieranno la
prostituta, la spoglieranno e la lasceranno nuda, ne mangeranno
le carni e la bruceranno col fuoco.
[17]Dio infatti ha messo loro in cuore di realizzare il suo
disegno e di accordarsi per affidare il loro regno alla bestia,
finché si realizzino le parole di Dio.
[18]La donna che hai
vista simboleggia la città grande, che regna su tutti i re della
terra".


[cap 14] --- I tre angeli annunziano il giorno del giudizio --

--- GLI ANGELI ANNUNZIANO il giusto castigo per idolatria
pornografia e libertinaggio ---


[cap 14] --- prima notizia gioiosa ---
[6]Poi vidi un altro angelo che volando in mezzo al cielo recava
un vangelo eterno
(buona notizia) da annunziare (in ogni tempo)
agli abitanti della terra e ad ogni nazione, razza, lingua
e popolo.(buona notizia)=(non fermate questa buona notizia)
[7]Egli gridava a gran voce:
(buona notizia)"Temete Dio e dategli
gloria, perché è giunta l'ora del suo giudizio.
Adorate colui
che ha fatto il cielo e la terra, il mare e le sorgenti delle
acque".

[cap 14] --- seconda notizia gioiosa ---

[8]Un secondo angelo lo seguì gridando:
"è caduta, è caduta
Babilonia la grande, quella che ha abbeverato tutte le genti col
vino del furore della sua fornicazione".

[cap 14] --- terza notizia gioiosa ---

[9]Poi, un terzo angelo li seguì gridando a gran voce:
"Chiunque
adora la bestia e la sua statua e ne riceve il marchio sulla
fronte (è sufficiente farsi stampare in chiaro tutti i dati
presenti sul micro-cip che ribadisco può essere uno solo e non
deve essere usato per finalità commerciali,
ma solo aziendali,
Verificate che non ci siano codici o formule criptate che in
realtà possano contenere formule magiche.
Questo lancia una luce
nuova anche sui tatuaggi)
o sulla mano,
[10]berrà il vino
dell'ira di Dio che è versato puro nella coppa della sua ira e
sarà torturato con fuoco e zolfo al cospetto degli angeli santi
e dell'Agnello.
[11]Il fumo del loro tormento salirà per i
secoli dei secoli,
e non avranno riposo nè giorno nè notte
quanti adorano la bestia e la sua statua e chiunque riceve il
marchio del suo nome".

[cap 14] --- Il premio dei giusti è immediato ---

[12]Qui appare la costanza dei santi, che osservano i
comandamenti di Dio e la fede in Gesù.
[13]Poi udii una voce dal
cielo che diceva:
"Scrivi: Beati d'ora in poi, i morti che
muoiono nel Signore.
Sì, dice lo Spirito, riposeranno dalle loro
fatiche, perché le loro opere li seguono".

[cap 19] --- CANTI DI TRIONFO IN CIELO per la caduta di Babilonia ---

[1]Dopo ciò, udii come una voce potente di una folla immensa nel
cielo che diceva:
"Alleluia!
Salvezza, gloria e potenza sono del
nostro Dio;
[2]perché veri e giusti sono i suoi giudizi, egli ha
condannato la grande meretrice che corrompeva la terra con la
sua prostituzione,
vendicando su di lei il sangue dei suoi
servi!".
[3]E per la seconda volta dissero:
"Alleluia!
Il suo
fumo sale nei secoli dei secoli!".
[4]Allora i ventiquattro
vegliardi e i quattro esseri viventi si prostrarono e adorarono
Dio, seduto sul trono, dicendo:
"Amen, alleluia".
[5]Partì dal
trono una voce che diceva:
"Lodate il nostro Dio, voi tutti,
suoi servi, voi che lo temete, piccoli e grandi!".

cap 7] --- I SERVI DI DIO SARANNO PERSEGUITATI, ma saranno vendicati dai cataclismi ---

[1]Dopo ciò, vidi quattro angeli che stavano ai quattro angoli
della terra, e trattenevano i quattro venti, perché non
soffiassero sulla terra, nè sul mare, nè su alcuna pianta.
[2]Vidi poi un altro angelo che saliva dall'oriente e aveva il
sigillo del Dio vivente.
E gridò a gran voce ai quattro angeli
ai quali era stato concesso il potere di devastare la terra e il
mare:
[3]"Non devastate nè la terra, nè il mare, nè le piante,
finché non abbiamo impresso il sigillo del nostro Dio sulla
fronte dei suoi servi".

[cap 19] --- PRIMO COMBATTIMENTO ESCATOLOGICO: la vittoria di Cristo attraverso la sua Chiesa
--- LO STERMINIO DELLE NAZIONI PAGANE: prima battaglia finale ---

[11]Poi vidi il cielo aperto, ed ecco un cavallo bianco;
colui
che lo cavalcava si chiamava "Fedele" e "Verace":
egli giudica e
combatte con giustizia.
[12]I suoi occhi sono come una fiamma di
fuoco, ha sul suo capo molti diademi; porta scritto un nome che
nessuno conosce all'infuori di lui.
[13]è avvolto in un mantello
intriso di sangue e il suo nome è Verbo di Dio.
[14]Gli eserciti
del cielo lo seguono su cavalli bianchi, vestiti di lino bianco
e puro.
[15]Dalla bocca gli esce una spada affilata per colpire
con essa le genti.
Egli le governerà con scettro di ferro e
pigerà nel tino il vino dell'ira furiosa del Dio onnipotente.
[16]Un nome porta scritto sul mantello e sul femore:
Re dei re e
Signore dei signori.
[17]Vidi poi un angelo, ritto sul sole, che
gridava a gran voce a tutti gli uccelli che volano in mezzo al
cielo:
[18]"Venite, radunatevi al grande banchetto di Dio.
Mangiate le carni dei re, le carni dei capitani, le carni degli
eroi, le carni dei cavalli e dei cavalieri e le carni di tutti
gli uomini, liberi e schiavi, piccoli e grandi".
[19]Vidi allora
la bestia e i re della terra con i loro eserciti radunati per
muovere guerra contro colui che era seduto sul cavallo e contro
il suo esercito.
[20]Ma la bestia fu catturata e con essa il
falso profeta che alla sua presenza aveva operato quei portenti
con i quali aveva sedotto quanti avevano ricevuto il marchio
della bestia e ne avevano adorato la statua.
Ambedue furono
gettati vivi nello stagno di fuoco, ardente di zolfo.
[21]Tutti
gli altri furono uccisi dalla spada (La PAROLA biblica) che
usciva di bocca al Cavaliere;
e tutti gli uccelli si saziarono
delle loro carni.

cap 20]- --- SECONDO COMBATTIMENTO sia SIMBOLICO-ESCATOLOGICO
che TERRESTRE per la difesa di GERUSALEMME e la distruzione di
Armaghedon ---
[7]Quando i mille anni saranno compiuti (tempo simbolico dal
giorno di Pentecoste del GOVERNO della CHIESA),
satana verrà
liberato dal suo carcere (quelli che rimarranno fedeli alla vera
Chiesa saranno costretti alle catacombe)
[8]e uscirà per sedurre
le nazioni ai quattro punti della terra, Gog e Magog, per
adunarli per la guerra:
il loro numero sarà come la sabbia del
mare.
9]Marciarono su tutta la superficie della terra e cinsero
d'assedio l'accampamento dei santi e la città diletta (la
Gerusalemme di Israele).
Ma un fuoco scese dal cielo e li
divorò.
[10]E il diavolo, che li aveva sedotti, fu gettato nello
stagno di fuoco e zolfo,
dove sono anche la bestia e il falso
profeta:
saranno tormentati giorno e notte per i secoli dei
secoli.

cap 20]- --- IL REGNO dei MILLE ANNI o REGNO della CHIESA
sulla TERRA E LA PRIMA GENERAZIONE DI RISORTI ---
[1]Vidi poi un angelo che scendeva dal cielo con la chiave
dell'Abisso e una gran catena in mano.
[2]Afferrò il dragone, il
serpente antico - cioè il diavolo, satana - e lo incatenò per
mille anni;
[3]lo gettò nell'Abisso, ve lo rinchiuse e ne
sigillò la porta sopra di lui, perché non seducesse più le
nazioni, fino al compimento dei mille anni.
Dopo questi dovrà
essere sciolto per un po' di tempo
(gli undici anni di governo dell'anticristo).
[4]Poi vidi alcuni troni e a quelli che vi si
sedettero fu dato il potere di giudicare.
Vidi anche le anime
dei decapitati a causa della testimonianza di Gesù e della
Parola di Dio, e quanti non avevano adorato la bestia e la sua
statua e non ne avevano ricevuto il marchio sulla fronte e sulla
mano.
Essi ripresero vita e regnarono con Cristo per mille anni


(SOLO QUELLI CHE MUOIONO IN CRISTO - e non nella religione cristiana
- SONO VIVI E operativi anche PER TUTTO IL TEMPO DEL GOVERNO DELLA CHIESA);


[5]gli altri morti invece non tornarono
in vita fino al compimento dei mille anni.
Questa è la prima
risurrezione.
[6]Beati e santi coloro che prendono parte alla
prima risurrezione.
Su di loro non ha potere la seconda morte,
ma saranno sacerdoti di Dio e del Cristo e regneranno con lui
per mille anni.

[cap 15] --- l'ira di Dio ---
[1]Poi vidi nel cielo un altro segno grande e meraviglioso:
sette angeli che avevano sette flagelli; gli ultimi, poiché con
essi si deve compiere l'ira di Dio.
-

[cap 15] --- IL CANTICO DI MOSè E DELL'AGNELLO ----

2]Vidi pure come un mare di cristallo misto a fuoco e coloro
che avevano vinto la bestia e la sua immagine e il numero del
suo nome,
stavano ritti sul mare di cristallo.
Accompagnando il
canto con le arpe divine,
[3]cantavano il cantico di Mosè, servo
di Dio, e il cantico dell'Agnello:
"Grandi e mirabili sono le
tue opere, o Signore Dio onnipotente;
giuste e veraci le tue
vie, o Re delle genti!
[4]Chi non temerà, o Signore, e non
glorificherà il tuo nome?
Poiché tu solo sei santo.
Tutte le
genti verranno e si prostreranno davanti a te, perché i tuoi
giusti giudizi si sono manifestati".
[cap 15] --- le sette coppe dell'ira di Dio ---
[5]Dopo ciò vidi aprirsi nel cielo il tempio che contiene la
Tenda della Testimonianza;
[6]dal tempio uscirono i sette angeli
che avevano i sette flagelli, vestiti di lino puro, splendente,
e cinti al petto di cinture d'oro.
[7]Uno dei quattro esseri
viventi diede ai sette angeli sette coppe d'oro colme dell'ira
di Dio che vive nei secoli dei secoli.


[cap 15] --- (L'ira di Dio è terribile e senza pentimento: altro
che pacifista e bonaccione, in una parabola Gesù dice:
" coloro che non volevano che io regnassi su di loro,
conduceteli e uccideteli alla mia presenza") ---

[8]Il tempio si riempì del fumo che usciva dalla gloria di Dio e
dalla sua potenza: nessuno poteva entrare nel tempio finché non
avessero termine i sette flagelli dei sette angeli.
-


-------- [Invito i miei lettori a non considerare niente
affatto simbolici i castighi che seguono, piuttosto dovete
considerare che uno scrittore del 70 dopo Cristo ha le sue
categorie di pensiero e di espressione per descrivere ciò che ha
visto effettivamente.
Inoltre, nessuno spiega a lui quello che vede.]

-

[cap 6] --- L'AGNELLO SPEZZA I SETTE SIGILLI ---

[1]Quando l'Agnello sciolse il primo dei sette sigilli,
vidi e udii il primo dei quattro esseri viventi che gridava come
con voce di tuono:
"Vieni".
[2]Ed ecco mi apparve un cavallo
bianco e colui che lo cavalcava aveva un arco,
gli fu data una
corona e poi egli uscì vittorioso per vincere ancora
(il Cristo ora vince e vince ancora
e continua a vincere sempre e inoltre a vincere ancora:
non guardiamo nell'immediato alle nostre
vittorie - che pur ci saranno - ma nell'immediato pensiamo alle
SUE vittorie).

[cap 6] --- L'AGNELLO SPEZZA I SETTE SIGILLI ---

3]Quando l'Agnello aprì il secondo sigillo,
udii il secondo essere vivente che gridava: "Vieni".
[4]Allora
uscì un altro cavallo, rosso fuoco.
A colui che lo cavalcava fu
dato potere di togliere la pace dalla terra perché si
sgozzassero a vicenda e gli fu consegnata una grande spada (la guerra).

[cap 6] --- L'AGNELLO SPEZZA I SETTE SIGILLI ---

5]Quando l'Agnello aprì il terzo sigillo,
udii il terzo essere vivente che gridava:
"Vieni". Ed ecco, mi
apparve un cavallo nero e colui che lo cavalcava aveva una
bilancia in mano.
[6]E udii gridare una voce in mezzo ai quattro
esseri viventi:
"Una misura di grano per un danaro e tre misure
d'orzo per un danaro!
Olio e vino non siano sprecati" (la ingiustizia).


[cap 6] --- L'AGNELLO SPEZZA I SETTE SIGILLI ---

7]Quando l'Agnello aprì il quarto sigillo,
udii la voce del quarto essere vivente che diceva: "Vieni".
[8]Ed ecco, mi apparve un cavallo verdastro.
Colui che lo
cavalcava si chiamava Morte e gli veniva dietro l'Inferno.
Fu
dato loro potere sopra la quarta parte della terra per
sterminare con la spada,
con la fame, con la peste e con le
fiere della terra (la morte).


[cap 6] --- L'AGNELLO SPEZZA I SETTE SIGILLI ---

9]Quando l'Agnello aprì il quinto sigillo,
vidi sotto l'altare le anime di coloro che furono immolati a
causa della Parola di Dio e della testimonianza che gli avevano
resa. [10]E gridarono a gran voce: "Fino a quando, Sovrano, tu
che sei santo e verace, non farai giustizia e non vendicherai il
nostro sangue sopra gli abitanti della terra?" (i martiri).


[cap 6] --- INVESTITURA DEGLI ELETTI ---


[11]Allora venne data a
ciascuno di essi una veste candida e fu detto loro di pazientare
ancora un poco, finché fosse completo il numero dei loro
compagni di servizio(i santi) e dei loro fratelli che dovevano
essere uccisi come loro(i martiri).

[cap 6] --- L'AGNELLO SPEZZA I SETTE SIGILLI ---

12]Quando l'Agnello aprì il sesto sigillo,
vidi che vi fu un violento terremoto. Il sole divenne nero come
sacco di crine, la luna diventò tutta simile al sangue,
[13]le stelle del cielo si abbatterono sopra la terra,
come quando un fico,
sbattuto dalla bufera, lascia cadere i fichi immaturi.
[14]Il cielo si ritirò come un volume che si arrotola e tutti i
monti e le isole furono smossi dal loro posto.
[15]Allora i re
della terra e i grandi, i capitani, i ricchi e i potenti, e
infine ogni uomo, schiavo o libero, si nascosero tutti nelle
caverne e fra le rupi dei monti;
[16]e dicevano ai monti e alle
rupi: Cadete sopra di noi e nascondeteci dalla faccia di Colui
che siede sul trono e dall'ira dell'Agnello,
[17]perché è venuto
il gran giorno della loro ira, e chi vi può resistere?

(cataclismi).


[cap 8] --- IL SETTIMO SIGILLO INTRODUCE GLI ANGELI DELLE SETTE TROMBE ---


[cap 8] [1]Quando l'Agnello aprì il settimo sigillo,
si fece silenzio in cielo per circa mezz'ora (si considera il
sangue di tutti i 120.000.000 di martiri della storia e di tutti
i miliardi che hanno sofferto persecuzioni ingiustamente, si
considerano le sofferenze di tutti gli innocenti dell'umanità:
ora si preparano i castighi).


[cap 8] [2]Vidi che ai sette angeli ritti davanti a Dio furono
date sette trombe.

[cap 8] --- I SANTI, CHE SIAMO ANCHE NOI, AFFRETTANO LA VENUTA
DEL GRANDE GIORNO DELLA VENDETTA
SU TUTTE LE INGIUSTIZIE E LA FINE DI QUESTO MONDO DI INIQUITà- ---

[cap 8] [3]Poi venne un altro angelo e si fermò all'altare,
reggendo un incensiere d'oro.
Gli furono dati molti profumi
perché li offrisse insieme con le preghiere di tutti i santi
bruciandoli sull'altare d'oro, posto davanti al trono.
[4]E
dalla mano dell'angelo il fumo degli aromi salì davanti a Dio,
insieme con le preghiere dei santi.
[5]Poi l'angelo prese
l'incensiere, lo riempì del fuoco preso dall'altare e lo gettò
sulla terra:
ne seguirono scoppi di tuono, clamori, fulmini e
scosse di terremoto.

cap 8] --- LE PRIME QUATTRO TROMBE ---

[6]I sette angeli che avevano le sette trombe si accinsero a
suonarle.
·--- [cap 8] [7]Appena il primo suonò la tromba, (disastri
atmosferici )
grandine e fuoco mescolati a sangue scrosciarono sulla terra. Un
terzo della terra fu arso,
un terzo degli alberi andò bruciato e
ogni erba verde si seccò.

·--- [cap 8] [8]Il secondo angelo suonò la tromba: (esplosione
nucleare ) come una gran montagna di fuoco fu scagliata nel
mare. Un terzo del mare divenne sangue,
[9]un terzo delle creature che vivono nel mare morì e un terzo delle navi andò
distrutto
(la vastità della zona coinvolta, fa credere a
Giovanni che viene coinvolto un terzo del pianeta, anche per gli
effetti secondari della radioattività).

·--- [cap 8] [10]Il terzo angelo suonò la tromba e cadde dal
cielo una grande stella,
(caduta di asteroide gigante e
conseguente avvelenamento delle acque)
ardente come una torcia,
e colpì un terzo dei fiumi e le sorgenti delle acque.
[11]La stella si chiama Assenzio
(Giovanni ascolta come gli angeli si
esprimono su questo evento);
un terzo delle acque si mutò in
assenzio e molti uomini morirono per quelle acque, perché erano
divenute amare (velenose).

·--- [cap 8] [12]Il quarto angelo suonò la tromba e un terzo del
sole, un terzo della luna e un terzo degli astri fu colpito e si
oscurò:
il giorno perse un terzo della sua luce e la notte
ugualmente
(le polveri sollevate nell'atmosfera fanno sembrare
attutiti la luce degli astri).
-
--- Ormai gli equilibri naturali del
pianeta sono profondamente sconvolti. --

cap 8] [13]Vidi poi e udii un'aquila che volava nell'alto del
cielo e gridava a gran voce:
"Guai, guai, guai agli abitanti
della terra al suono degli ultimi squilli di tromba che i tre
angeli stanno per suonare!"

[cap 9] --- LA QUINTA TROMBA ---
[cap 9] [1]Il quinto angelo suonò la tromba e vidi un astro
caduto (asteroide) dal cielo sulla terra.
Gli fu data la chiave
del pozzo dell'Abisso;
[2]egli aprì il pozzo dell'Abisso e salì
dal pozzo un fumo come il fumo di una grande fornace, che oscurò
il sole e l'atmosfera.
[3]Dal fumo uscirono cavallette che si
sparsero sulla terra e fu dato loro un potere pari a quello
degli scorpioni della terra.
[4]E fu detto loro di non
danneggiare nè erba nè arbusti nè alberi, ma soltanto gli uomini
che non avessero il sigillo di Dio sulla fronte.
[5]Però non fu
concesso loro di ucciderli, ma di tormentarli per cinque mesi, e
il tormento è come il tormento dello scorpione quando punge un
uomo (radioattività o piuttosto gas acidi e abrasivi).
[6]In
quei giorni gli uomini cercheranno la morte, ma non la
troveranno; brameranno morire, ma la morte li fuggirà.
[7]Queste
cavallette avevano l'aspetto di cavalli pronti per la guerra.
Sulla testa avevano corone che sembravano d'oro e il loro
aspetto era come quello degli uomini.
[8]Avevano capelli, come
capelli di donne, ma i loro denti erano come quelli dei leoni.
[9]Avevano il ventre simile a corazze di ferro e il rombo delle
loro ali come rombo di carri trainati da molti cavalli lanciati
all'assalto.
[10]Avevano code come gli scorpioni, e aculei.
Nelle loro code il potere di far soffrire gli uomini per cinque
mesi (sembrano esalazioni venefiche tutt'altro che inodore e
incolore).
[11]Il loro re era l'angelo dell'Abisso, che in
ebraico si chiama Perdizione, in greco Sterminatore.
(dall'abbondanza di cadaveri e carogne si potrebbero sviluppare
insetti mutanti necrofori, che passerebbero successivamente a
mordere i sopravvissuti)

-------------- [nota: abbiamo dimenticato il
genocidio dei curdi,
che cosa è per noi l'agonia di diverse
centinaia di migliaia di uomini?
Non dimentichiamo i disastri
radioattivi locali?
Ma per Giovanni la visione di questi
disastri fu un trauma enorme,
una sofferenza di gran lunga più
grande della sua condizione di carcerato e prigioniero.] ---------


[cap 9] [12]Il primo "guai" è passato.
Rimangono ancora due
"guai" dopo queste cose.
-
[cap 9] --- LA SESTA TROMBA ---
·--- [cap 9] [13]Il sesto angelo suonò la tromba.
Allora udii
una voce dai lati dell'altare d'oro che si trova dinanzi a Dio.
[14]E diceva al sesto angelo che aveva la tromba:
"Sciogli i
quattro angeli incatenati sul gran fiume Eufrate".
[15]Furono
sciolti i quattro angeli pronti per l'ora, il giorno, il mese e
l'anno per sterminare un terzo dell'umanità
(terza guerra mondiale).
[16]Il numero delle truppe di cavalleria era duecento milioni; ne intesi il numero.
[17]Così mi apparvero i cavalli e
i cavalieri: questi avevano corazze di fuoco, di giacinto, di
zolfo (bombardieri). Le teste dei cavalli erano come le teste
dei leoni e dalla loro bocca usciva fuoco, fumo e zolfo
(cannoni). [18]Da questo triplice flagello, dal fuoco, dal fumo
e dallo zolfo che usciva dalla loro bocca, fu ucciso un terzo
dell'umanità. [19]La potenza dei cavalli infatti sta nella loro
bocca (cannoni ) e nelle loro code (mitragliatrici); le loro
code sono simili a serpenti, hanno teste e con esse
nuocciono.[20]Il resto dell'umanità che non perì a causa di
questi flagelli, non rinunziò alle opere delle sue mani; non
cessò di prestar culto ai demoni e agli idoli d'oro, d'argento,
di bronzo, di pietra e di legno, che non possono nè vedere, nè
udire, nè camminare; [21]non rinunziò nemmeno agli omicidi, nè
alle stregonerie, nè alla fornicazione, nè alle ruberie.

[cap 11] --- LA SETTIMA TROMBA ---
cap 11] [14]Così passò il secondo "guai"; ed ecco viene subito
il terzo "guai".
[cap 11] --- Dio viene glorificato perché non lascia senza
punizione i colpevoli ---
· [15]Il settimo angelo suonò la tromba e nel cielo echeggiarono
voci potenti che dicevano: "Il regno del mondo appartiene al
Signore nostro e al suo Cristo: egli regnerà nei secoli dei
secoli". [16]Allora i ventiquattro vegliardi seduti sui loro
troni al cospetto di Dio, si prostrarono faccia a terra e
adorarono Dio dicendo: [17]"Noi ti rendiamo grazie, Signore Dio
onnipotente, che sei e che eri, perché hai messo mano alla tua
grande potenza, e hai instaurato il tuo regno. [18]Le genti ne
fremettero, ma è giunta l'ora della tua ira, il tempo di
giudicare i morti, di dare la ricompensa ai tuoi servi, ai
profeti e ai santi e a quanti temono il tuo nome, piccoli e
grandi, e di annientare coloro che distruggono la terra".
[cap 11] --- Dio viene glorificato perché non lascia senza
premio i giusti ---
[19]Allora si aprì il santuario di Dio nel cielo e apparve nel
santuario l'arca dell'alleanza. Ne seguirono folgori, voci,
scoppi di tuono, terremoto e una tempesta di grandine
(cataclismi naturali sui colpevoli ).

cap 16] --- LE SETTE COPPE DELL'IRA DI DIO ---
-
[cap 16] --- Ecco, io vengo come un ladro ---
[15]Ecco, io vengo come un ladro. Beato chi è vigilante e
conserva le sue vesti per non andar nudo e lasciar vedere le sue
vergogne.
[cap 16] --- Ecco, io vengo come un ladro per infierire sui
malvagi ---
[16]E radunarono i re nel luogo che in ebraico si chiama
Armaghedon.
(Qui avverrà soprannaturalmente un grande massacro di tutto
questo esercito enorme, Israele impiegherà quasi un anno per
bonificarne l'area)

(La natura che avvolge come una coperta materna e protettiva il
nostro pianeta è stata distrutta, queste conseguenze sono solo
tecniche)
[cap 16] [1]Udii poi una gran voce dal tempio che diceva ai
sette angeli: "Andate e versate sulla terra le sette coppe
dell'ira di Dio".

[cap 16] [2]Partì il primo
e versò la sua coppa sopra la terra; e scoppiò una piaga
dolorosa e maligna sugli uomini che recavano il marchio della
bestia e si prostravano davanti alla sua statua.

[cap 16] [3]Il secondo
versò la sua coppa nel mare che diventò sangue come quello di un
morto e perì ogni essere vivente che si trovava nel mare.

[cap 16] [4]Il terzo
versò la sua coppa nei fiumi e nelle sorgenti delle acque, e
diventarono sangue. [5]Allora udii l'angelo delle acque che
diceva: "Sei giusto, tu che sei e che eri, tu, il Santo, poiché
così hai giudicato. [6]Essi hanno versato il sangue di santi e
di profeti, tu hai dato loro sangue da bere: ne sono ben
degni!". [7]Udii una voce che veniva dall'altare e diceva: "Sì,
Signore, Dio onnipotente; veri e giusti sono i tuoi giudizi!".

[cap 16] [8]Il quarto
versò la sua coppa sul sole e gli fu concesso di bruciare gli
uomini con il fuoco. [9]E gli uomini bruciarono per il terribile
calore e bestemmiarono il nome di Dio che ha in suo potere tali
flagelli, invece di ravvedersi per rendergli omaggio.

[cap 16] [10]Il quinto
versò la sua coppa sul trono della bestia e il suo regno fu
avvolto dalle tenebre. Gli uomini si mordevano la lingua per il
dolore e [11]bestemmiarono il Dio del cielo a causa dei dolori e
delle piaghe, invece di pentirsi delle loro azioni.

[cap 16] [12]Il sesto
-(è evidente che la tecnologia compenserà la natura sconvolta e
ormai inefficace a tutelare gli uomini, i quali cercheranno di
porre la parole fine su Dio annientando completamente lo stato
di Israele, questo sembrerà loro possibile visto che gli USA non
possono più intervenire)
versò la sua coppa sopra il gran fiume Eufrate e le sue acque
furono prosciugate per preparare il passaggio ai re
dell'oriente. [13]Poi dalla bocca del drago e dalla bocca della
bestia e dalla bocca del falso profeta vidi uscire tre spiriti
immondi, simili a rane: [14]sono infatti spiriti di demoni che
operano prodigi e vanno a radunare tutti i re di tutta la terra
per la guerra del gran giorno di Dio onnipotente.


[cap 16] [17]Il settimo
versò la sua coppa nell'aria e uscì dal tempio, dalla parte del
trono, una voce potente che diceva: "è fatto!". [18]Ne seguirono
folgori, clamori e tuoni, accompagnati da un grande terremoto,
di cui non vi era mai stato l'uguale da quando gli uomini vivono
sopra la terra. [19]La grande città si squarciò in tre parti e
crollarono le città delle nazioni. Dio si ricordò di Babilonia
la grande, per darle da bere la coppa di vino della sua ira
ardente. [20]Ogni isola scomparve e i monti si dileguarono.
[21]E grandine enorme del peso di mezzo quintale scrosciò dal
cielo sopra gli uomini, e gli uomini bestemmiarono Dio a causa
del flagello della grandine, poiché era davvero un grande
flagello (le polveri condenseranno con l'umidità negli stati più
alti dell'atmosfera, questo fenomeno è già cominciato a
verificarsi).

[cap 11] --- misura il santuario, l'altare e il numero di quelli
che adorano, perché nulla vada perduto o dimenticato --
[1]Poi mi fu data una canna simile a una verga e mi fu detto:
"Alzati e misura il santuario di Dio e l'altare e il numero di
quelli che vi stanno adorando. [2]Ma l'atrio che è fuori del
santuario, lascialo da parte e non lo misurare, perché è stato
dato in balia dei pagani, i quali calpesteranno la città santa
per quarantadue mesi.

[cap 11] --- I DUE TESTIMONI eserciteranno il loro ministero
terribile da quando l'anticristo farà cessare il sacrificio
quotidiano nel tempio di Gerusalemme. In verità la PAROLA di Dio
lascia intravedere il fatto che testimoni ed anticristo saranno
sempre presenti nella storia dell'umanità. Ci troviamo davanti
ad una notizia sia storica che metastorica. ---
[cap 11]- [3]Ma farò in modo che i miei due Testimoni, vestiti
di sacco, compiano la loro missione di profeti per
milleduecentosessanta giorni". [4]Questi sono i due olivi e le
due lampade che stanno davanti al Signore della terra. [5]Se
qualcuno pensasse di far loro del male, uscirà dalla loro bocca
un fuoco che divorerà i loro nemici. Così deve perire chiunque
pensi di far loro del male. [6]Essi hanno il potere di chiudere
il cielo, perché non cada pioggia nei giorni del loro ministero
profetico. Essi hanno anche potere di cambiar l'acqua in sangue
e di colpire la terra con ogni sorta di flagelli tutte le volte
che lo vorranno. [7]E quando poi avranno compiuto la loro
testimonianza, la bestia che sale dall'Abisso farà guerra contro
di loro, li vincerà e li ucciderà. [8]I loro cadaveri rimarranno
esposti sulla piazza della grande città, che simbolicamente si
chiama Sodoma ed Egitto, dove appunto il loro Signore fu
crocifisso. [9]Uomini di ogni popolo, tribù, lingua e nazione
vedranno i loro cadaveri per tre giorni e mezzo e non
permetteranno che i loro cadaveri vengano deposti in un
sepolcro. [10]Gli abitanti della terra faranno festa su di loro,
si rallegreranno e si scambieranno doni, perché questi due
profeti erano il tormento degli abitanti della terra. [11]Ma
dopo tre giorni e mezzo, un soffio di vita procedente da Dio
entrò in essi e si alzarono in piedi, con grande terrore di
quelli che stavano a guardarli. [12]Allora udirono un grido
possente dal cielo: "Salite quassù" e salirono al cielo in una
nube sotto gli sguardi dei loro nemici. [13]In quello stesso
momento ci fu un grande terremoto che fece crollare un decimo
della città: perirono in quel terremoto settemila persone; i
superstiti presi da terrore davano gloria al Dio del cielo
(Questo è il momento che gli ebrei aspettavano per poter
rivendicare il tempio di Gerusalemme e purificarlo,
riconsacrarlo dopo la profanazione, ma non sarà un'opera
facile).

[cap 20]- --- IL GIUDIZIO definitivo delle NAZIONI e lo stagno
di fuoco ---
[11]Vidi poi un grande trono bianco e Colui che sedeva su di
esso. Dalla sua presenza erano scomparsi la terra e il cielo
senza lasciar traccia di sé. [12]Poi vidi i morti, grandi e
piccoli, ritti davanti al trono. Furono aperti dei libri. Fu
aperto anche un altro libro, quello della vita. I morti vennero
giudicati in base a ciò che era scritto in quei libri, ciascuno
secondo le sue opere. [13]Il mare restituì i morti che esso
custodiva e la morte e gli inferi resero i morti da loro
custoditi e ciascuno venne giudicato secondo le sue opere.
[14]Poi la morte e gli inferi furono gettati nello stagno di
fuoco. Questa è la seconda morte, lo stagno di fuoco (la disintegrazione).
[15]E chi non era scritto nel libro della vita fu gettato nello stagno di
fuoco.

[cap 1] --- indirizzo ---
[4]Giovanni alle sette Chiese che sono in Asia: grazia a voi e
pace da Colui che è, che era e che viene, dai sette spiriti che
stanno davanti al suo trono, [5]e da Gesù Cristo, il testimone
fedele, il primogenito dei morti e il principe dei re della
terra. A Colui che ci ama e ci ha liberati dai nostri peccati
con il suo sangue, [6]che ha fatto di noi un regno di sacerdoti
per il suo Dio e Padre, a lui la gloria e la potenza nei secoli
dei secoli. Amen. [7]Ecco, viene sulle nubi e ognuno lo vedrà;
anche quelli che lo trafissero e tutte le nazioni della terra si
batteranno per lui il petto. Sì, Amen!

[cap 1] --- Saluto di Cristo al mio lettore ---
[8]Io sono l'Alfa e l'Omega, dice il Signore Dio, Colui che è,
che era e che viene, l'Onnipotente!

-
cap 21] --- Il mondo nuovo di Dio, i nuovi cieli e la nuova
terra = LA GERUSALEMME CELESTE ---
[1]Vidi poi un nuovo cielo e una nuova terra, perché il cielo e
la terra di prima erano scomparsi e il mare non c'era più.
[2]Vidi anche la città santa, la nuova Gerusalemme, scendere dal
cielo, da Dio, pronta come una sposa adorna per il suo sposo.
[3]Udii allora una voce potente che usciva dal trono: "Ecco la
dimora di Dio con gli uomini!
Egli dimorerà tra di loro ed essi
saranno suo popolo ed egli sarà il "Dio-con-loro". [4]E tergerà
ogni lacrima dai loro occhi; non ci sarà più la morte, nè lutto,
nè lamento, nè affanno, perché le cose di prima sono passate".
[5]E Colui che sedeva sul trono disse: "Ecco, io faccio nuove
tutte le cose"; e soggiunse: "Scrivi, perché queste parole sono
certe e veraci. [6]Ecco sono compiute!
Io sono l'Alfa e l'Omega,
il Principio e la Fine. A colui che ha sete darò gratuitamente
acqua della fonte della vita. [7]Chi sarà vittorioso erediterà
questi beni; io sarò il suo Dio ed egli sarà mio figlio. [8]Ma
per i vili e gl'increduli, gli abietti e gli omicidi,
gl'immorali, i fattucchieri, gli idolatri e per tutti i
mentitori è riservato lo stagno ardente di fuoco e di zolfo. è
questa la seconda morte".

[cap 19] --- La SPOSA e le nozze dell'AGNELLO ---
[6]Udii poi come una voce di una immensa folla simile a fragore
di grandi acque e a rombo di tuoni possenti, che gridavano:
"Alleluia. Ha preso possesso del suo regno il Signore, il nostro
Dio, l'Onnipotente. [7]Rallegriamoci ed esultiamo, rendiamo a
lui gloria, perché sono giunte le nozze dell'Agnello; la sua
sposa è pronta, [8]le hanno dato una veste di lino puro
splendente". La veste di lino sono le opere giuste dei santi.
[9]Allora l'angelo mi disse: "Scrivi: Beati gli invitati al
banchetto delle nozze dell'Agnello!". Poi aggiunse: "Queste sono
parole veraci di Dio". [10]Allora mi prostrai ai suoi piedi per
adorarlo, ma egli mi disse: "Non farlo!
Io sono servo come te e
i tuoi fratelli, che custodiscono la testimonianza di Gesù. è
Dio che devi adorare". La testimonianza di Gesù è lo spirito di
profezia.

[cap 7] --- I 144000 o i DIVINIZZATI- ----
o prima generazione di RISORTI- 12(tribù Israele) x 12(i popoli del mondo) x 1000 =
moltitudine di ogni popolo nel tempo della Chiesa ---

[4]Poi udii il numero di coloro che furono segnati con il
sigillo: centoquarantaquattromila, segnati da ogni tribù dei
figli d'Israele: [5]dalla tribù di Giuda dodicimila; dalla tribù
di Ruben dodicimila; dalla tribù di Gad dodicimila; [6]dalla
tribù di Aser dodicimila; dalla tribù di Neftali dodicimila;
dalla tribù di Manasse dodicimila; [7]dalla tribù di Simeone
dodicimila; dalla tribù di Levi dodicimila; dalla tribù di
Issacar dodicimila; [8]dalla tribù di Zabulon dodicimila; dalla
tribù di Giuseppe dodicimila; dalla tribù di Beniamino
dodicimila.
-
cap 21] --- LA GERUSALEMME CELESTE = la sposa dell'Agnello ---
--- I 144.000 cristificati compongono il corpo di Cristo. Il
corpo della sua sposa è composto da tutti gli uomini di buona
volontà ---
[9]Poi venne uno dei sette angeli che hanno le sette coppe piene
degli ultimi sette flagelli e mi parlò: "Vieni, ti mostrerò la
fidanzata, la sposa dell'Agnello". [10]L'angelo mi trasportò in
spirito su di un monte grande e alto, e mi mostrò la città
santa, Gerusalemme, che scendeva dal cielo, da Dio, risplendente
della gloria di Dio. [11]Il suo splendore è simile a quello di
una gemma preziosissima, come pietra di diaspro cristallino.
[12]La città è cinta da un grande e alto muro con dodici porte:
sopra queste porte stanno dodici angeli e nomi scritti, i nomi
delle dodici tribù dei figli d'Israele. [13]A oriente tre porte,
a settentrione tre porte, a mezzogiorno tre porte e ad occidente
tre porte. [14]Le mura della città poggiano su dodici basamenti,
sopra i quali sono i dodici nomi dei dodici apostoli
dell'Agnello. [15]Colui che mi parlava aveva come misura una
canna d'oro, per misurare la città, le sue porte e le sue mura.
[16]La città è a forma di quadrato, la sua lunghezza è uguale
alla larghezza. L'angelo misurò la città con la canna: misura
dodici mila stadi; la lunghezza, la larghezza e l'altezza sono
eguali. [17]Ne misurò anche le mura: sono alte
centoquarantaquattro braccia, secondo la misura in uso tra gli
uomini adoperata dall'angelo. [18]Le mura sono costruite con
diaspro e la città è di oro puro, simile a terso cristallo.
[19]Le fondamenta delle mura della città sono adorne di ogni
specie di pietre preziose. Il primo fondamento è di diaspro, il
secondo di zaffiro, il terzo di calcedonio, il quarto di
smeraldo, [20]il quinto di sardonice, il sesto di cornalina, il
settimo di crisolito, l'ottavo di berillo, il nono di topazio,
il decimo di crisopazio, l'undecimo di giacinto, il dodicesimo
di ametista. [21]E le dodici porte sono dodici perle; ciascuna
porta è formata da una sola perla. E la piazza della città è di
oro puro, come cristallo trasparente. [22]Non vidi alcun tempio
in essa perché il Signore Dio, l'Onnipotente, e l'Agnello sono
il suo tempio. [23]La città non ha bisogno della luce del sole,
nè della luce della luna perché la gloria di Dio la illumina e
la sua lampada è l'Agnello. [24]Le nazioni cammineranno alla sua
luce e i re della terra a lei porteranno la loro magnificenza.
[25]Le sue porte non si chiuderanno mai durante il giorno,
poiché non vi sarà più notte. [26]E porteranno a lei la gloria e
l'onore delle nazioni. [27]Non entrerà in essa nulla d'impuro,
nè chi commette abominio o falsità, ma solo quelli che sono
scritti nel libro della vita dell'Agnello.
http://www.fedele.altervista.org
[cap 22] --- IL FIUME DELLA VITA ---
[1]Mi mostrò poi un fiume d'acqua viva limpida come cristallo,
che scaturiva dal trono di Dio e dell'Agnello. [2]In mezzo alla
piazza della città e da una parte e dall'altra del fiume si
trova un albero di vita che da dodici raccolti e produce frutti
ogni mese; le foglie dell'albero servono a guarire le nazioni.
[3]E non vi sarà più maledizione. Il trono di Dio e dell'Agnello
sarà in mezzo a lei e i suoi servi lo adoreranno; [4]vedranno la
sua faccia e porteranno il suo nome sulla fronte. [5]Non vi sarà
più notte e non avranno più bisogno di luce di lampada, nè di
luce di sole, perché il Signore Dio li illuminerà e regneranno
nei secoli dei secoli. [6]Poi mi disse: "Queste parole sono
certe e veraci. Il Signore, il Dio che ispira i profeti, ha
mandato il suo angelo per mostrare ai suoi servi ciò che deve
accadere tra breve. [7]Ecco, io verrò presto. Beato chi
custodisce le parole profetiche di questo libro". [8]Sono io,
Giovanni, che ho visto e udito queste cose. Udite e vedute che
le ebbi, mi prostrai in adorazione ai piedi dell'angelo che me
le aveva mostrate. [9]Ma egli mi disse: "Guardati dal farlo!
Io
sono un servo di Dio come te e i tuoi fratelli, i profeti, e
come coloro che custodiscono le parole di questo libro. è Dio
che devi adorare". [10]Poi aggiunse: "Non mettere sotto sigillo
le parole profetiche di questo libro, perché il tempo è vicino.
[11]Il perverso continui pure a essere perverso, l'impuro
continui ad essere impuro e il giusto continui a praticare la
giustizia e il santo si santifichi ancora. [12]Ecco, io verrò
presto e porterò con me il mio salario, per rendere a ciascuno
secondo le sue opere. [13]Io sono l'Alfa e l'Omega, il Primo e
l'Ultimo, il principio e la fine. [14]Beati coloro che lavano le
loro vesti: avranno parte all'albero della vita e potranno
entrare per le porte nella città. [15]Fuori i cani, i
fattucchieri, gli immorali, gli omicidi, gli idolatri e chiunque
ama e pratica la menzogna!
[16]Io, Gesù, ho mandato il mio
angelo, per testimoniare a voi queste cose riguardo alle Chiese.
Io sono la radice della stirpe di Davide, la stella radiosa del
mattino". [17]Lo Spirito e la sposa dicono: "Vieni!". E chi
ascolta ripeta: "Vieni!". Chi ha sete venga; chi vuole attinga
gratuitamente l'acqua della vita. [18]Dichiaro a chiunque
ascolta le parole profetiche di questo libro: a chi vi
aggiungerà qualche cosa, Dio gli farà cadere addosso i flagelli
descritti in questo libro; [19]e chi toglierà qualche Paroladi
questo libro profetico, Dio lo priverà dell'albero della vita e
della città santa, descritti in questo libro. [20]Colui che
attesta queste cose dice: "Sì, verrò presto!". Amen. Vieni,
Signore Gesù. [21]La grazia del Signore Gesù sia con tutti voi.
Amen!


[cap. 14] --- I DIVINIZZATI o PRIMA GENERAZIONE DI RISORTI:
canto dei 144.000 ---
--- Il PARADISO è il luogo DEI SERVI, La TRINITà è il LUOGO dei
FIGLI ---
[1]Poi guardai ed ecco l'Agnello ritto sul monte Sion e insieme
centoquarantaquattromila persone che recavano scritto sulla
fronte il suo nome e il nome del Padre suo.
[2]Udii una voce che veniva dal cielo, come un fragore di grandi acque e come un rimbombo di forte tuono.
La voce che udii era come quella di
suonatori di arpa che si accompagnano nel canto con le loro arpe.
[3]Essi cantavano un cantico nuovo davanti al trono e
davanti ai quattro esseri viventi e ai vegliardi.
E nessuno poteva comprendere quel cantico se non i centoquarantaquattromila, i redenti della terra.
[4]Questi non si sono contaminati con donne, sono infatti vergini
(il sangue di Cristo purifica tutto e ti riporta alla verginità di Cristo) e seguono
l'Agnello dovunque va.
Essi sono stati redenti tra gli uomini
come primizie per Dio e per l'Agnello.
[5]Non fu trovata
menzogna sulla loro bocca; sono senza macchia.


---- Non si può trovare macchia quando si è passati attraverso Cristo!


Amen!
---
ALLELUIA!



[cap 7] --- IL TRIONFO DEI NUOVI ELETTI IN CIELO E LA SECONDA GENERAZIONE DI RISORTI ---

9]Dopo ciò, apparve una moltitudine immensa, che nessuno
poteva contare, di ogni nazione, razza, popolo e lingua.
Tutti
stavano in piedi davanti al trono e davanti all'Agnello, avvolti
in vesti candide,
e portavano palme nelle mani.
[10]E gridavano
a gran voce:
"La salvezza appartiene al nostro Dio seduto sul
trono e all'Agnello".
[11]Allora tutti gli angeli che stavano
intorno al trono e i vegliardi e i quattro esseri viventi, si
inchinarono profondamente con la faccia davanti al trono e
adorarono Dio dicendo:
[12]"Amen!
Lode, gloria, sapienza, azione
di grazie, onore, potenza e forza al nostro Dio nei secoli dei
secoli. Amen".
[13]Uno dei vegliardi allora si rivolse a me e
disse: "Quelli che sono vestiti di bianco, chi sono e donde
vengono?".
[14]Gli risposi: "Signore mio, tu lo sai". E lui:
"Essi sono coloro che sono passati attraverso la grande
tribolazione e hanno lavato le loro vesti rendendole candide col
sangue dell'Agnello.
[15]Per questo stanno davanti al trono di
Dio e gli prestano servizio giorno e notte nel suo santuario; e
Colui che siede sul trono stenderà la sua tenda sopra di loro.
[16]Non avranno più fame, nè avranno più sete, nè li colpirà il
sole, nè arsura di sorta,
[17]perché l'Agnello che sta in mezzo
al trono sarà il loro pastore e li guiderà alle fonti delle
acque della vita.
E Dio tergerà ogni lacrima dai loro occhi".

[cap 2] --- DIREZIONE SPIRITUALE DEL SIGNORE ALLA SUA CHIESA.
Chi vuol perdere la direzione?
---

[cap 2] --- I: per una chiesa senza amore --- CHIESA DI EFESO --
-
1]All'angelo della Chiesa di Efeso scrivi: Così parla Colui
che tiene le sette stelle nella sua destra e cammina in mezzo ai
sette candelabri d'oro: [2]Conosco le tue opere, la tua fatica e
la tua costanza, per cui non puoi sopportare i cattivi; li hai
messi alla prova - quelli che si dicono apostoli e non lo sono -
e li hai trovati bugiardi. [3]Sei costante e hai molto
sopportato per il mio nome, senza stancarti. [4]Ho però da
rimproverarti che hai abbandonato il tuo amore di prima.
[5]Ricorda dunque da dove sei caduto, ravvediti e compi le opere
di prima. Se non ti ravvedrai, verrò da te e rimuoverò il tuo
candelabro dal suo posto. [6]Tuttavia hai questo di buono, che
detesti le opere dei Nicolaiti, che anch'io detesto. [7]Chi ha
orecchi, ascolti ciò che lo Spirito dice alle Chiese: Al
vincitore darò da mangiare dell'albero della vita, che sta nel
paradiso di Dio.

[cap 1] --- II: per una chiesa perseguitata --- CHIESA DI SMIRNE
---
8]All'angelo della Chiesa di Smirne scrivi: Così parla il
Primo e l'Ultimo, che era morto ed è tornato alla vita:
[9]Conosco la tua tribolazione, la tua povertà - tuttavia sei
ricco - e la calunnia da parte di quelli che si proclamano
Giudei e non lo sono, ma appartengono alla sinagoga di satana.
[10]Non temere ciò che stai per soffrire: ecco, il diavolo sta
per gettare alcuni di voi in carcere, per mettervi alla prova e
avrete una tribolazione per dieci giorni. Sii fedele fino alla
morte e ti darò la corona della vita. [11]Chi ha orecchi,
ascolti ciò che lo Spirito dice alle Chiese: Il vincitore non
sarà colpito dalla seconda morte.

[cap 1] --- III: per una chiesa che ha tollerato l'idolatria ---
CHIESA DI PERGAMO ---

12]All'angelo della Chiesa di Pèrgamo scrivi: Così parla Colui
che ha la spada affilata a due tagli: [13]So che abiti dove
satana ha il suo trono; tuttavia tu tieni saldo il mio nome e
non hai rinnegato la mia fede neppure al tempo in cui Antipa, il
mio fedele testimone, fu messo a morte nella vostra città,
dimora di satana. [14]Ma ho da rimproverarti alcune cose: hai
presso di te seguaci della dottrina di Balaam, il quale
insegnava a Balak a provocare la caduta dei figli d'Israele,
spingendoli a mangiare carni immolate agli idoli e ad
abbandonarsi alla fornicazione. [15]Così pure hai di quelli che
seguono la dottrina dei Nicolaiti. [16]Ravvediti dunque;
altrimenti verrò presto da te e combatterò contro di loro con la
spada della mia bocca. [17]Chi ha orecchi, ascolti ciò che lo
Spirito dice alle Chiese: Al vincitore darò la manna nascosta e
una pietruzza bianca sulla quale sta scritto un nome nuovo, che
nessuno conosce all'infuori di chi la riceve.

[cap 1] --- IV: per una chiesa che ha ceduto al compromesso ---
CHIESA DI TIATIRA ---

18]All'angelo della Chiesa di Tiatira scrivi: Così parla il
Figlio di Dio, Colui che ha gli occhi fiammeggianti come fuoco e
i piedi simili a bronzo splendente. [19]Conosco le tue opere, la
carità, la fede, il servizio e la costanza e so che le tue
ultime opere sono migliori delle prime. [20]Ma ho da
rimproverarti che lasci fare a Gezabele (la nemica di Elia), la
donna che si spaccia per profetessa(zoccolona) e insegna e
seduce i miei servi inducendoli a darsi alla fornicazione e a
mangiare carni immolate agli idoli. [21]Io le ho dato tempo per
ravvedersi, ma essa non si vuol ravvedere dalla sua
dissolutezza. [22]Ebbene, io getterò lei in un letto di dolore e
coloro che commettono adulterio con lei in una grande
tribolazione, se non si ravvedranno dalle opere che ha loro
insegnato. [23]Colpirò a morte i suoi figli e tutte le Chiese
sapranno che io sono Colui che scruta gli affetti e i pensieri
degli uomini, e darò a ciascuno di voi secondo le proprie opere.
[24]A voi di Tiatira invece che non seguite questa dottrina, che
non avete conosciuto le profondità di satana - come le chiamano
- non imporrò altri pesi; [25]ma quello che possedete tenetelo
saldo fino al mio ritorno. [26]Al vincitore che persevera sino
alla fine nelle mie opere, darò autorità sopra le nazioni;
[27]le pascolerà con bastone di ferro e le frantumerà come vasi
di terracotta, [28]con la stessa autorità che a me fu data dal
Padre mio e darò a lui la stella del mattino. [29]Chi ha
orecchi, ascolti ciò che lo Spirito dice alle Chiese.

[cap 3] --- V: per una chiesa che dorme --- CHIESA DI SARDI ---

1]All'angelo della Chiesa di Sardi scrivi: Così parla Colui
che possiede i sette spiriti di Dio e le sette stelle: Conosco
le tue opere; ti si crede vivo e invece sei morto. [2]Svegliati
e rinvigorisci ciò che rimane e sta per morire, perché non ho
trovato le tue opere perfette davanti al mio Dio. [3]Ricorda
dunque come hai accolto la parola, osservala e ravvediti, perché
se non sarai vigilante, verrò come un ladro senza che tu sappia
in quale ora io verrò da te. [4]Tuttavia a Sardi vi sono alcuni
che non hanno macchiato le loro vesti; essi mi scorteranno in
vesti bianche, perché ne sono degni. [5]Il vincitore sarà dunque
vestito di bianche vesti, non cancellerò il suo nome dal libro
della vita, ma lo riconoscerò davanti al Padre mio e davanti ai
suoi angeli. [6]Chi ha orecchi, ascolti ciò che lo Spirito dice
alle Chiese.

[cap 3] --- VI: per una chiesa piccola ma fedele --- CHIESA DI
FILADELFIA ---

7]All'angelo della Chiesa di Filadelfia scrivi: Così parla il
Santo, il Verace, Colui che ha la chiave di Davide: quando egli
apre nessuno chiude, e quando chiude nessuno apre. [8]Conosco le
tue opere. Ho aperto davanti a te una porta che nessuno può
chiudere. Per quanto tu abbia poca forza, pure hai osservato la
mia Parolae non hai rinnegato il mio nome. [9]Ebbene, ti faccio
dono di alcuni della sinagoga di satana - di quelli che si
dicono Giudei, ma mentiscono perché non lo sono -: li farò
venire perché si prostrino ai tuoi piedi e sappiano che io ti ho
amato. [10]Poiché hai osservato con costanza la mia parola,
anch'io ti preserverò nell'ora della tentazione che sta per
venire sul mondo intero, per Mettere alla prova gli abitanti
della terra. [11]Verrò presto. Tieni saldo quello che hai,
perché nessuno ti tolga la corona. [12]Il vincitore lo porrò
come una colonna nel tempio del mio Dio e non ne uscirà mai più.
Inciderò su di lui il nome del mio Dio e il nome della città del
mio Dio, della nuova Gerusalemme che discende dal cielo, da
presso il mio Dio, insieme con il mio nome nuovo. [13]Chi ha
orecchi, ascolti ciò che lo Spirito dice alle Chiese.

[cap 3] --- VII: per una chiesa che si vanta --- CHIESA DI
LAODICEA ---

14]All'angelo della Chiesa di Laodicea scrivi:Così parla
l'Amen, il Testimone fedele e verace, il Principio della
creazione di Dio: [15]Conosco le tue opere: tu non sei nè freddo
nè caldo. Magari tu fossi freddo o caldo!
[16]Ma poiché sei
tiepido, non sei cioè nè freddo nè caldo, sto per vomitarti
dalla mia bocca. [17]Tu dici: "Sono ricco, mi sono arricchito;
non ho bisogno di nulla" ma non sai di essere un infelice, un
miserabile, un povero, cieco e nudo. [18]Ti consiglio di
comperare da me oro purificato dal fuoco per diventare ricco,
vesti bianche per coprirti e nascondere la vergognosa tua nudità
e collirio per ungerti gli occhi e ricuperare la vista. [19]Io
tutti quelli che amo li rimprovero e li castigo. Mostrati dunque
zelante e ravvediti. [20]Ecco, sto alla porta e busso. Se
qualcuno ascolta la mia voce e mi apre la porta, io verrò da
lui, cenerò con lui ed egli con me. [21]Il vincitore lo farò
sedere presso di me, sul mio trono, come io ho vinto e mi sono
assiso presso il Padre mio sul suo trono. [22]Chi ha orecchi,
ascolti ciò che lo Spirito dice alle Chiese.

[cap 1] --- Saluto di Cristo al mio lettore ---
[8]Io sono l'Alfa e l'Omega, dice il Signore Dio, Colui che è,
che era e che viene, l'Onnipotente!

-
Cap 1 --- perché il tempo è simbolico --
Attenzione: TUTTI I NUMERI DI APOCALISSE SONO SOLO SIMBOLICI.
-
La durata della persecuzione in Apocalisse è prototipica, riguarda solo quella dell'anticristo come simbolo di ogni altra persecuzione, questa è determinata in:
1- 1260 giorni di Ap 11,3 e Ap 12,6 che è equivalente a,
2-- 42 mesi di 30 giorni Ap 11,2 e Ap 13,5 e che è equivalente a,
3-- 3,5 anni di Ap12,14.

Si tratta secondo me di un tempo solo simbolico, perché i numeri
sono pieni.

******************
1° DOCUMENTO ESTERNO: -**********************************
14° paragrafo
Perché Gesù Cristo ritornerà?

5 things that will happen before JESUS Christ returns
------------------
************************
----------------------

Questo riflessioni sono ispirate dal gruppo di studio del pastore Benny Hinn
-----------------QUESTE RIFLESSIONI DANNO UNA SCANSIONE TEMPORALE POCHI ATTI
PER GIUNGERE ALLA FINE DELL'ATTUALE ERA.
DI QUESTI EVENTI GIA PROFETIZZATI, DUE SONO STATI GIà COMPIUTI:
LA RIUNIFICAZIONE DELLO STATO DI ISRAELE E LA LINGUA EBRAICA.
ORA ATTENDIAMO GLI ULTIMI EVENTI,
PRIMA DI GIUNGERE ALLA SECONDA VENUTA DEL SIGNORE.

L'INGOVERNABILITà DEL MONDO SI STA GIà AFFACCIANDO CON UNA GRANDE EMPIETà E IPOCRISIA DEGLI UOMINI.
********************
**********************
-
*** Amos 3,6-7
Risuona forse la tromba nella città, senza che il
popolo si metta in allarme?
Avviene forse nella città una
sventura,
che non sia causata dal Signore?
In verità, il Signore
non fa cosa alcuna senza aver rivelato il suo consiglio ai suoi
servitori, i profeti.
---- --- --- Poiché ogni cristiano, dal giorno del battesimo è
divenuto dimora dello Spirito Santo, ogni cristiano può
discernere i segni dei tempi. I tempi del ritorno del Signore se
non sono imminenti, tuttavia sono prossimi.
Ogni cristiano deve
pregare perché questi tempi siano anticipati,
poiché i castighi
finali non ci riguardano,
ma riguardano i nemici della Croce.
Quando verrà la fine del mondo, senza morire i cristiani,
verranno già rapiti e trasfigurati nella Gloria.
Mentre quelli che non saranno ancora maturi nella fede avranno una speciale protezione.

*** - Matteo 24,36
Quanto a quel giorno e a quell'ora, però,
nessuno lo sa, neanche gli angeli del cielo e neppure il Figlio,
ma solo il Padre.
*** - Matteo 24,43-44
Questo considerate:
se il padrone di casa
sapesse in quale ora della notte viene il ladro,
veglierebbe e
non si lascerebbe scassinare la casa.
Perciò anche voi state
pronti, perché nell'ora che non immaginate,
il Figlio dell'uomo
verrà.
*** - 1 Tessalonicesi 5, 1-4
Riguardo poi ai tempi e ai momenti,
fratelli, non avete bisogno che ve ne scriva;
infatti voi ben
sapete che come un ladro di notte,
così verrà il giorno del
Signore. E quando si dirà:
"Pace e sicurezza", allora
d'improvviso li colpirà la rovina,
come le doglie una donna
incinta; e nessuno scamperà.
Ma voi, fratelli, non siete nelle
tenebre, così che quel giorno possa sorprendervi come un ladro:
ECCO I 5 SEGNI PROFETICI DEGLI ULTIMI GIORNI:
-

*****************
*************
1 ----- LA RESTAURAZIONE DELLO STATO DI ISRAELE
The Restoration of State of Israel:
questo evento profetizzato è già STATO REALIZZATO!
ALLELUIA!!!
*****************
***********************
*** - Geremia 16, 14-15
Pertanto, ecco, verranno giorni - oracolo
del Signore -
nei quali non si dirà più:
Per la vita del Signore
che ha fatto uscire gli Israeliti dal paese d'Egitto; ma
piuttosto si dirà:
Per la vita del Signore che ha fatto uscire
gli Israeliti dal paese del settentrione e da tutte le regioni
dove li aveva dispersi.
E io li ricondurrò nel loro paese che
avevo concesso ai loro padri.
ALLELUIA!!!

*** - Geremia 31, 23-25
Così dice il Signore degli eserciti,
Dio di Israele:
"Si dirà ancora questa Parolanel paese di Giuda
e nelle sue città, quando avrò cambiato la loro sorte:
Il Signore ti benedica, o dimora di giustizia, monte santo.
Vi abiteranno insieme Giuda e tutte le sue città, agricoltori e
allevatori di greggi.
Poiché ristorerò copiosamente l'anima
stanca e sazierò ogni anima che languisce".

*** - Geremia 31:35-37
Così dice il Signore che ha fissato il
sole come luce del giorno, la luna e le stelle come luce della notte, che solleva il mare e ne fa mugghiare le onde e il cui
nome è Signore degli eserciti:
"Quando verranno meno queste
leggi dinanzi a me - dice il Signore -
allora anche la progenie
di Israele cesserà di essere un popolo davanti a me per sempre".
Così dice il Signore:
"Se si possono misurare i cieli in alto ed
esplorare in basso le fondamenta della terra, anch'io rigetterò
tutta la progenie di Israele per ciò che ha commesso".
Oracolo
del Signore.

*** - Deuteronomio 32:8
Quando l'Altissimo divideva i popoli,
quando disperdeva i figli dell'uomo,
egli stabilì i confini
delle genti secondo il numero degli Israeliti
(tutti i popoli
del mondo saranno salvati nelle tribù di Israele).


*****************
**************************
2 ---- LA NUOVA POTENZA DELLA RUSSIA E LA SUA AFFERMAZIONE
INTERNAZIONALE
---- The Rise of Russia
*******************
*****************
Quando a motivo delle grandi perdite di soldati,
gli Stati Uniti
ritireranno il loro esercito dall'IRAK, la Russia diverrà
egemone nell'area e insieme ai paesi islamici metteranno in
campo una enorme armata di quasi un milione di uomini, nel
tentativo di annientare lo stato di Israele.
Ma saranno tutti
abbattuti soprannaturalmente da Dio nella battaglia di Gog e
Magog.
--- Ezechiele 38,1-4
Mi fu rivolta questa Paroladel Signore:
"Figlio dell'uomo, volgiti verso Gog nel paese di Magog,
principe capo di Mesech e Tubal, e profetizza contro di lui.
Annunzierai:
Dice il Signore Dio:
Eccomi contro di te Gog,
principe capo di Mesech e Tubal, io ti aggirerò, ti metterò
ganci alle mascelle e ti farò uscire con tutto il tuo esercito,
cavalli e cavalieri tutti ben equipaggiati, truppa immensa con
scudi grandi e piccoli, e tutti muniti di spada.
-
**********************
**************************
3 ---- L'EUROPA GOVERNATA DALL'ANTICRISTO : Europe and Antichrist
********************
****************
--- Daniele 7:7-8
Stavo ancora guardando nelle visioni notturne ed
ecco una quarta bestia, spaventosa, terribile, d'una forza
eccezionale, con denti di ferro; divorava, stritolava e il
rimanente se lo metteva sotto i piedi e lo calpestava: era
diversa da tutte le altre bestie precedenti e aveva dieci corna.
Stavo osservando queste corna, quand'ecco spuntare in mezzo a
quelle un altro corno più piccolo, davanti al quale tre delle
prime corna furono divelte: vidi che quel corno aveva occhi
simili a quelli di un uomo e una bocca che parlava con
alterigia.
Daniele 8:23-24 Alla fine del loro regno, quando l'empietà avrà
raggiunto il colmo, sorgerà un re audace, sfacciato e
intrigante. La sua potenza si rafforzerà, ma non per potenza
propria; causerà inaudite rovine, avrà successo nelle imprese,
distruggerà i potenti e il popolo dei santi.
____*********************______
____________________
______________________________
4 --- LE CARATTERISTICHE DELL'ANTICRISTO:
The antichrist will be a proud, arrogant man. = Daniele 7:20
***********
**************
--- Daniele 7:20
intorno alle dieci corna che aveva sulla testa e intorno a
quell'ultimo corno che era spuntato e davanti al quale erano
cadute tre corna e del perché quel corno aveva occhi e una bocca
che parlava con alterigia e appariva maggiore delle altre corna.
The antichrist will not desire women. = Daniele 11:37-38 Egli
non si curerà neppure delle divinità dei suoi padri, nè del dio
amato dalle donne, nè di altro dio, poiché egli si esalterà
sopra tutti. Onorerà invece il dio delle fortezze:
onorerà, con
oro e argento, con gemme e con cose preziose, un dio che i suoi
padri non hanno mai conosciuto.
The antichrist will be a spellbinding speaker. = Daniele 7, 11
parole piene di superbia che il piccolo corno pronunciava.
-The antichrist will solve major world problems = Daniele 8:23
Alla fine del loro regno, quando l'empietà avrà raggiunto il
colmo, sorgerà un re audace, sfacciato e intrigante.
- The antichrist will be feared by the world.
- The antichrist will invade Israel.
- World leaders will bow to his demands. Daniel 11,16 ("stand in
the glorious land")
Daniele 11:6 Dopo qualche anno faranno alleanza e la figlia del
re del mezzogiorno verrà al re del settentrione per fare la
pace, ma non potrà mantenere la forza del suo braccio e non
resisterà nè lei nè la sua discendenza e sarà condannata a morte
insieme con i suoi seguaci, il figlio e il marito.


*************
*********************
5 ----- LO STATO DI CAOS E DI INGOVERNABILITà DEL MONDO
********************
********************
2Timoteo 3:1-5
Devi anche sapere che negli ultimi tempi verranno
momenti difficili. Gli uomini saranno egoisti, amanti del
denaro, vanitosi, orgogliosi, bestemmiatori, ribelli ai
genitori, ingrati, senza religione, senza amore, sleali,
maldicenti, intemperanti, intrattabili, nemici del bene,
traditori, sfrontati, accecati dall'orgoglio, attaccati ai
piaceri più che a Dio, con la parvenza della pietà, mentre ne
hanno rinnegata la forza interiore.
Guardati bene da costoro!

---
--- su ogni parola di questo testo bisogna versare lacrime in abbondanza.
Non è forse diventata cos'ì la nostra società?
Per colpa di chi? ---
---
--- 2 Pietro 3:3-4
Questo anzitutto dovete sapere, che verranno negli
ultimi giorni schernitori beffardi, i quali si comporteranno
secondo le proprie passioni e diranno: "Dov'è la promessa della
sua venuta?
Dal giorno in cui i nostri padri chiusero gli occhi
tutto rimane come al principio della creazione".
--- 2 Corinzi 11:14-15
Ciò non fa meraviglia, perché anche satana si
maschera da angelo di luce. Non è perciò gran cosa se anche i
suoi ministri si mascherano da ministri di giustizia; ma la loro
fine sarà secondo le loro opere.
-

***********************
******************************
6. ACCELERAZIONE DEGLI EVENTI STORICI
***************
*********************
Atti 3:19-21
Pentitevi dunque e cambiate vita, perché siano
cancellati i vostri peccati e così possano giungere i tempi
della consolazione da parte del Signore ed egli mandi quello che
vi aveva destinato come Messia, cioè Gesù.
Egli deve essere
accolto in cielo fino ai tempi della restaurazione di tutte le
cose,
come ha detto Dio fin dall'antichità, per bocca dei suoi santi profeti.
--- Isaia 60:1-3
Alzati, rivestiti di luce, perché viene la tua luce,
la gloria del Signore brilla sopra di te.
Poiché, ecco, le tenebre ricoprono la terra,
nebbia fitta avvolge le nazioni;
ma su di te risplende il Signore,
la sua gloria appare su di te.
Cammineranno i popoli alla tua luce,
i re allo splendore del tuo sorgere.
--- Romani 5:20
La legge poi sopraggiunse a dare piena coscienza della caduta,
ma laddove è abbondato il peccato,
ha sovrabbondato la grazia,

*****************
***********************
-----
------ We must be aware of what is happening.
We must know
where we are on God's timeline.
And as the time for the return
of Jesus approaches, we must expect the cry of heaven for souls,
SOULS, SOULS to intensify.---
------ ---
Even as darkness increasingly covers Planet Earth, an
unprecedented revival is beginning.
As we arise, shine, and
allow the glory of the Lord to touch and transform our lives,
His attributes, His presence,
and His person will shine through
us during the coming days!
That is my prayer for you as you read
this book."

http://www.bennyhinn.org


-
**************************
--- 2° DOCUMENTO ESTERNO: ***************************
15° paragrafo
----- APPELLO ALLO STATO DI ISRAELE-- --
*****************************

-
Nella comunicazione dell'82 non scrissi letteralmente del muro di separazione tra Israele e la Palestina,
(quindi non me ne posso vantare)

ma tra le tante clausole lo lasciavo questo si rendeva indispensabile ed evidente,
infatti esso rappresentava la mia idea dominante.
Certo persone molto più importi di me sono state convinte della indispensabilità di quell'opera.
Come molti, ero determinato a non veder più gli autobus sventrati dai
camicaze.
Ogni giorno in Israele era una carneficina.
-
-
Ringraziando R W J - Ufficio Amministrativo -
per la Sua
risposta cortese del - 7 marzo 2002
alla mia con oggetto:
Soluzione al conflitto Israele-Palestina.
--------
---- Incoraggiato dalla Vostra Nobiltà,
sono a riproporre alla
Vostra attenzione lo stesso oggetto.
- - - Abramo, nostro padre,
ebbe in eredità questa terra,
ora, noi, abbiamo diritto ad
abitarla come fratelli in pace.
Lorenzo, figlio di Abramo, ai
suoi fratelli amatissimi, SALUTE!

---- Ricordate di come il nostro padre Abramo lasciò la sua
terra per una grande promessa di benedizione,
che voi non avete ottenuto ancora pienamente,
perché non avete ricostruito il
terzo TEMPIO di Gerusalemme!

-
******************
Inserzione commento:
Dove costruire il Tempio?

Sul monte degli Ulivi naturalmente!
perché?

"In quel tempo egli starà sul monte degli Ulivi, fuori
Gerusalemme, a est.
Il monte degli Ulivi si dividerà in due e
comparirà una grande valle, da est a ovest.
Una metà del monte
si allontanerà verso il nord e l'altra verso il sud.
Voi
fuggirete tra le montagne attraverso questa valle..."
Zaccaria 14,4-5
L'onda d'urto che genererà il Signore sembrerà spaccare il monte
e avvolgere in un attimo tutto il pianeta.
In realtà, verrà
cancellata l'attuale realtà
e si instaurerà la realtà di Dio che
trasfigurerà il nostro misero corpo mortale insieme a tutta la
creazione attualmente anch'essa sottomessa alla corruzione.
Il monte degli Ulivi è il quartiere generale di Gesù, li si
rifugia spesso, quasi sempre li passa la notte.
Già in 2 Sam 15,32 si precisa che:
"sulla cima del monte dove si adorava Dio".
Su questo monte Gesù fa una predizione della fine del mondo in "Mt 24,3.
Mentre, tale monte, per la sua importanza nella vita di Gesù,
è riportato in: Mt 21,1.
In Mt 26,30
dopo l'ultima cena su questo monte
Gesù suda sangue prima della sua passione.
Infatti, sul monte degli Ulivi c'è il Getsemani che significa frantoio delle olive,
qui Gesù frantumò nel dolore tutto il suo essere fino a sudare sangue.
----- Anche in Marco 13,3
dichiara che
qui si ritrova costantemente Gesù per riposarsi e per concedersi in intimità con i suoi discepoli.
--- Lc 21,37
specifica che è il loro dormitorio abituale
e in Lc 22,39 specifica che "come faceva di solito,
Gesù uscì e andò verso il monte degli Ulivi.
Di giorno erano le folle a proteggerlo dai sommi sacerdoti,
ma di notte il monte degli Ulivi offriva anonimato e protezione. ---------------
****************************
-
Vedi il profeta Aggeo:.
- - -
- - - - - - Certo, il destino di
Israele è legato alla osservanza della Parola di Dio.
Questa Parola, ora, ordina di ricostruire il terzo TEMPIO che i profeti
hanno visto e hanno descritto.
----------
-------- Il nostro interesse è quello di far
progredire la storia dell'umanità,
interesse dei nostri nemici è
quello di fermarla, infatti l'empietà sta trionfando su tutta la terra!


--------
---- La storia di Israele scandisce il tempo di tutta l'umanità
è indispensabile la costruzione del nuovo TEMPIO- = Coraggio!

perché Israele non è come tutti gli altri popoli!
= Ez 25, 8.
-
--- -Le profezie di Ezechiele come della maggior parte dei
profeti si estendono nell'arco di tutta la storia di Israele e
dell'umanità,
ma questo può essere compreso solo attraverso una
speciale rivelazione.
"Esse non riguardano solo un futuro molto lontano" = Ez 12, 27.
Io, Lorenzo, servo del Signore, sono sulla breccia per voi, Ez 22, 30-31.
Nulla vi potrà accadere se darete mandato di ricostruire il
terzo TEMPIO di Gerusalemme, con questa determinazione: verrà
sospesa l'ira di Dio e seguirà un periodo di pace e di
prosperità che si diffonderà in tutta la regione.
Altrimenti: = Ez 22, 26 e Ez 23, 35.
----------
------- Il santuario sarà vostro rifugio, orgoglio e
speranza, sarà la gioia dei vostri occhi, tutto il mondo verrà
ad adorare il Signore nel suo TEMPIO = Ez 24, 25.
---- Indispensabile è il sacrificio quotidiano dell'Agnello = Ez 46, 15,
sacrificio del mattino e della sera.
---- Da ogni parte del mondo a quella ora, milioni di uomini si
gireranno verso Gerusalemme, per essere esauditi e per ricevere
il perdono dei loro peccati = Ez 33, 11-16 e Ez 34, 11-16.

-------- Solo due agnelli verranno immolati ogni giorno insieme
a tutte le offerte della terra come prescritto, soprattutto vi
saranno cori di lode e canti di adorazione, perché il nostro Dio
dimora nella lode.

·--- Se si ricostruirà il TEMPIO- Ez = 37, 26-28.
·--- Visione del TEMPIO futuro Ez = 40-46.
·--- Le nuove allargate frontiere di Israele di Ez 47,13-23 e la
soluzione Palestinese: tre volantinaggi aerei e richiesta di
referendum per nuovo stato di Israele.
·--- Periodo di pace e abbattimento del muro da me richiesto
nell'aprile 2002.
·--- Vi sarà la pace e terminerà la violenza Ez 36, 12.
-
Se si ricostruirà il TEMPIO- Dio promette:

1.-- Dio promette la misericordia e la fedeltà unilaterale Ez36, 24-29 e Ez 11, 18-21.

2.-- Dio promette la prosperità anche per gli arabi Ez 36, 35.

3.-- Dio promette la unità di tutte le tribù in Israele Ez 36,24-38 e 37, 15-28.

4.-- Dio promette di dimorare con LA SUA GLORIOSA PRESENZA = Ez 43, 9.

5.-- Dio promette un lungo periodo di pace = Sofonia 3, 11-20.
-
*****************
Siete disposti a stare di fronte alla terribile santità del
Signore e a servirLo con timore come Lui vuole?

Allora, ri-costruite il TEMPIO = Ez 43,12. --- Levitico 9, 24 e
Levitico 10, 3.
------------- Solo così scamperete alla morte, perché un
esercito di 1.000.000 di soldati verrà preparato come descritto
in Ez 38 e 39 contro di voi.
-
---------------------------------------
Coraggio!
Al lavoro!
Coraggio!
Dio è in questa opera e tutto
sarà superato!
Zaccaria 2-3-4.
Cosa avverrà alla fine dell'umanità?
Michea 4, 1-8!


Qualcuno di noi vuole giungere impreparato ai momenti che
abbiamo da vivere?

Il figlio prodigo ebbe la possibilità di "rientrere in se stesso"
ma a noi fino a quando ci verrà concessa questa possibilità?
"oggi è il tempo favorevole!
",
questo tempo favorevole ci verrà concesso anche domani, quando
sarebbe troppo tardi?

---- "Sulla terra i popoli saranno presi dall'angoscia e dallo
spavento per il fragore del mare in tempesta.
Gli abitanti della
terra moriranno per la paura e per il presentimento di ciò che
dovrà accadere. Infatti, le forze del cielo saranno sconvolte."
-------------------------
------------------------------------
-----------------------------
prof. Lorenzo Scarola,
http://www.fedele.altervista.org
[email protected]
-----------------------------

http://www.fedele.altervista.org
Questo libro, alla luce dei testi apocalittici, affronta molti temi fondamentali, tra cui:

1 - La riorganizzazione cronologica dei testi apocalittici e getta una luce nuova sulla storia di tutta l'umanità fino al suo compimento, che la Parola di Dio vede già compiuto.

2 - perché chi non adora Dio in spirito e verità, (cioè a servizio dei valori universali e naturali),
non si rende conto di adorare satana?
Il vero ateo è solo l'egoista, anche se molto religioso, perchè non si rende conto di essere uno strumento di satana?


3 - C'è una differenza per Dio tra fede e credenza e tra religione e realzione?
4 - Perché è necessario ricostruire il terzo tempio di Gerusalemme?

5 - Quale è il senso della nostra esistenza nei progetti di Dio ed è possibile evitare la sofferenza?